Dati del paese

bandiera della Costa d'Avorio Costa d'Avorio (CI) - Africa

Capitale: YAMOUSSOUKRO (300.000 abitanti). Il trasferimento degli uffici amministrativi da Abidjan (capitale fino al 1983) a Yamoussoukro difficilmente potrà avvenire a breve termine. Abidjan resta ancora oggi la sede del Governo ed il principale centro politico ed economico del Paese.
Popolazione: 17.900.000 abitanti
Superficie: 322.460  Km2
Fuso orario: -1h rispetto all’Italia; -2h quando in Italia vige l'ora legale

Lingue:  francese (lingua ufficiale). Esistono, inoltre, numerose lingue locali (circa 60), parlate soprattutto nelle zone rurali (Dioula, Baulé, Bété, Agni ecc.).

Religioni: musulmana (35-40%), cristiana (30%), il resto animisti.

Moneta: Franco CFA

Prefisso per l'Italia: 0039  
Prefisso dall'Italia: 00225

Telefonia: la rete cellulare è attiva su quasi tutto il territorio ivoriano.

 

Meteo

poco nuvoloso Abidjan, Cote d'Ivoire
Temperatura 27°C

Aggiornato al 21/10/2014 09:00

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d'Italia a ABIDJAN
Indirizzo:
16, Rue de la Canebière
01 B.P. 1905 Abidjan 01
Côte d'Ivoire
Tel.:+225 22446170, 
                22446361
Fax: +225 22443587
Cellulare di emergenza:
+225 07 077343
E-mail: ambasciata.abidjan@esteri.it

  1. vai al sito

 

Indirizzi utili

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi




Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Costa d'Avorio

Avvisi particolari

Diffuso il 25.09.2014. Tuttora valido.

Alla luce del diffondersi di casi di febbre emorragica (Ebola) in Guinea, Liberia e Sierra Leone si raccomanda ai connazionali di non recarsi nelle zone colpite dall’epidemia. Si raccomanda altresì – data l’elevata mobilità delle persone residenti nelle aree potenzialmente interessate dall’epidemia - di attenersi scrupolosamente alle seguenti norme igienico sanitarie: evitare di cacciare, manipolare e mangiare selvaggina; lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone o disinfettanti; evitare contatti con persone che presentino sintomi di febbre e sanguinamento. Si ricorda che la malattia si contrae attraverso sangue contaminato, sudore, escrementi, liquido seminale e cadaveri di persone morte per febbre.

Per maggiori informazioni sul virus e sulle misure precauzionali da adottare, si invitano i cittadini italiani che intendono recarsi in Liberia a consultare il Focus “Ebola” sulla homepage di questo sito.

Si rinvia anche al sito dell'Organizzazione Mondiale della Sanita' http://www.who.int/csr/disease/ebola/en/ ove vengono forniti costanti aggiornamenti sulla diffusione del virus in Africa occidentale.

Si informa inoltre che la Costa d’Avorio ha al momento chiuso le frontiere terrestri con Liberia e Guinea, ed ha sospeso tutti i collegamenti aerei diretti con Freetown, Monrovia e Conakry. A tale ultimo riguardo, si raccomanda ai connazionali, qualora prevedano di effettuare spostamenti nella regione,  di tenersi costantemente aggiornati sugli sviluppi delle misure di controllo alle frontiere.

A tutti coloro che dovessero recarsi in Costa d’Avorio si raccomanda una condotta vigile e prudente.

Dopo la grave crisi del 2010-2011 si registrano notevoli progressi in materia di sicurezza ma si segnalano ancora regolarmente violenti incidenti in diverse zone del Paese. Occorrerà del tempo per ristabilire un sistema di sicurezza pienamente operativo sull’intero territorio. La Polizia e la Gendarmeria hanno ancora una capacità di azione limitata.

Permangono, soprattutto nelle regioni dell’Ovest, al confine con la Liberia, criticità a livello di sicurezza. Tranne la città di San Pedro e zone limitrofe, la sicurezza resta precaria anche a causa della presenza di forze irregolari e bande armate (agguati per strada). Sono sconsigliati i viaggi nelle province delle Dix-Huit Montagnes, Haut Sassandra, Moyen-Cavally e Bas Sassandra se non dettati da effettiva necessità (motivi professionali o in ambito di Organizzazioni ben stabilite nel Paese). Parimenti si sconsigliano viaggi nel Nord del Paese, al confine con il Mali.

Le città principali (Abidjan, San Pedro, Bouaké, Yamoussokro) godono di un relativo livello di sicurezza. Tuttavia prudenza e vigilanza sono d’obbligo nell’intera area metropolitana di Abidjan dove, con frequenza, si registrano episodi di microcriminalità e delinquenza comune. Adjame, Yopougon e Abobo sono da considerarsi quartieri a rischio, specie se non si é accompagnati e nelle ore notturne. Si segnala inoltre che, di recente, fenomeni di criminalità diffusa, legati al proliferare delle baby gangs, hanno cominciato a toccare anche il quartiere di Cocody.

Non accennano a diminuire i numerosi casi di truffe ai danni di cittadini stranieri, architettate da singoli individui o da gruppi organizzati, che spesso adescano le proprie vittime tramite Internet richiedendo successivamente e a diverso titolo l’invio di somme di denaro.

In generale si raccomandano prudenza, vigilanza e discrezione, informandosi, prima e durante un viaggio, attraverso i media locali, i propri partners in affari, agenzie di viaggio o conoscenze in loco sull’evoluzione del quadro di sicurezza. Da evitare, sempre, luoghi di manifestazioni o assembramenti, cosi’ come gli spostamenti nelle ore notturne.

A coloro che dovessero trovarsi in Costa d’Avorio, é assolutamente consigliato di segnalare la propria presenza all’Ambasciata d’Italia, indicando i propri dati, l’itinerario del viaggio e i recapiti di riferimento in Costa d’Avorio e in Italia. E’ inoltre opportuno restare in contatto con l’Ambasciata durante il soggiorno, consultare regolarmente il suo sito Internet e registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.

 



 

Informazioni generali

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell'arrivo nel Paese. Per  le eventuali modifiche relative a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all'estero di minori:  si prega di consultare il Focus: “Prima di partire / documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto di ingresso: necessario, da richiedere presso gli uffici diplomatico/consolari della Costa d'Avorio presenti in Italia. Il visto d'ingresso non può essere ottenuto in aeroporto.

Vaccinazioni obbligatorie: Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio per i viaggiatori di età superiore ad un anno.

Formalità valutarie e doganali: in generale, l'Euro e il dollaro USA non sono accettati ma sono facilmente convertibili. L'uso di carte di credito e di traveller cheque, peraltro assai poco diffuso, è comunque sempre sconsigliato a causa dell'altissima frequenza di frodi.

Esportazione di valuta: è consentito esportare denaro in contante, fino al controvalore di franchi CFA 2 milioni (euro 3.049).

I residenti in Costa d'Avorio debbono essere in possesso, al momento di lasciare il Paese, della ricevuta di acquisto di valuta rilasciata da una Banca abilitata.
I turisti devono dichiarare alla Direzione delle Finanze presso la Dogana l’ammontare di valuta posseduta al momento dell'ingresso nel Paese. L'attestazione rilasciata dalla stessa Dogana potrebbe essere richiesta dagli stessi uffici al momento di lasciare il Paese.

Sdoganamento delle merci contenute nei bagagli dei viaggiatori all'ingresso nel Paese: per valori superiori o uguali a franchi CFA 100.000 (pari ad euro 152) è previsto il pagamento di una tassa doganale mediante una procedura semplificata.
Per valori inferiori alla suddetta cifra e per effetti personali acquistati da più di sei mesi non è prevista alcuna tassa.

I prodotti di seguito indicati sono soggetti a limiti quantitativi:
a) tabacco: 200 sigarette o 25 sigari o 150 grammi;
b) bevande alcoliche: 1 litro di superalcolici o di vino liquoroso o di spumante;
c) profumi: 75 grammi o 6 centilitri di profumo o 3/8 di litro di acqua di colonia.


Sicurezza

A tutti coloro che dovessero recarsi in Costa d’Avorio si raccomanda una condotta vigile e prudente.    
A seguito delle contestate elezioni presidenziali del 28 novembre 2010, il Paese ha attraversato una profonda crisi politico-istituzionale, culminata in violenti scontri armati tra le opposte fazioni dell’ex-Presidente Gbagbo e del neo-eletto Presidente Ouattara. Dopo l’arresto del Presidente Laurent Gbagbo, con il quale l’11 aprile 2011 è stato posto fine alla fase più acuta della crisi politico militare, e l’insediamento ufficiale del Presidente eletto Alassane Ouattara, avvenuto il 21 maggio 2011, si assiste ad un graduale processo di normalizzazione.

Permangono, soprattutto nelle regioni dell’Ovest, al confine con la Liberia, criticità a livello di sicurezza. In queste zone sono sconsigliati viaggi turistici. Parimenti si sconsigliano viaggi nel Nord del Paese, al confine con il Mali.

Le città principali (Abidjan, San Pedro, Bouaké, Yamoussokro) godono di un relativo livello di sicurezza. Tuttavia prudenza e vigilanza sono d’obbligo nell’intera area metropolitana di Abidjan dove, con frequenza, si registrano episodi di microcriminalità e delinquenza comune. Adjame, Yopougon e Abobo sono da considerarsi quartieri a rischio, specie se non accompagnati e nelle ore notturne.
Si consiglia in ogni caso di iscriversi sul sito DoveSiamoNelMondo.

AVVERTENZE

Si consiglia di:
- evitare spostamenti notturni, soprattutto nei quartieri popolari;
- non girare con oggetti di valore; le rapine avvengono ovunque, quartieri centrali e residenziali inclusi. In caso di rapina si consiglia di non opporre resistenza.
Infine, in caso di fermo da parte dell’esercito e o della polizia locale ai posti di blocco é opportuno mantenere la calma.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga
: a causa dell'aumento della circolazione di sostanze stupefacenti nel Paese, le Autorità hanno adottato condanne più severe; sono previste gravi pene detentive per chiunque venga trovato in possesso di quantità, anche modiche, di droghe di qualsiasi genere (pesanti e leggere).

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: le pene per stupro, pedofilia o attentati contro il pudore sono molto severe e possono arrivare fino a 20 anni di reclusione o persino all'ergastolo (nei casi di pedofilia).
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione), vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.
Le Autorità di polizia applicano le stesse leggi sia ai locali che agli stranieri. 
A norma di legge, su richiesta della parte lesa e in sussistenza di casi gravi, le Autorità possono procedere al sequestro del passaporto, al fine di impedirgli di lasciare il territorio.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata italiana ad Abidjan per la necessaria assistenza.


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: Le strutture sanitarie private ad Abidjan sono di buon livello anche se molto costose e richiedono il pagamento anticipato delle cure.
Le strutture pubbliche sono molto carenti e scarsamente affidabili.
Ad Abidjan, ma anche nel resto del Paese, esistono numerose farmacie provviste soprattutto di medicinali francesi. E’ necessario tuttavia munirsi, prima della partenza, di medicinali essenziali, in quanto, in ragione dell’attuale crisi socio-politica, potrebbero esservi difficoltà nel reperirli sul mercato locale.

Malattie presenti: Le malattie diffuse a livello endemico sono diverse: la malaria è estesa su tutto il territorio e in alcuni casi è particolarmente grave e resistente al cloro chinino. La profilassi è consigliata ma non è efficace nella totalità dei casi. Si consiglia pertanto, prima del viaggio, di consultare un medico esperto in medicina tropicale e di munirsi di medicine per combattere la malaria nel caso di infezioni. Sono raccomandate, previo parere medico, le vaccinazioni contro la meningite, il colera, il tifo, il tetano, la tubercolosi, l'epatite A e B ( si veda il Focus “Sicurezza sanitaria – Malattie infettive e vaccinazioni” sulla home page di questo sito), oltre alla profilassi antimalarica (Focus “Sicurezza sanitaria – Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara” ).
Diffusissimo l'AIDS, specie tra la popolazione giovanile e negli ambienti urbani.

Le Autorità sanitarie locali hanno confermato - all’inizio del 2011 - la diffusione in alcuni quartieri di Abidjan di un’epidemia di colera ha fatto registrare numerosi casi con alcuni decessi. Si raccomanda, pertanto, di attenersi alle misure sanitarie ed igienico/alimentari del caso.

Avvertenze: Si consiglia di: disinfettarsi con mercurio cromo o altro disinfettante in caso di ferite e, qualora non si fosse vaccinati contro il tetano, di utilizzare il siero antitetanico;
- fare uso di prodotti repellenti ed indossare abiti che coprano la maggior parte del corpo soprattutto durante le ore serali e notturne all'aperto;
- consumare carni cotte, verdure e frutta disinfettate e ben lavate; di
 bere acqua e bibite imbottigliate, senza aggiungere ghiaccio;
- adottare le misure igienico-sanitarie ed alimentari del caso data la presenza di tifo e colera a livello endemico;
di evitare bagni in acqua dolce e/o stagnante; di
- evitare di camminare a piedi nudi anche sulla spiaggia; e di  sottrarsi al contatto con i volatili e di recarsi nei mercati e negli allevamenti a causa della presenza di casi di influenza aviaria.

In ragione del rischio di intossicazioni legate alla presenza di residui tossici di origine petrolifera in alcune zone della città di Abidjan, si consiglia di evitare il consumo di frutta e verdura di dubbia provenienza e di preferire prodotti importati facilmente reperibili nei normali canali di distribuzione. Si sconsiglia in ogni caso la balneazione nelle acque lagunari.
È assolutamente necessario, prima di intraprendere il viaggio, stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre la copertura delle spese mediche, anche il rimpatrio aereo sanitario d'emergenza o il trasferimento in altro Paese.

Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio per i viaggiatori di età superiore ad un anno.


Viabilità

Patente
Italiana. 

Assicurazione auto
Assicurazione sulla responsabilità civile e "tessera" frontiera.

Temporanea importazione di veicoli
È richiesto il "carnet di passaggio in dogana" per veicoli importati temporaneamente. Ulteriori informazioni al sito
www.aci.it/index.php?id=2090

Norme di guida: senso della circolazione a destra, sorpasso a sinistra