Dati del paese

bandiera dell'Argentina Argentina (RA) - America del Sud

  

Capitale: BUENOS AIRES
Popolazione: 40.117.096
Superficie: 2.780.400 Km²
Fuso orario: - 4 h rispetto all'Italia; - 5 h quando in Italia vige l'ora legale

Lingue: spagnolo

Religione: cattolica

Moneta: Peso (ARS)

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 0054

Rete cellulare: su tutto il territorio argentino viene utilizzato sia il Triband (1900 Mhz) sia il Quadriband.

 

Meteo

 Dati meteo non disponibili

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d'Italia a Buenos Aires
Calle Billinghurst, 2577
1425 Buenos Aires
tel. 005411  40112100
fax 005411 40112159
Fuori dell'orario d'ufficio: cellulare 0054 9 11 51134530

e-mail: Scrivi all'Ambasciata

  1. vai al sito 

 

Indirizzi utili

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Argentina

Avvisi particolari

Diffuso il 29.04.2015. Tuttora valido.

È rientrato lo stato di allerta sul versante andino argentino, interessato dalla eruzione del  vulcano Calbuco, nell’area montagnosa andina al confine tra Cile ed Argentina, nel settore nord occidentale di questa circoscrizione Consolare. Le Autorità riunite nel comitato di emergenza hanno dichiarato nella tarda serata del 28 aprile 2015 che, valutate la condizioni metereologiche attuali ed in evoluzione, e tenuto conto del contatto permanente mantenuto con le Autorità cilene per monitorare il comportamento del vulcano Calbuco, il comitato di emergenza adotterà d’ora in avanti una situazione di “allerta passiva”, che corrisponde alla fine dello stato di emergenza.
Si raccomanda, in ogni caso, di consultare le compagnie di viaggio e le compagnie aeree sull’operatività dei voli, e di attenersi sempre, durante la eventuale permanenza, alle misure impartite dalle Autorità locali.
Informazioni aggiornate su eruzioni vulcaniche e misure cautelative adottate dal comitato di emergenza sono pubblicate nel sito dell’amministrazione comunale di Bariloche alla pagina  www.bariloche.gov.ar.



Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L'ACCESSO AL PAESE 

Passaporto:
necessario, in corso di validità. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso: non necessario per soggiorni turistici inferiori a tre mesi.

Vaccinazioni obbligatorie: non richieste; si consiglia la vaccinazione contro la febbre gialla a coloro che intendano visitare la zona delle cascate di “Iguazu”.


Formalità valutarie: In entrata e in uscita dal Paese non è consentito il possesso di oltre 10.000 dollari USA per passeggeri con più di 16 anni (5.000 dollari USA, per minori di 16 anni).
Si segnala, inoltre che, sin dall’inizio del 2012, le Autorità monetarie argentine hanno varato una serie di restrizioni all’acquisto di valuta straniera, sia per i residenti locali sia per i turisti stranieri che visitano il Paese.
In particolare, il Banco Central de la República Argentina – BCRA - con la “Comunicación A 5330” del 26/07/12, indirizzata agli enti finanziari e case di cambio, nel comma 3.6, stabilisce le condizioni che devono seguire i “non residenti” per l’acquisto di valuta straniera “in concetto di turismo e viaggi”. All’arrivo o durante il soggiorno, l’interessato può rivolgersi a qualsiasi banca o casa di cambio ufficiale per vendere la valuta (Euro) senza limiti quantitativi. Se volesse riacquistare successivamente Euro, deve presentare la corrispondente ricevuta emessa dall’ente di cambio dove ha venduto precedentemente la valuta all’ingresso nel Paese.  In tale ultimo caso l’ammontare totale di valuta che si può riacquistare non deve superare l’equivalente di 5.000 dollari USA.
Per quanto riguarda le operazioni di cambio all’Aeroporto, è possibile acquistare pesos all’arrivo per un totale non superiore all’equivalente di 500 dollari USA al tasso di cambio ufficiale del giorno.
In uscita non è possibile attualmente cambiare pesos in valuta straniera, sulla base di disposizioni interne della succursale dell’Aeroporto del Banco Nación, unico ente che è rimasto abilitato alle operazioni di cambio dal 26/07/12. Esiste una rete molto diffusa di sportelli bancari automatici per il prelievo di moneta locale con carta bancomat o di credito, entro i limiti giornalieri prestabiliti dalla banca d’origine italiana e  al tasso di cambio ufficiale.


Sicurezza

Per il degrado di alcuni distretti urbani e suburbani si conferma l'incremento della microcriminalità tipica delle aree metropolitane. E´ sconsigliato circolare di notte in tutta l’area periferica della capitale (Gran Buenos Aires) ed in alcuni sobborghi della città. Stesse precauzioni vanno adottate nelle località turistiche ove la presenza di stranieri è maggiore.
Per i turisti in difficoltà è stato attivato il numero verde a carattere nazionale 0800 999-5000 con operatori plurilingue, attraverso il quale ci si può rivolgere alla Polizia per denunciare casi di rapina, furto o altri reati.
Si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito Dove siamo nel mondo. Si raccomanda, una volta in loco, di portare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.).

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga: la normativa sulla droga stabilisce lo stesso trattamento per cittadini stranieri ed argentini. Sono previste pene severe per trafficanti e/o spacciatori con pene superiori a 3 anni, mentre il consumo personale non è punito. La competenza in materia è a regime federale con l'obbligo da parte argentina di comunicare alle Rappresentanze Consolari l'arresto di un loro cittadino.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: il codice penale locale prevede, per chi promuova e faciliti la prostituzione o corruzione di minorenni, le seguenti pene:
a) reclusione da 4 a 15 anni se la vittima ha meno di 12 anni;
b) reclusione da 3 a 10 anni quando la vittima é tra i 12 e i 18 anni;
c) reclusione da 2 a 6 anni quando la vittima é tra i 18 e i 21 anni.
d) se l'atto criminoso, indipendentemente dall’età della vittima, è accompagnato da inganno, violenza, minaccia abuso di autorità o altro tipo di intimidazione, oppure se l'autore è parente, coniuge, fratello tutore della parte lesa, la pena prevede una reclusione da 10 a 15 anni.
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione), vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese. In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata o il Consolato competente per territorio per la necessaria assistenza.


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: Gli standard qualitativi delle strutture sanitarie, pubbliche e private ono, nel complesso, soddisfacenti. L’assistenza a pagamento è di buon livello.

Malattie presenti: La febbre dengue è endemica nel Paese. Il diffondersi della malattia è infatti legato alle elevate temperature della stagione estiva. Nei mesi invernali il rischio di contagio è alquanto basso.
Si segnalano isolati casi di febbre emorragica nella zona rurale di Santa Fe’ e di tubercolosi nella circoscrizione consolare di Bahia Blanca.
Per informazioni relative alle misure preventive da adottare contro le punture di zanzara, durante la permanenza nel Paese, si consiglia di consultare si prega di consultare il Focus “Sicurezza sanitaria – Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara” sulla home page di questo sito.

Avvertenze: Si consiglia di adottare le normali misure igieniche e le necessarie precauzioni sanitarie.
Il Ministero della Sanità locale informa i viaggiatori attraverso le “Schede mondiali”, consultabili, per l’Argentina alle pagine internet:
www.travelclinic.it/mondo/americasud/argent.htm e www.travelclinic.it/informazioni/travelclinic/argentina.htm.   

Si consiglia infine di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Nessuna vaccinazione obbligatoria


Viabilità

Patente
È accettata la patente italiana

Assicurazione auto
È obbligatorio stipulare una polizza temporanea al momento dell'ingresso nel paese.

Indirizzo Utile:
Asociacion Argentina de Compañias de Seguros
25 de Mayo 565
1002 Buenos Aires
Tél.: +54 11 4312 7790
Fax: +54 11 4312 6300
e-mail: info@aacs.org.ar
Internet: www.aacs.org.ar/

Si ricorda a chi guida in Argentina un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario, in spagnolo, con firma autenticata dal notaio.

Veicoli importati temporaneamente
I veicoli possono essere importati temporaneamente in Argentina per un periodo di 8 mesi (eventualmente rinnovabile per ulteriori 8 mesi) tramite un impegno scritto chiamato "Declaracion Jurada de Admision Temporal de Vehiculos de Turistas" richiedibile anche online sul sito www.afip.gob.ar/turismo o di una "libreta de pasos por aduana" o di un carnet di passaggio in dogana FIA ottenibile tramite ll'ACI. Ulteriori informazioni riguardo il carnet di passaggio sul sito www.aci.it/index.php?id=2090

Norme di guida

Casco di protezione per motociclisti: obbligatorio.

Cinture: obbligatorie sui sedili anteriori e posteriori. Un bambino di età inferiore a 10 anni non può occupare i sedili anteriori di un veicolo. 

Luci: fuori dai centri abitati è obbligatorio tenere accesi gli anabbaglianti anche di giorno. Di notte bisogna utilizzare gli abbaglianti nelle zone rurali e sulle autostrade.

Triangolo: è obbligatorio avere due triangoli a bordo dei veicoli a 4 ruote.

Vetture, minibus, autobus e camion devono avere un estintore a bordo.

Tasso alcolemico : il limite consentito è 0% per i conduttori di veicoli commerciali, dello 0,02% per quelli di ciclomotori e motocicli e dello 0,05% per quelli di tutti gli altri veicoli.

Autostrade: la maggior parte delle autostrade sono a pagamento, in contanti oppure con carte prepagate autostradali.

Collegamenti con l'Italia
I collegamenti diretti con l'Italia sono assicurati dalla Compagnia di bandiera e da "Aerolineas Argentinas"; altre compagnie effettuano scali intermedi. La rete di collegamenti aerei interni è abbastanza buona e permette di raggiungere anche i punti estremi dell'Argentina, evitando così percorsi molto lunghi su strade non sempre agibili. Si veda per maggiori informazioni il sito web: www.austral.com.ar 

Trasporti interni
C'è una rete di autobus che unisce le città principali. Orari ottenibili al terminal dei pullman a B.Aires in Av.Ramos Meijia vicino alla stazione di Retiro. Metro a 5 linee (subte) a B.Aires, rapida e a buon mercato. Numerosi i bus e i treni di periferia. I taxi sono neri con tetto giallo.Il circuito di autobus di linea effettua, con regolarità e frequenza, diversi collegamenti. Per gli spostamenti a brevi distanze, è molto in uso l'utilizzo di "Radio-taxi" (diffidare di compagnie di taxi che non usano tale riconoscimento) o del cosiddetto "Remise", (taxi-noleggio).