Dati del paese

bandiera di Costarica Costa Rica (CR) - America centrale
mappa della Costarica

Capitale: San José
Popolazione:4.600.000 (2011)
Superficie: 51.100 Km2
Fuso orario: -7h rispetto all'Italia; -8h quando in Italia vige l'ora legale

Lingue: spagnolo (lingua ufficiale), inglese (diffuso). 

Religione: in prevalenza cattolica. 

Moneta: Colón della Costa Rica (CRC)

Prefisso per l'Italia: 0039 
Prefisso dall'Italia: 00506

 

Meteo

foschia Tobias Bolanos International, Costa Rica
foschia
Temperatura 20°C

Aggiornato al 23/10/2014 00:00

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d'Italia a SAN JOSÈ
 5a entrada Barrio Los Yoses, San Josè - Costa Rica,
   Apartado Postal n. 1729 – 1000 San Josè 
   Tel. +506-22246574/22241082/22342326, telefax +506-22258200,
     Telefono di emergenza:( funzionario di turno ven-dom.) +506-88286286
altri orari di chiusura Ambasciata +506 22713765
   e-mail: Ambasciata: ambasciata.sanjose@esteri.it
     Ufficio Consolare: consolare.sanjose@esteri.it
               
Sito: www.ambsanjose.esteri.it

 

Indirizzi utili

ISTITUTO COSTARRICENSE DE TURISMO
        Apartado P. n.  777 - 1000
        San José
        Tel +506-22995800, fax +506-22915648;

San Josè
Tel. +506-22956820, Fax +506-22956824
www.visitcostarica.com

Numero telefonico locale in caso di emergenze:  911

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Costa Rica

Avvisi particolari

Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido.

SICUREZZA
Durante la stagione delle piogge (da maggio a dicembre), si ripropone il rischio di eventuali smottamenti e frane, sia lungo le strade che collegano la valle centrale alla costa pacifica, sia lungo quella che permette di giungere direttamente alla costa caraibica, che talvolta - in alcuni punti - è soggetta a chiusura al transito. Anche in considerazione dello stato precario del sistema stradale, si raccomanda cautela durante la permanenza nel Paese. Per aggiornamenti sullo stato della viabilità stradale si consiglia di tenersi informati sulla situazione attraverso gli organi d'informazione locali, o consultando il sito Internet: www.transito.go.cr/estadorutas/index.html.

Si raccomanda altresì cautela e di evitare le zone ove maggiore potrebbe essere il rischio, tenendosi informati sulle condizioni meteorologiche attraverso il proprio agente di viaggio, i mezzi di comunicazione ed attenendosi alle indicazioni impartite dalle Autorità in loco. Informazioni sulla situazione meteorologica possono essere ottenute consultando direttamente il sito www.nhc.noaa.gov. Si veda anche il FOCUS Allarmi Meteo”  sulla home page del presente sito.

Il Costa Rica è inoltre esposto a ricorrenti rischi sismici e vulcanici. Per maggiori informazioni ed aggiornamenti si consulti il sito http://www.cne.go.cr. Si mantiene, in varie zone del Paese, una attività sismica e vulcanica di bassa – media intensità. Oltre al terremoto di 5.9 gradi Richter con epicentro in Guanacaste (registrato nel settembre 2014) si sono registrate anche recentemente come di consueto ripetute scosse sismiche (alcune significative, comprese tra i 4 e 5 gradi Richter) di varia profondità, che però non hanno provocato danni.

A causa dell’aumento degli episodi criminali registrati negli ultimi anni in Costa Rica, ed in particolare nella capitale, nonché di altri disagi ai quali possono essere esposti i turisti in visita nel Paese, quali il furto dei documenti, si suggerisce di consultare le voci “Sicurezza” e “Sanità” della Scheda.

Si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.

Si ricorda, infine, l’opportunità di sottoscrivere – prima della partenza – una assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).

 

 



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto:   necessario,(si consiglia una validità residua di almeno 3 mesi al momento dell’ingresso nel Paese). In caso di furto del passaporto la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia emette un foglio di rientro (gratuito e rilasciato a vista) che, però, non permette il transito negli Stati Uniti. Coloro che fossero in possesso di un biglietto aereo di ritorno che preveda il transito negli USA, a meno che non possano cambiare prenotazione, devono pertanto attendere il rilascio di un nuovo passaporto elettronico dopo che l’Ambasciata avrà chiesto ed ottenuto il nulla osta e la delega dalla Questura italiana competente. L’attesa può variare da pochi giorni fino ad un mese, a seconda della Questura competente.

Dal 12 gennaio 2009, per i cittadini degli Stati facenti parte del Visa Waiwer Program (VWP) che si recano temporaneamente negli Stati Uniti per turismo o motivi di lavoro, è obbligatorio registrare on-line (sito web https://esta.cbp.dhs.gov) i propri dati utilizzando la procedura elettronica “Electronic System for Travel Authorization” (ESTA). L’ESTA sostituisce la compilazione del modulo cartaceo I-94W e consente alle Autorità degli Stati Uniti di effettuare il controllo sulle persone che hanno intenzione di entrare in territorio statunitense, anche se solo per transito, prima del loro imbarco su nave o aereo.
Si consiglia in ogni caso di prendere nota di quanto esposto alla voce "Visto d’Ingresso” di questo sito o di consultare direttamente il sito Internet del Dipartimento di Stato USA: www.cbp.gov/travel

Viaggi all'estero di minori:   si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso: non necessario, per turismo fino a tre mesi di permanenza nel Paese. E’ necessario possedere il biglietto aereo di andata e ritorno.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna; è richiesto, invece, il certificato di vaccinazione per la febbre gialla a coloro che provengono da Brasile, Colombia, Ecuador, Nigeria, Perù, Sudan, Venezuela.

Formalità valutarie: è consentita al seguito del viaggiatore l’importazione di effetti personali privi di ogni carattere commerciale (comprese videocamere, macchine fotografiche, personal computer, articoli sportivi, ecc.). E’ inoltre consentita l’importazione di 3 litri tra vini e/o liquori e 500 gr. di sigarette o sigari. È vietata l’importazione di generi alimentari.

Le banche locali sono abilitate al cambio dell’Euro (Banco Nacional - Banco di Costa Rica) ma il cambio praticato è leggermente penalizzante. Si consiglia di utilizzare il dollaro USA quale valuta di riferimento, oppure l’utilizzo di carte di credito o bancomat internazionali.

 


Sicurezza

In Costa Rica sono notevolmente aumentate in questi ultimi anni le attività delinquenziali in genere. Occorre pertanto adottare norme di prudenza durante la permanenza e gli spostamenti nel Paese.

· Zone a rischio: aree isolate, in particolare, le zone confinanti con il Nicaragua e il Guanacaste. La regione a nord-ovest ha anche fatto registrare, nel recente passato, episodi di sequestro di cittadini stranieri a scopo di estorsione.

Si consiglia di:
- prendere adeguate precauzioni in caso di pernottamento in piccoli alberghi eccessivamente economici e di scarsa sicurezza, in particolare quelli situati nei quartieri centrali di San Josè, dove intere zone presentano un tasso elevato di microcriminalità e sono frequentate, soprattutto nelle ore notturne, da spacciatori di droga;
- evitare le zone nei pressi dell’Università di Costa Rica dove spesso vengono segnalate risse;
- evitare i litorali, soprattutto di notte anche in autovettura, in particolare sulla costa del Pacifico (Tamarindo, Montezuma, Jacò) e sulle coste atlantiche (Limón-Cahuita-Manzanillo), dove, in passato, sono stati uccisi a scopo di estorsione alcuni cittadini stranieri e dove, anche in pieno giorno, sono frequenti furti di autovetture lasciate incustodite e di oggetti al loro interno;
- non lasciare mai il bagaglio incustodito.


· Zone di cautela:
- le spiagge isolate. Va rilevato il potenziale pericolo in molte località balneari a causa di forti correnti marine che, in assenza quasi totale di un’adeguata segnaletica e di servizi di salvataggio, hanno provocato numerosi casi di annegamento. Si suggerisce di informarsi in loco di eventuali pericoli di correnti e risacche marine;
- le zone vicino alle paludi, alle foci e ai corsi dei fiumi (per l’eventuale presenza di coccodrilli ed altri animali pericolosi, che talvolta si spingono in mare);
- le località balneari isolate vanno inoltre evitate per il pericolo di furti ed attacchi da parte di delinquenti comuni;
- i parchi naturali (da visitare preferibilmente accompagnati da guide autorizzate);
- il centro di San Josè (da visitare con adeguata cautela, specialmente durante le ore serali e notturne). Sono numerosi, infatti, gli scippi ed aggressioni ai danni di turisti.

E’ importante segnalare il costante e forte aumento di episodi di delinquenza comune (scippi, rapine a mano armata, truffe, furti in auto e negli alberghi) di cui sono state vittime turisti stranieri tra cui numerosi connazionali.

Furti di valige e di documenti si sono registrati anche all’arrivo di passeggeri presso gli aeroporti internazionali di San José e Liberia come alle stazioni di partenza ed arrivo degli autobus di linea. Si consiglia di prestare particolare attenzione nel famoso, anche per la sua pericolosità, terminal bus “La coca cola”.

Avvertenze
Sono sempre più frequenti i casi di furti ed assalti, anche ai danni di turisti. In particolare, i malviventi usano tecniche articolate come quella di bucare pneumatici delle autovetture dei turisti per poi offrire assistenza e quindi derubarli. Attenzione particolare va adottata nei ristoranti comuni (soda), nei bar, nei centri commerciali e soprattutto sugli autobus pubblici; un momento di disattenzione è sufficiente per subire uno scippo.

A causa della tossicodipendenza si è registrato un forte incremento degli arresti per traffico di droga. Il Direttore dell’OIJ (Organismo di investigazione giudiziaria) non ha dubbi nel segnalare il nesso tra consumo e spaccio di “crack” ed il continuo aumento di furti, assalti stradali, lesioni e omicidi.


Si consiglia di:

· lasciare in custodia presso l’albergo (meglio se nelle cassette di sicurezza) biglietti aerei, denaro, gioielli (meglio sarebbe non portarli), altri valori e passaporto (portare con sé una fotocopia, dato che le Autorità ne consentono l’uso, in considerazione dell’alto numero di documenti originali rubati); va ricordato che, in caso di furto di passaporto, l’Ambasciata può emettere solo un documento di viaggio che, come già ricordato, non permette il transito sul territorio USA;
· effettuare cambi di valuta solo nelle banche, agenzie autorizzate o negli alberghi (in questi ultimi il tasso di cambio può essere tuttavia penalizzante);
· utilizzare solo taxi autorizzati (di colore rosso) e di colore arancione (questi ultimi in partenza e in arrivo dall’aeroporto internazionale) e, in caso di escursioni, autovetture e guide segnalate dall’albergo o da agenzie turistiche. Occorre evitare l’uso di taxi non ufficiali dato che si sono registrati episodi di violenza, talvolta conclusisi tragicamente, nei confronti degli utilizzatori portati fuori città;
· non parcheggiare le auto in posti isolati e non lasciare nell’auto oggetti di valore (videocamere, macchine fotografiche, ecc.) e documenti;
-   non dare passaggi a persone sconosciute;
· Rivolgersi preferibilmente a distributori di benzina o a negozi e non a sconosciuti incontrati per strada per ottenere informazioni su indirizzi o località turistiche;
- evitare la balneazione lungo il litorale pacifico, nonché in quelli limitrofi (si tratta delle spiagge più vicine alla capitale), in quanto sono stati segnalati come particolarmente inquinati dagli scarichi dei numerosi alberghi, centri commerciali e condomini recentemente costruiti;
· non opporre resistenza in caso di rapina a mano armata e notificare appena possibile l’accaduto, prima alla polizia investigativa (Organizzazione di Investigazione Giudiziaria - OIJ ) e non soltanto alla Fuerza Publica e poi all’Ambasciata d’Italia.

Il Costa Rica è un Paese ad alto rischio sismico. Il confluire di tre importanti faglie sotterranee (Caribe-atlantica, Coco-pacifica e Nazca-sudamericana) provoca non solo ricorrenti forti scosse di terremoto (come quello di Limon - Atlantico nel 1990 e quella del vulcano Poas nel gennaio 2009 e la più recente in Guanacaste nel settembre 2012), ma anche eruzioni vulcaniche (nel gennaio 2010 è ripresa l’attività del vulcano Turrialba). Sono frequenti le scosse anche di 4/5 gradi della scala Richter che in molti casi non provocano danni gravi né vittime.
Si ricorda a tale riguardo che sono attivi, anche se dormienti, diversi dei principali vulcani che circondano la “Valle Central” dove si trova la capitale San Josè.  Tra le principali attrattive turistiche vi sono le colate di lava del vulcano “Arenal”, un poco più a nord, e quelle del vulcano “Rincon de la Vieja”, che si trova quasi al confine con il Nicaragua.

Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare in Costa Rica sul sito Dove siamo nel mondo 

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga: la normativa in materia di stupefacenti prevede che chiunque detenga illegalmente, trasporti, offra, acquisti o venda sostanze stupefacenti, venga punito con la reclusione da 8 a 20 anni. Se il possesso riguarda una modica quantità di sostanze stupefacenti e solo se l’imputato può dimostrare che la stessa era destinata ad uso esclusivamente personale, la pena può essere ridotta. Si segnala il costante e preoccupante aumento del narcotraffico nel Paese, con il conseguente aumento degli arresti di cittadini locali e stranieri. Quasi tutti gli italiani detenuti in Costa Rica sono stati arrestati per traffico di droga.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: la pedofilia e le violenze contro minori sono considerati reati gravissimi e puniti severamente.
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) sono perseguibili al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: La situazione sanitaria in generale è discreta. Le prestazioni mediche ed ospedaliere sono abbastanza buone, anche se molto onerose nei centri di cura privati, di norma previa presentazione della carta di credito quale garanzia per la copertura delle spese, tranne in caso di emergenza. La disponibilità di medicinali è discreta ma il loro costo è spesso molto elevato.

Malattie presenti: In questi ultimi anni si è registrato un aumento dei casi di febbre “dengue” endemica in alcune località del Paese (compresa la capitale), soprattutto nel periodo delle piogge, non solo nelle zone costiere, ma anche nell’altopiano centrale e nelle principali città, a causa delle precarie condizioni sanitarie degli insediamenti più poveri, inclusa la capitale. Si segnala che la variante emorragica del “dengue”, in realtà poco diffusa, se non riconosciuta e curata adeguatamente può essere mortale. Le Autorità del Ministero della Salute costaricense hanno affrontato nel corso del 2013 ed inizio del 2014 l’epidemia più grave della storia del Paese, con migliaia di casi di dengue dichiarato, con decine di casi di dengue emorragico, alcuni decessi ed un incremento di ospedalizzazioni.  Per maggiori informazioni si consiglia di consultare il il sito del WHO http://www.who.int/csr/don/ o Focus “Sicurezza sanitaria – Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara” sulla home page di questo sito.
Numerosi sono i casi di infezioni gastrointestinali, dovuti principalmente alla contaminazione dell’acqua o dei cibi (specie le verdure crude o le bevande acquistate per strada) ma anche a infezioni virali. Particolarmente diffuso nel paese l’e-choli.

Avvertenze: Si consiglia di consumare acqua solo imbottigliata e lavare le verdure crude con prodotti specifici.
Poiché sia il sistema pubblico – in misura minore – sia le strutture sanitarie private (che spesso offrono standard  più elevati) richiedono preventivamente il pagamento delle spese di ricovero e di intervento (per importi talvolta anche molto elevati), si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto per tutti i viaggiatori di età superiore ad un anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia ( con esclusione di Argentina, Panama; Trinidad e Tobago), nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’ aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia

 


Viabilità

Patente
Italiana.

Assicurazione auto
Assicurazione sulla responsabilità civile obbligatoria.

Temporanea importazione di veicoli
È richiesto il "carnet di passaggio in dogana" per veicoli importati temporaneamente. Ulteriori informazioni al sito www.aci.it/index.php?id=2090



Trasporti in generale
Per gli standard della regione esiste un discreto servizio di trasporto stradale (linee di autobus in concessione a privati) per chi è diretto nelle principali località del Paese. In città il servizio di autobus e taxi è relativamente buono. Non esistono trasporti su rotaia tranne una limitata linea urbana che attraversa il centro della capitale ed una a scopo quasi esclusivamente turistico che collega saltuariamente San Josè con la costa pacifica e fa ritorno lo stesso giorno.

Non esistono voli che colleghino direttamente il Costa Rica con l’Italia. Vi sono connessioni con scalo in Spagna (Iberia), in Germania (voli Condor Air, con un ulteriore scalo), in Messico (Air France e KLM), a Panama (KLM), in diversi aeroporti USA (Martinair/KLM, Lufthansa e le principali compagnie statunitensi) e in Venezuela (Avianca-Alitalia, Airfrance e Lufthansa). La tassa d’imbarco in dollari USA all’uscita dal paese, da pagare in aeroporto, è di US$ 28 per un soggiorno turistico sino a 90 giorni.
.