Dati del paese

bandiera del Congo Congo (RCB) - Africa

mappa del Congo

Capitale: BRAZZAVILLE
Popolazione: 3.291.000
Superficie: 342.000 km²
Fuso orario: stessa ora rispetto all'Italia, -1h quando in Italia vige l'ora legale

Lingue: francese, lingala, kigongo

Religioni: prevalentemente cattolica, con minoranze animista, protestante, musulmana

Moneta: Franco CFA

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00242

Telefonia: gestori di telefonia mobile: MTN,  Airtel, Warid, Azur

 

Meteo

poco nuvoloso Brazzaville / Maya-Maya, Congo, Republic of the
Temperatura 23°C

Aggiornato al 29/11/2014 05:00

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d'Italia a BRAZZAVILLE
2, Auxence Ickonga
B.P. 2484
Brazzaville, Republique du Congo
Tel.: (+242) 22 281 1153 – 04 444 0060 – 06 888 3738
Fax: (+39) 06 9291 3579                                                                                                            E-mail: ambasciata.brazzaville@esteri.it
Reperibilità: l'Ambasciata è contattabile dal lunedi' al venerdi' dalle 08,00 alle 18,00. Al di fuori di tale orario, nei fine settimana e nei giorni festivi, è raggiungibile (sempre tramite i numeri di cui sopra) un funzionario di turno per le emergenze.

 

Indirizzi utili

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Congo

Avvisi particolari

Diffuso il 08.10.2014. Tuttora valido.

Sicurezza

A seguito dell’attacco da parte della popolazione del quartiere generale del Parco Nazionale d’Odzala-Kokoua, nel Nord del Paese, si raccomanda cautela ai visitatori. Si  sconsiglia di soggiornare nella porzione del Parco situata nel dipartimento della Cuvette Ouest e di circolare sulla strada Etoumbi-Mbono, fino a completo ristabilimento della situazione di ordine pubblico e di sicurezza nella zona.
Alla luce della situazione in Repubblica Centrafricana e dell’assenza di controlli alle frontiere da parte delle forze di sicurezza, che possono causare l’afflusso in Repubblica del Congo di elementi armati e di delinquenti, si raccomanda massima cautela a ridosso della fascia frontaliera con la Repubblica Centrafricana e di evitare viaggi o soggiorni non strettamente necessari.

A seguito dei violenti scontri che hanno interessato la capitale Brazzaville lunedì  16 dicembre 2013 e che hanno causato 22 decessi, la situazione sembra essere gradualmente tornata alla calma. Si raccomanda tuttavia massima cautela ed un contatto constante con l’Ambasciata.

Anche alla luce dell’incidente aereo occorso il 30 novembre 2012 a Brazzaville, si ribadisce l’elevato rischio relativo ai voli interni, dato che tutte le compagnie aeree incorporate in Congo figurano nella black list comunitaria.
Nelle località più importanti del Paese si registrano, anche se in modo sporadico, episodi di criminalità come furti e rapine a mano armata. Queste ultime sono state segnalate anche sulle Strade Nazionali 1 e 2 a poche decine di km da Brazzaville. Si consiglia pertanto prudenza, soprattutto nei luoghi affollati e nelle ore serali, nonché nelle zone extraurbane.

Avvertenze generali

Anche alla luce delle carenza delle strutture locali, si consiglia di effettuare solo viaggi strettamente necessari, ferme restando le esigenze di operatività e delle strutture logistiche e di sicurezza in loco delle imprese italiane, delle organizzazioni internazionali, delle ong, etc., qui operanti
.  Ai connazionali che dovessero comunque recarsi in Congo, si raccomanda di contattare, prima di intraprendere il viaggio ed immediatamente all'arrivo nel Paese, l'Ambasciata d'Italia a Brazzaville (mail: ambasciata.brazzaville@esteri.it, tel. +242 044440060 - 044440062 -  222811153 – 068883738; fax +39 06 92913579), attenendosi scrupolosamente ai suggerimenti forniti.

Le condizioni igienico sanitarie anche nei centri urbani principali, sono particolarmente critiche. Si sono registrati casi molto frequenti di malaria, tifo, colera, febbre gialla, epatite A e B e altre malattie contagiose anche endemiche. Nella parte Nord della confinante Repubblica Democratica del Congo è stato registrato un focolaio di Ebola. Le strutture sanitarie locali sono particolarmente carenti sotto ogni profilo.

Si raccomanda, altresì, di tenersi costantemente informati sull'evolversi della situazione del Paese anche attraverso gli organi di informazione internazionali. Si consiglia, inoltre, ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.

 



 

Informazioni generali

Documentazione necessaria per l'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento della partenza. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata del Paese in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

VIAGGI ALL’ESTERO DEI MINORI:  si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto di ingresso: obbligatorio, da richiedere presso le Rappresentanze diplomatico-consolari della Repubblica del Congo in Roma. Unitamente al visto d’ingresso occorre essere in possesso di:
1. Titolo di viaggio andata e ritorno (o circolare)
2. Certificato di alloggio sottoscritto da un eventuale invitante residente in Congo, vidimato presso il Comune congolese dell'invitante e vistato dalle Autorità di Immigrazione congolesi, o, - in alternativa- di una prenotazione alberghiera o di un contratto di lavoro vidimato dal Ministero del lavoro congolese (nell'ipotesi che ci si rechi in Congo per ragioni di lavoro).

Vaccinazioni obbligatorie: febbre gialla (certificato internazionale di vaccinazione richiesto all'arrivo nel Paese).

Formalità valutarie e doganali: nessuna

L'esportazione di oggetti in legno è subordinata all'autorizzazione da parte del Ministero congolese dell'Economia Forestale e dell'Ambiente ed al pagamento di una tassa.


Sicurezza

Sebbene, il Paese abbia intrapreso un corso politico ed economico all’insegna della stabilità, permangono fattori che possono, anche repentinamente, modificare tale quadro.  Permane di conseguenza il consiglio di effettuare viaggi nel Paese soltanto se ritenuti necessari. Ai connazionali che dovessero comunque recarsi in Congo, si raccomanda di contattare, prima di intraprendere il viaggio ed immediatamente all'arrivo nel Paese, l'Ambasciata d'Italia a Brazzaville (ambasciata.brazzaville@esteri.it), Tel. (+242) 044440060 - 044440062 – 222811153 - 068883738 – fax (+39) 06 92913579, attenendosi scrupolosamente ai suggerimenti forniti, nonché di tenersi costantemente informati sull'evolversi della situazione del Paese anche attraverso gli organi di informazione internazionali.
A Brazzaville la situazione di sicurezza è in linea generale soddisfacente, sopratutto nei quartieri centrali dove vive la maggioranza degli stranieri. Si consiglia di essere più accorti durante le ore serali e notturne, in particolar modo nelle zone popolari del nord e del sud della città; é altresì consigliabile non portare con sé grandi quantità di denaro, documenti importanti, telefono e macchine fotografiche costose (è comunque richiesto l’ottenimento di un permesso speciale del Ministero della Cultura per scattare foto).
Gli episodi di criminalità subiscono una recrudescenza nel periodo di fine anno e si raccomanda quindi maggiore cautela.

Zone a rischio
Non vi sono al momento conflitti in atto nel Paese. La Regione del Pool, a Sud della Capitale, dopo gli accordi del marzo 2003, ha visto diminuire sensibilmente gli episodi di violenza e gli scontri tra ribelli e forze dell'ordine. Perdura tuttavia in questa regione una situazione di potenziale pericolo che sconsiglia di recarvisi anche a causa delle obiettive difficoltà logistiche ancora precarie (condizioni della strada e della ferrovia che attraversano la regione collegando Brazzaville a Pointe-Noire, lungo le quali non mancano peraltro episodi di criminalità perpetrati da gruppi di sbandati).
I rischi maggiori vengo registrati sulla Strada Nazionale 1, nel tratto Kinkala-Mindouli.
Un veicolo di trasporto che transitava lungo il percorso compreso nel tratto di strada tra Matoumbou-Kindamba-Ngouedi è stato presso d’assalto il 5 marzo 2011 da un gruppo di uomini armati. Altri episodi analoghi hanno avuto luogo nel 2012 e 2013.

Zone di cautela: in caso di viaggi all'interno del Paese, sarebbe consigliabile affidarsi ai consigli di persone conosciute e di provata affidabilità, data anche la pressoché totale mancanza di una rete di agenzie di viaggio. Si consiglia in ogni caso di evitare spostamenti nelle ore notturne e di evitare i quartieri periferici dei principali centri urbani. Ciò anche in relazione ad una recente recrudescenza di criminalità, che si é manifestata in rapine a mano armata a Brazzaville e a Pointe-Noire.  

Avvertenze
 Si consiglia di:
- non allontanarsi dai centri abitati a causa della carenza di strutture;
- evitare spostamenti nelle ore notturne, specie nei quartieri periferici delle grandi città.

A coloro che per necessità dovessero recarsi in Congo si consiglia di contattare anticipatamente l'Ambasciata d'Italia a Brazzaville, e comunque, una volta giunti nel Paese, di contattare l’Ambasciata, comunicando il proprio recapito sul posto, ed ogni eventuale spostamento durante la permanenza. E’ consigliato inoltre di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel sito: Dove siamo nel mondo  

Normativa prevista per uso/e spaccio di stupefacenti: anche se la canapa indiana (Marijuana) cresce spontaneamente ne è vietato l'uso; così come l'importazione, l'esportazione, il trasporto, la vendita ed il possesso di tutte le sostanze considerate stupefacenti.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: la pedofilia e le violenze contro i minori sono considerati reati gravissimi puniti severamente.

Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si raccomanda di informare l'Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: L'assistenza sanitaria è del tutto inadeguata. Il reperimento di medicinali è sufficiente, almeno per quanto riguarda quelli più comuni.

Malattie presenti: Le malattie endemiche sono quelle tipiche delle zone equatoriali: malaria, amebiasi, febbre tifoidea, epatite ecc.
Il tasso di incidenza dell'HIV è molto alto, in particolar modo nella città di Pointe Noire.

Sul finire del 2010 si é verificata nella Repubblica del Congo un’epidemia di poliomielite che ha fatto registrare centinaia di casi e di decessi. Quasi tutti i casi sono stati segnalati dal porto di Point-Noire, altri sono stati individuati a Dolisie, Kayes, Bouenza, Brazzaville. Le Autorità sanitarie locali, in collaborazione con l’OMS, hanno dato inizio ad una larga campagna di vaccinazione contro l’epidemia, ancora in corso, a seguito della quale sono cessati i casi di contagio. Ai connazionali che intendano recarsi nel Paese, ed in particolare nelle zone interessate dall’epidemia, si consiglia, in ogni caso, di effettuare, previo parere medico, la vaccinazione contro la poliomielite di tipo 1.

In passato sono stati segnalati alcuni casi di febbre emorragica con tre decessi registrati a Mokouangonda (regione di Sangha a nord del Paese). Le persone decedute avevano soggiornato nel Parco Nazionale di Odzala.

Avvertenze: Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una polizza assicurativa che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche il rimpatrio d'emergenza o il trasferimento del malato in altro Paese.

Si suggerisce di: effettuare, previo parere medico, le vaccinazioni contro: poliomielite, epatite A e B, meningite, tifo, difterite; di consumare solo verdura ben cotta e frutta sbucciata accuratamente; di prestare attenzione alla provenienza delle carni, evitandone la consumazione nei luoghi di ristoro più modesti; di adottare le normali pratiche igieniche, quali il frequente lavaggio delle mani, bere solo acqua in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio (l'acqua corrente non è potabile); di effettuare la profilassi antimalarica, soprattutto se si soggiorna per periodi non prolungati (per soggiorni di lunga durata consultare un medico circa le eventuali controindicazioni della profilassi). Per maggiori informazioni si prega di consultare il Focus “Sicurezza sanitaria – Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara” sulla home page di questo sito.

A diverse riprese nel corso del biennio (2011-2013) si sono verificate epidemie di colera a Brazzaville e Pointe-Noire oltre che riconosciuti focolai di altre malattie infettive anche gravi. La malaria é endemica e si registrano frequenti casi di malaria cerebrale anche tra la comunità degli espatriati. Negli ultimi mesi del 2011 si è verificata anche una epidemia di poliomielite, che ha fatto registrare centinaia di casi e di decessi. Quasi tutti i casi sono stati segnalati dal porto di Point-Noire, altri sono stati individuati a Dolisie, Kayes, Bouenza, Brazzaville.
A Brazzaville, soprattutto nella parte sud della città (Makélékélé e Bacongo), nel Pool ed a Pointe-Noire, sono stati registrati – in passato - casi di febbre Chikungunya, patologia finora sconosciuta in questo Paese. In passato sono stati segnalati alcuni casi di febbre emorragica con tre decessi registrati a Mokouangonda (regione di Sangha a nord del Paese). Le persone decedute avevano soggiornato nel Parco Nazionale di Odzala.

Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori di età superiore ad 1 anno.

 


Viabilità

Patente
Internazionale (modello Convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).

Assicurazione auto
Assicurazione Rc da stipulare in frontiera.

Importazione temporanea di veicoli
È richiesto il carnet di passaggio in dogana per veicoli importati temporaneamente.
Ulteriori informazioni al sito www.aci.it/index.php?id=2090

Aeroporti internazionali
Brazzaville, Pointe Noire
I collegamenti aerei con l'Italia sono assicurati dalle Compagnie Air France via Parigi, Lufthansa via Francoforte, Ethiopian Airlines via Addis Abeba e Royal Air Maroc via Casablanca.
I collegamenti aerei all'interno del Paese sono assicurati da compagnie private quali TAC, e Aeroservice, Canadian Air, Ecair, spesso con aeromobili ad elica di fabbricazione ex sovietica. (Antonov,Yak ecc), che sono tutte in black list europea.

Trasporti interni
Il collegamento tra le varie città viene effettuato da privati con mezzi spesso vetusti ed inaffidabili a causa dell’assenza totale di mezzi pubblici.

Il tratto ferroviario tra Pointe Noire e Brazzaville (500 km. tempo medio di percorrenza 24 ore), viene utilizzata quasi esclusivamente per il trasporto di merci. Si sconsiglia di farne uso, a causa del suo cattivo funzionamento e della situazione esistente nella regione del Pool, non ancora definitivamente stabilizzata.

Al di fuori della Strada Nazionale n. 2, da Brazzaville sino a Makoua e della Strada Nazionale n. 1 tra Brazzaville e Kinkala, i collegamenti stradali sono poco praticabili, sopratutto durante il periodo delle piogge.

La distribuzione ed il rifornimento di carburante sono soggetti ad episodiche interruzioni.

La presenza di centri sanitari e di autoambulanze all’interno del Paese è piuttosto modesta e quasi inesistente al di fuori delle principali città.

Si raccomanda l’uso della cintura di sicurezza in automobile ed quello del casco, qualora gli spostamenti avvengano in moto o in bicicletta.

In caso di incidente stradale con danni fisici alle persone, i responsabili sono spesso oggetto di violente reazioni che possono giungere anche al linciaggio. Si consiglia, se possibile, di cercare il più vicino posto di polizia e di richiedere la protezione degli agenti.