Dati del paese

bandiera della Corea del sud Corea Del Sud (ROC) - Asia

mappa della Corea del sud

Capitale: SEOUL 
Popolazione: 48.260.000 (stima)  
Superficie: 99.601 Km²
Fuso orario: +8h rispetto all'Italia, + 7h quando in Italia è in vigore l'ora legale

Lingue: la lingua ufficiale è il coreano.

Religione: buddismo, protestantesimo e cattolicesimo. La libertà di religione è garantita.

Moneta: Won sudcoreano, che circola in banconote da 1.000, 5.000, 10.000 e 50.000 Won ed in monete da 10, 50, 100 e 500 Won.

Prefisso per l'Italia: Per effettuare una chiamata internazionale è necessario digitare uno dei prefissi delle compagnie telefoniche internazionali (001, 002, 005, 008, 00365, 00700, 00770), seguiti dal codice del Paese e dal numero da chiamare (preceduto dal prefisso della città con lo zero).

Prefisso dall'Italia: 0082 (seguito dal prefisso della città senza lo zero)

 

Meteo

 Dati meteo non disponibili

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d'Italia a SEOUL
3Fl. Ilshin Bldg., 98 Hannam-daero, Yongsan-gu
Seoul 140-894.

Centralino 0082-2-7500200/201/ Numero Fax 0082-2-797-5560 
Cancelleria Consolare 0082 2 750 0200/0201
Ufficio commerciale  0082 2 750 0200
embassy.seoul@esteri.it
home page: http:www.ambseoul.esteri.it



vai al sito

Orario di lavoro:
Lunedi'-Venerdi': 9.00-13.30 e 14.30-17.30
Orario di apertura per il pubblico:
Lunedi'/Mercoledi'/Venerdi': dalle 9 alle 11.30
Sabato e domenica chiuso
L’Ambasciata è chiusa per Capodanno, lunedì dell’Angelo, primo Maggio, Natale e Santo Stefano, nonché per due giorni nel Capodanno lunare (gennaio o febbraio, a seconda del calendario) e per due giorni del “Chuseok” (settembre-ottobre). Fuori l’orario di lavoro, solo per emergenza, è possibile contattare  il numero:+ 82(0)10.2242.0491 (cellulare di emergenza dell'Ambasciata) cui risponde il funzionario di turno: il cell. di emergenza è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

 

 

Indirizzi utili

Telefoni utili:
Ambulanza e Vigili del fuoco
: 119 (www.rescue.go.kr) Il numero e’ operativo anche in inglese.
Emergenza medica per gli stranieri: 1339
Polizia : 112 112 (http://www.police.go.kr/eng/index.jsp)

 

 

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Corea Del Sud

Avvisi particolari

Diffuso il 19.06.2015. Tuttora valido.

SICUREZZA:
Sono stati accertati nel Paese (con particolare riferimento alle zone della capitale Seoul, della Provincia limitrofa del Gyeonggi-do e di Daejeon), a partire dalla seconda meta’ di maggio 2015, casi di infezione da coronavirus della sindrome respiratoria proveniente da Paesi del Medio Oriente (MERS).
Alle frontiere (varchi aeroportuali e marittimi) e’ stata rafforzata la vigilanza sanitaria con l’attivazione di misuratori di temperatura e varchi dedicati per passeggeri in provenienza dai Paesi del Medio Oriente o di voli che, in provenienza dall’Europa, abbiano fatto scalo in Paesi dell’area mediorientale; particolare attenzione ed eventuali misure precauzionali saranno dedicate da parte delle autorità coreane a quei viaggiatori che dovessero presentare sintomi caratteristici dell’infezione da MERS. Il Governo sudcoreano ha attivato un sito interamente dedicato al virus MERS, contenente informazioni aggiornate relative alle misure di prevenzione adottate, alle strutture sanitarie in cui si sono registrati casi e alle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Salute: http://www.mers.go.kr/mers/html/jsp/Menu_C/list_C4.jsp Si raccomanda di non recarsi nelle strutture ospedaliere in cui sono stati finora verificati i casi di contagio e di preferire – in casi di reale emergenza clinica – altri nosocomi del Paese. Il Governo Metropolitano di ‪Seoul ha altresi’ attivato i numeri verdi 043-719-7777 e 109 (in lingua inglese) per rispondere alle richieste di informazioni sulla situazione sanitaria nel Paese e ad eventuali segnalazioni. Inoltre, ha diramato una lista di eventi cittadini che sono stati rimandati o cancellati, oltre che una serie di indicazioni pratiche utili, tra cui i riscontri alle domande più frequenti in materia  http://english.seoul.go.kr/policy-information/welfare-health-security/efforts-curb-mers/3-june-events-seoul-cancelled/ 
A fini di prevenzione, l'Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) raccomanda di rispettare le normali misure di igiene, in particolare un costante lavaggio delle mani con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica, e di evitare la vicinanza e il contatto con persone che presentino sintomi di tosse acuta e raffreddore. La situazione e’ costantemente monitorata dalle competenti Autorita’, che forniscono aggiornamenti della situazione alle Ambasciate residenti. Al momento, l’OMS non ritiene di sconsigliare viaggi nel Paese. Si invita a consultare il sito dell'Organizzazione Mondiale della Salute, in costante aggiornamento sulla situazione sanitaria nel Paese: http://www.who.int/csr/disease/coronavirus_infections/en/

Su un piano piu’ generale, la situazione di sicurezza nella penisola coreana si presenta stabile. Limitati episodi di schermaglie tra i due eserciti nordcoreano e sudcoreano continuano a verificarsi con una certa frequenza nella zona a ridosso di confine, con scambi di artiglieria sia a terra che in mare ma senza che questo pregiudichi la complessiva situazione di sicurezza. 

Si suggerisce comunque ai connazionali che intendano recarsi nel Paese di mantenersi informati sull’evolversi della situazione e di registrare i propri dati sul sito DoveSiamoNelMondo anche al fine di poter ricevere eventuali comunicazioni in caso di necessità.
Si ricorda, infine, l’opportunità di consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link, nonché di sottoscrivere, prima della partenza, una assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).
                                
Consultare voce “SANITA’” della Scheda.



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto
: necessario, con validità residua di almeno n. 3 (tre) mesi alla data di arrivo nel Paese.

VIAGGI ALL’ESTERO DEI MINORI: si prega di consultare il Focus “Prima di partire - Documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso: non occorre il visto per i cittadini italiani che si recano per soli motivi di turismo e per soggiorni inferiori ai n. 90 (novanta) giorni, a condizione di non svolgere attività remunerate. Per soggiorni superiori ai n. 90 (novanta) giorni, è invece necessario munirsi di un visto che puo’ essere richiesto presso l'Ambasciata della Repubblica di Corea a Roma oppure presso il Consolato della Repubblica di Corea a Milano. Successivamente, entro n. 90 (novanta) giorni dal proprio arrivo in Corea, è necessario richiedere la “alien registration card “ presso il locale Ufficio di immigrazione, dietro presentazione del proprio passaporto, una foto e il pagamento di 10.000 Won. Il tempo medio di attesa per ottenere la carta é di 10 giorni circa. Al completamento definitivo del periodo di soggiorno in Corea, tale documento deve essere restituito alle Autorità di immigrazione presso l'aeroporto o il porto di partenza.

Per maggiori informazioni su arrivi e partenze dei viaggiatori e sulle varie tipologie di visto, si consiglia di rivolgersi all’Ambasciata coreana o di consultare il sito del Ministero della Giustizia coreano: http://www.moj.go.kr/HP/ENG/index.do

Formalità valutarie e doganali

All’arrivo in Corea, è necessario compilare la dichiarazione di arrivo denominata "Arrival Card" (una per passeggero, sono esclusi i residenti regolarmente registrati nel Paese), la "custom declaration" (uno per famiglia) e il "quarantine questionnaire’’ (allegato alla dichiarazione doganale), secondo quanto indicato nel seguente link:  http://www.airport.kr/iiacms/pageWork.iia?_scode=C1202010100

E' bene informarsi sui prodotti consentiti e non, presso l'Ambasciata di Repubblica di Corea a Roma o visitando il sito delle dogane coreane http://www.customs.go.kr/eng/.

All’arrivo nella Repubblica di Corea bisogna dichiarare in dogana: (http://www.customs.go.kr/kcshome/main/content/ContentView.do?contentId=CONTENT_ID_000001312&layoutMenuNo=21016). Devono essere obbligatoriamente dichiarati i seguenti prodotti (alcuni dei quali vietati):
- Armi da fuoco (comprese quelle d'imitazione) e armi bianche come spade, balestre, ecc.; proiettili e sostanze chimiche, materiali tossici o radioattivi;
- Sostanze stupefacenti come l'oppio, eroina, cocaina, ecstasy, cannabis, metanfetamina, e farmaci;
- Prodotti agricoli, bestiame e altri prodotti alimentari (carne, pelle, pelliccia inclusi), piante, frutta, ortaggi, prodotti acquatici vivi e non;
- Elementi listati nella Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES), prodotti come l’avorio, la cistifellea di orso, ecc.);
- Prodotti che violano i diritti di proprietà intellettuale quali gli oggetti contraffatti;
- Banconote false, contraffatte e titoli negoziabili contraffatti;
- Libri, disegni, film, registrazioni e video che violano la Costituzione, la Pubblica Sicurezza e la Dogana;
- Mezzi di pagamento (valuta estera o Won) superiori a US $ 10.000;
- Oggetti trasportati a fini di vendita o d’'uso aziendale.
- Gli articoli che superano la franchigia gratuita (meno di US $ 400, 1 bottiglia di alcool, 1 stecca di sigarette, profumo 60 ㎖).

Se si usa il percorso doganale ‘Nothing to Declare’ pur essendo in possesso degli articoli sopra indicati senza averli dichiarati, si può incorrere in una multa del 30% del valore del bene, nel sequestro del bene e essere puniti secondo le leggi doganali locali. E’ consigliato, quindi, passare per il canale ‘Goods to Declare’ e rilasciare la dichiarazione volontaria. I beni elettronici personali (computer, videocamere, ecc.) vanno dichiarati all'arrivo o alla partenza in modo da poterli riportare con sé senza pagamento di dogana.

L’importazione di armi da fuoco e di armi bianche (anche se ornamentali o d'imitazione) è soggetta a determinate condizioni ed è molto complessa. Si deve ottenere un’autorizzazione preventiva dalla Polizia locale e le armi devono essere dichiarate all'arrivo nel Paese. Di seguito il numero dell’Ufficio Dogane coreano:
- Call Center dell’Ufficio Doganale: 1577-8577  (solo coreano, ma c’e’ la possibilita’ di chiedere informazioni in inglese tramite la pagina web:
http://www.customs.go.kr/kcshome/main/qna/QnaList.do?layoutMenuNo=21035)

•    Seoul Customs            Tel. 02-510-1114
•    Incheon Customs        Tel. 032-452-3114
•    Seoul Gimpo Cust        Tel. 02-6930-4999
•    Busan Customs           Tel. 051-620-6114



 

 

 

 

 

 

 


Sicurezza

La situazione di sicurezza nella penisola coreana è rientrata in una soglia di normali condizioni di rischio, pur in un contesto di tregua armistiziale tra le due Coree. Sul piano interno, il sistema di trasporti coreano resta affidabile, nonostante il tragico incidente del traghetto Sewol, affondato al largo della costa ovest della penisola coreana (aprile 2014).  Limitati episodi di schermaglie tra i due eserciti nordcoreano e sudcoreano continuano a verificarsi con una certa frequenza nella zona a ridosso di confine, con scambi di artiglieria sia a terra che in mare ma senza che questo pregiudichi la complessiva situazione di sicurezza che resta dunque stabile.

ZONE A RISCHIO: nessuna in particolare.

ZONE DI CAUTELA: area di demarcazione tra le due Coree (38° parallelo), di norma non accessibile ai turisti, eccetto nel punto di frontiera di Panmunjon, che può essere visitato nell’ambito di escursioni di gruppo approvate ufficialmente dalle locali Autorità. Cautela anche a Sud del “Northern District to the Civilian Control Line” una striscia ampia che va da 5 a 20 chilometri il cui accesso è sottoposto ad autorizzazione. In questa zona, è bene attenersi scrupolosamente ai percorsi autorizzati e alle istruzioni delle Autorità poiché sono presenti numerosi campi minati.

AVVERTENZE
Il Paese è sostanzialmente sicuro ma si consiglia comunque un’abituale prudenza nei periodi di soggiorno. Esiste una capillare presenza della polizia nelle città e in provincia con molti posti di polizia di quartiere, spesso agenti di polizia non parlano lingue straniere.
Da alcuni anni è in funzione in Corea un servizio di interpretariato in diverse lingue (incluso l’italiano, digitare #6) per gli stranieri fornite dalla "BBB" (Before Babel Brigade), ONG culturale coreana.  Tel. 1588-5644, http://www.bbbkorea.org.
Si consiglia ai connazionali che intendano recarsi in Corea di registrare i dati relativi al viaggio sul sito Dove siamo nel mondo  (i dati personali rimangono riservati in ottemperanza della vigente normativa e poi cancellati due giorni dopo la data segnalata di rientro in Italia), nonché controllare il sito web dell’Ambasciata d’Italia a Seoul (www.ambseoul.esteri.it).

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti)
Esiste una normativa molto severa sui reati di droga. I reati contro la legge sugli stupefacenti sono puniti con pene severissime (anche fino all'ergastolo) anche quando si tratta di piccoli quantitativi di qualsiasi tipo di droga. Le condizioni di detenzione carceraria sono severe.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori
I minori sono tutelati dalla “Commissione per la Protezione della Gioventù” coreana che si trova a Seoul, 3fl. Central Goverment Complex, 77-6 Sejongno, Chongno-gu.
La normativa al riguardo è reperibile in lingua inglese nel sito: http://www.youth.go.kr.
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le Autorità di polizia (es. stato di fermo o arresto) si consiglia di informare immediatamente – direttamente o attraverso esplicita richiesta alle Autorità della stazione di polizia dove si viene tratti in stato di fermo - l’Ambasciata d’Italia a Seoul (www.ambseoul.esteri.it) per la necessaria assistenza. Si sconsiglia di firmare documenti in lingua coreana quando non comprensibile.

Per un contatto diretto con l’Ambasciata, è possibile chiamare il numero +82(0)2.7500.200 in orari di Ufficio o il numero +82(0)10.2242.0491 (cellulare di emergenza dell’Ambasciata) cui risponde il funzionario di turno: il cell. di emergenza è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Ogni Ambasciata estera nella Repubblica di Corea si avvale dell’ausilio e della collaborazione di un Ispettore di polizia coreano che viene preposto a tale scopo dall’Ente di Polizia locale detto: “Korean National Police Agency” vedi sito: http://www.police.go.kr.   

 

 

 

 

 


Situazione sanitaria


Strutture sanitarie: La situazione sanitaria è in generale molto buona nel Paese, con personale medico competente, soprattutto nelle principali città coreane. Alcune strutture ospedaliere – specie nelle grandi città - sono anche dotate di cliniche internazionali, con personale medico e paramedico che parla inglese e/o altre lingue straniere. I costi di ricovero ospedaliero per i cittadini stranieri sono elevati. Per le informazioni sulla situazione sanitaria locale si suggerisce di consultare il seguente sito www.travelclinic.it/mondo/asia/corea.htm.

PRINCIPALI OSPEDALI A SEOUL CHE OFFRONO SERVIZI AGLI STRANIERI:
- Samsung  Medical Center - International Health Services
81 Irwon-ro Gangnam-gu. Seoul 135-710
Tel. 02-3410-0200
Fax: 3410-0229
E-mail: ihs.smc@samsung.com
http://www.samsunghospital.com/global/eng/main/main.do

- Asan Medical Center- International Healthcare Center
88, Olympic-ro 43-gil, Songpa-gu, Seoul 138-736
Tel.02 -3010-5001~3
Fax. 02-3010-5004
E-mail: int@amc.seoul.kr
http://eng.amc.seoul.kr/lang/index.jsp

- Yonsei University - International Health Care Center, Severance Hospital

50 Yonsei-ro, Seodaemun-gu Seoul 120-752
Tel. 02-2228-5800, 02-2228-1009 (appuntamenti), 010-9948-0983 (emergenze).
E-mail: ihcc@yuhs.ac
http://www.yuhs.or.kr/en/inter_healthcare_center/

- Soon Chun Hyang University Hospital -International Clinic
59, Daesagwan-ro, Yongsan-gu, Seoul 140-743
Tel. 02-709-9158 (9058)
Fax. 02-709-9133
E-mail: ic@hosp.sch.ac.kr
http://www.schmc.ac.kr/seoul/international/index.do

- Seoul National University Hospital – International Healthcare Center
101 Daehak-ro Jongno-gu, Seoul 110-744
Tel. 02-2072-0505, 02-2070-2890, 010-8831-2890 (emergenze)
Fax. 02-2072-0785
http://www.snuh.org/english/ihc/ihc01/sub01/

Cha Gangnam Medical Center

569, Nonhyon-ro Gangnam-gu, Seoul 135-081
Tel. 02-3468-2632 / 3404
E-mail: chamcic@chamc.co.kr
http://gangnam.chamc.co.kr/ic/index.html

Gangbuk Samsung Hospital – International Clinic
29, Saemunan-ro, Jongno-gu, Seoul 110-746
Tel. 02-2001-5100/5110
Fax. 02-2013-6200
E-mail: jeongeun63.han@samsung.com
http://international.kbsmc.co.kr/

Samsung Cheil General Hospital & Women’s Healthcare Center

17, Seoae-ro 1-gil, Jung-gu, Seoul 100-380
Tel. 02-2000-7437
Fax. 02-2000-7614
E-mail. cheilhospital@cgh.co.kr
http://www.cheilmc.co.kr/cheilmcenglish/index.html

PER INFORMAZIONI SU ALTRI OSPEDALI E CLINICHE IN COREA CHE OFFRONO SERVIZI AGLI STRANIERI si puo’ consultare il sito http://www.hikorea.go.kr/.

Inoltre, il Sung Ae Hospital (in ragione della collaborazione tra Italia e Corea durante la Guerra di Corea del 1950) offre agevolazioni sui costi delle prestazioni sanitarie ai cittadini italiani (fino al 55% di sconto). Per usufruire di tali agevolazioni, è necessario munirsi di una dichiarazione rilasciata dall’Ambasciata d’Italia a Seoul che attesti la cittadinanza italiana del richiedente la prestazione sanitaria scontata. Ecco i recapiti telefonici del Sung Ae Hospital di Seoul 02-840-7114 e del Sung Ae Hospital di Gwangmyeong 02-2680-7114 e di seguito gli indirizzi:
Sung Ae Hospital Seoul: 22 Yeouidaebang-ro 53-gil, Yeongdeungpo-gu, Seoul.
Sung Ae Hospital Gwangmyeong: 36 Digital-ro, Gwangmyeong-si, Gyeonggi-do.

E’ stato, inoltre, aperto a Seoul un centro di assistenza medica, operativo 24/24,  il “Seoul Global Center” a disposizione degli stranieri che risiedono o si trovano in visita nel Paese. Il Centro in questione consente agli stranieri che si trovano nella Repubblica di Corea di poter usufruire – oltre che di un ampio ventaglio di servizi medici con personale medico e paramedico che parla correttamente l’inglese – anche di altre attività compresi corsi di lingua coreana. Tutte le indicazioni pratiche al riguardo sono disponibili sul sito: http://global.seoul.go.kr.

Malattie presenti: Sono stati riscontrati nel Paese, in particolare a Seoul e nella Provincia limitrofa del Gyeonggi-do e di Daejeon, a partire dalla seconda meta’ di maggio 2015, casi di infezione da coronavirus della sindrome respiratoria proveniente da Paesi del Medio Oriente (MERS).
Alle frontiere (varchi aeroportuali e marittimi) e’ stata rafforzata la vigilanza sanitaria con l’attivazione di misuratori di temperatura e varchi dedicati per passeggeri in provenienza dai Paesi del Medio Oriente. E’ stato reso noto l’elenco aggiornato (consultabile in lingua inglese al seguente link: http://seoul.usembassy.gov/acs_mers2.html) delle strutture ospedaliere in cui sono stati finora verificati i casi di contagio. Il Governo Metropolitano di ‪Seoul‬ ha altresi’ diramato alcune utili indicazioni (consultabili al seguente link) al fine di prevenire la diffusione del virus ‪‎MERS‬ e ha attivato il numero verde 043-719-7777 per rispondere (anche in lingua inglese) alle richieste di informazioni sulla situazione sanitaria nel Paese: http://english.seoul.go.kr/policy-information/welfare-health-security/efforts-curb-mers/measures-prevent-infection-mers-middle-east-respiratory-syndrome/. Inoltre, ha diramato una lista di eventi cittadini che sono stati procrastinati o cancellati: http://english.seoul.go.kr/policy-information/welfare-health-security/efforts-curb-mers/3-june-events-seoul-cancelled/
A fini di prevenzione, l'Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) raccomanda di rispettare le normali misure di igiene, in particolare un costante lavaggio delle mani con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica, e di evitare la vicinanza e il contatto con persone che presentino sintomi di tosse acuta e raffreddore. La situazione e’ costantemente monitorata dalle competenti Autorita’, che forniscono aggiornamenti della situazione alle Ambasciate residenti. Al momento, l’OMS non ritiene di sconsigliare viaggi nel Paese. Si invita a consultare il sito dell'Organizzazione Mondiale della Salute, in costante aggiornamento sulla situazione sanitaria nel Paese: http://www.who.int/csr/disease/coronavirus_infections/en/


Avvertenze: Si raccomanda di valutare previo parere medico l’opportunità di procedere alla vaccinazione contro l'epatite virale tipo B, contro l'encefalopatia giapponese (questa solo per i bambini) talvolta presente durante la stagione delle piogge (estate) e alla vaccinazione antitifica. Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese del malato (MEDEVAC). Tale precauzione assume particolare rilevanza per gli italiani che si recano in Corea per scopi turistici, di visita, di svago, ecc.

Contattando il numero 02-3140-1700, è altresi’ possibile ottenere a pagamento un servizio per stranieri di mediazione tra paziente e ospedali coreani.

I lavoratori dipendenti pubblici che si rechino temporaneamente in Corea per motivi di lavoro possono usufruire di una forma di assistenza indiretta da parte del Servizio sanitario nazionale italiano sulla base di quanto disposto dal D.P.R. 618/1980. Per le procedure da seguire, si consiglia a tutti gli interessati di consultare il sito del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/

I cittadini stranieri residenti in Corea possono usufruire dell’assistenza del servizio sanitario nazionale coreano se in possesso di determinati requisiti che lo permettono. Per maggiori informazioni visitare il sito: http://www.nhis.or.kr/static/html/wbd/g/a/wbdga0101.html


Nessuna vaccinazione obbligatoria.



 

 

 

 

 

 

 

 


Viabilità

Trasporti: La Città di Seoul offre un sistema unificato di pagamento dei mezzi di trasporto, è possibile quindi utilizzare diversi mezzi (metropolitana, autobus, treni) per uno stesso viaggio (se il tempo trascorso per cambiare mezzo non supera i 30 minuti o i 60 minuti tra le ore 21.00 e le ore 7.00), senza dover acquistare titoli di viaggio separati. Per utilizzare al meglio questo sistema e ottenere una tariffa scontata, è necessario utilizzare una carta prepagata chiamata T-Money da passare sulle apposite macchine di lettura all’ingresso e all’uscita dei varchi della metro e all’inizio e alla fine di ogni viaggio su altri mezzi di trasporto pubblici. Il sistema prevede il pagamento di un percorso base (1.050 Won se si utilizza la T-Money, altrimenti 1.150 won) che aumenta di 100 Won ogni 5 km percorsi. E’ possibile utilizzare la carta T-Money nelle maggiori città coreane (Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.t-money.co.kr/).

Seoul e le altre principali città coreane offrono un efficiente servizio di taxi, facilmente reperibili a qualunque ora del giorno e della notte. La tariffa base si aggira intorno ai 3.000 Won di giorno (3.600 Won di notte dopo le 23) per i taxi comuni, mentre è maggiore per quelli di lusso (limousine, di colore nero). Tutti i taxi sono dotati di sistema di pagamento con carta di credito e T-Money. E’ consigliabile munirsi di indirizzo scritto in lingua coreana da fornire al tassista all’inizio della corsa, in alternativa è possibile contattare il servizio di interpretariato gratuito al numero riportato all’interno del taxi.

Per gli stranieri in possesso dei seguenti requisiti possono anche noleggiare un’auto:
1.    Esperienza di guida superiore ad un anno nel proprio Paese;
2.    Possesso patente internazionale;
3.    Età superiore ai 21 anni;
4.    Essere muniti di passaporto.

Per ulteriori informazioni: http://www.hikorea.go.kr/

 Patente: è accettata la patente di guida internazionale (modello Convenzione di Ginevra 1949, oppure Vienna 1968). 

Assicurazione auto: obbligatoria.

Importazione temporanea di un veicolo: è necessario il pagamento di un importo per il "carnet di passaggio in dogana"  ATA  (informazioni sul sito www.atacarnet.com ). Le autorità doganali limitano generalmente a sei mesi il periodo massimo di importazione di un veicolo. Si suggerisce, comunque ,di contattare preventivamente le autorità doganali del paese per conoscere l'esatta procedura da adottare.

Norme di guida

È obbligatorio l'uso delle cinture di sicurezza e del casco per motociclisti.

Un bambino che viaggia sul sedile anteriore di un veicolo deve essere assicurato ad una cintura di sicurezza o sedere in un seggiolino adatto.

Catene da neve: obbligatorie in caso le condizioni meteo lo richiedano.

In caso di incidente evitare discussioni e contattare il 119 per le emergenze. Possibilmente fotografare la scena dell'incidente; prendere i dati della controparte: nome, numero telefonico ecc.; notificare l'accaduto all'assicurazione.  

Tasso alcolico nel sangue: il limite consentito è di 0,05%. La guida sotto l'influenza dell'alcool è un'infrazione grave. I posti di blocco di notte sono diffusi ovunque per tale tipo di controllo. Inoltre dei test dell'alito sono effettuati periodicamente sui conducenti fermati. 

Autostrade: Il sistema di pagamento è a pedaggio al casello. È possibile l'uso di carte prepagate e di telepass.

Trasporti: La Città di Seoul offre un sistema unificato di pagamento dei mezzi di trasporto, è possibile quindi utilizzare diversi mezzi (metropolitana, autobus, treni) per uno stesso viaggio (se il tempo trascorso per cambiare mezzo non supera i 30 minuti o i 60 minuti tra le ore 21.00 e le ore 7.00), senza dover acquistare titoli di viaggio separati. Per utilizzare al meglio questo sistema e ottenere una tariffa scontata, e’ necessario utilizzare una carta prepagata chiamata T-Money da passare sulle apposite macchine di lettura all’ingresso e all’uscita dei varchi della metro e all’inizio e alla fine di ogni viaggio su altri mezzi di trasporto pubblici. Il sistema prevede il pagamento di un percorso base (1.050 Won se si utilizza la T-Money, altrimenti 1.150 won) che aumenta di 100 Won ogni 5 km percorsi. E’ possibile utilizzare la carta T-Money nelle maggiori citta’ coreane (Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.t-money.co.kr/).

Seoul e le altre principali città coreane offrono un efficiente servizio di taxi, facilmente reperibili a qualunque ora del giorno e della notte. La tariffa base si aggira intorno ai 3.000 Won di giorno (3.600 Won di notte dopo le 23) per i taxi comuni, mentre è maggiore per quelli di lusso (limousine, di colore nero).Tutti i taxi sono dotati di sistema di pagamento con carta di credito e T-Money. E’ consigliabile munirsi di indirizzo scritto in lingua coreana da fornire al tassista all’inizio della corsa, in alternativa e’ possibile contattare il servizio di interpretariato gratuito al numero riportato all’interno del taxi. 

Per gli stranieri in possesso dei seguenti requisiti possono anche noleggiare un’auto:
1. Esperienza di guida superiore ad un anno nel proprio Paese;
2. Possesso patente internazionale;
3. Età superiore ai 21 anni;
4. Essere muniti di passaporto.

Per ulteriori informazioni: http://www.hikorea.go.kr/