Dati del paese

bandiera della Giordania Giordania (HKY) - Asia mappa della Giordania

Capitale: AMMAN  
Popolazione: 6.249.000  
Superficie: 88.778 Km² (esclusa la Cisgiordania).    
Fuso orario: +1h rispetto all'Italia   

Lingue:  arabo

Religioni: musulmana con minoranze cristiane.   

Moneta: Dinaro giordano (JOD)  

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00962   

 

Meteo

polvere Amman Airport, Jordan
caligine
Temperatura 11°C

Aggiornato al 18/12/2014 10:00

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d'Italia ad AMMAN
Hafiz Ibrahim Street, 5/7
Jabal Al Weibdeh
P.O. Box 9800
11191 Amman, Jordan
Tel.: +962 6 4638185
                    4636413
                    4624342
Fax: +962 6 4659730
Cellulare per emergenze:
(+962) 775415000
E-mail: info.amman@esteri.it
E-mail Sez. Consolare:
consolare.amman@esteri.it       

  1. vai al sito

 

Indirizzi utili

Telefoni utili 

Polizia (911)
Pronto soccorso (911)
Public Security Directorate
Preventive Security Department
Tel: (+962 6) 5601652
Fax: (+962 6) 5601634

Vigili del Fuoco (911)  

Ufficio turistico

  1. vai al sito

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Giordania

Avvisi particolari

Diffuso il 12.11.2014. Tuttora valido.


I recenti sviluppi regionali hanno provocato un innalzamento del livello di allerta nel Paese, dove peraltro la situazione resta relativamente calma grazie anche al capillare controllo del territorio esercitato dalle locali forze di sicurezza, note per la loro professionalità ed efficienza.

Si raccomanda quindi di mantenere elevata la soglia di attenzione e di adottare adeguate misure di cautela. In particolare:

- evitare i viaggi nelle città di  Maan e Zarka, se non  strettamente necessari;

-  evitare gli assembramenti in aree sensibili, come le aree limitrofe ai luoghi di culto o, nella capitale Amman, la zona di “Downtown”, specialmente dopo la preghiera del venerdì;

- tenersi costantemente aggiornati sulla situazione di sicurezza nel Paese (è sempre buona norma tenersi informati sulla situazione interna attraverso i media locali ed internazionali e consultando regolarmente il presente sito).

In considerazione del deterioramento delle condizioni di sicurezza in Siria ed in particolare nelle regioni di confine con la Giordania, nonché del costante e massiccio afflusso di profughi siriani nel Paese che sta provocando tensioni sociali, si raccomanda vivamente di evitare di recarsi nelle aree a ridosso del confine giordano-siriano e di visitare il campo per rifugiati di Zaatari ed i centri di raccolta nelle località di Mafraq e Ramtha.  Si raccomanda altresì di evitare di recarsi nella zona di confine con l’Iraq, alla luce dei recenti critici sviluppi nel Paese.

Non si segnalano per il momento particolari criticità nei principali siti di interesse turistico quali Petra, Aqaba, Mar Morto, etc.. Si consiglia, in ogni caso, di concordare gli itinerari turistici con la guida di riferimento locale e di evitare strade secondarie, specialmente durante le ore notturne.

Sebbene il livello di criminalità in Giordania sia piuttosto basso, si  è rilevato un marcato aumento del numero di crimini comuni, per cui si consiglia di prestare la massima attenzione a valori ed oggetti personali. Si raccomanda altresì - una volta in loco - di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo, etc.).

Si consiglia nuovamente di segnalare la propria presenza nel Paese, registrando i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo ed inviando una e-mail all'Ambasciata d'Italia ad Amman (info.amman@esteri.it; consolare.amman@esteri.it).

 

 



 

Informazioni generali

DOCUMENTI NECESSARI PER L'INGRESSO NEL PAESE 

Passaporto: necessario con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese in Italia.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d'ingresso: necessario.
 E’ possibile ottenere il visto d’ingresso:
• presso gli uffici diplomatico/consolari giordani presenti in Italia;
• direttamente all'aeroporto di arrivo in Giordania, dietro pagamento in valuta locale (Dinari giordani);
• presso le frontiere terrestri, ad eccezione della frontiera di King Hussein Bridge/Allenby Bridge (frontiera più vicina ad Amman), dove le Autorità giordane non rilasciano il visto.

Le tariffe relative ai visti sono le seguenti:

Costo del visto per l’ingresso singolo: 40 dinari giordani (JOD)
Costo del visto per due ingressi: 60 dinari giordani (JOD)
Costo del visto con validità di sei mesi e ingressi multipli: 120 dinari giordani (JOD).

I passeggeri in transito all’aeroporto internazionale “Queen Alia” di Amman per meno di 24 ore possono inoltre ottenere, attraverso tour operator autorizzati, un visto di ingresso gratuito denominato “Tour Turistico per visitare i siti Turistici ed Archeologici nel Regno Hashemita di Giordania”, per poter effettuare brevi escursioni presso alcuni dei siti di interesse turistico del Paese situati a poca distanza dallo scalo aeroportuale.

Formalità valutarie e doganali: nessuna in particolare


Sicurezza

SICUREZZA

Prima di effettuare un viaggio in Giordania, occorre ricordare che tutto il Medio Oriente si trova in una fase costante di tensione e che il Regno Hashemita sta risentendo in particolare del massiccio afflusso di rifugiati dalla vicina Siria, che sta provocando tensioni sociali specialmente nel nord del Paese. Si raccomanda quindi di evitare di recarsi nelle aree a ridosso del confine giordano-siriano e di visitare il campo per rifugiati di Zaatari ed i centri di raccolta nelle località di Mafraq e Ramtha. Si raccomanda altresì di evitare di recarsi nella zona di confine con l’Iraq e  di concordare gli itinerari turistici con la guida di riferimento locale. Si raccomanda infine di evitare strade secondarie, specialmente durante le ore notturne.

Negli ultimi anni si sono registrate numerose manifestazioni ed alcuni disordini, anche di carattere tribale, nella capitale e nelle principali città del Paese. E’ consigliato, pertanto, tenersi sempre aggiornati sulla situazione politica e di sicurezza tramite i mezzi d’informazione.
E’ inoltre opportuno evitare gli assembramenti, specialmente durante i fine settimana e dopo la preghiera del venerdì, soprattutto nelle zone di possibile aggregazione (come le aree limitrofe ai luoghi di culto o ad esempio, ad Amman, le zone antistanti il Ministero dell’Interno e la Municipalità). Si consiglia inoltre di evitare abbigliamento che per foggia o simboli (bandiere ecc.) possa essere considerato sensibile nelle attuali circostanze. 

Benché dagli attentati agli alberghi di Amman del novembre 2005 (che provocarono 60 morti e 120 feriti) non si  siano verificati altri episodi di rilievo, rari atti isolati sono stati tuttavia registrati nei confronti di turisti stranieri, tutti verificatisi nel centro “storico” della città. Inoltre, si sono sporadicamente verificati lanci di razzi verso l’area del Mar Rosso al confine con Israele, in concomitanza con analoghe esplosioni registrate ad Eilat. Si consiglia pertanto di segnalare la propria presenza in Giordania sia all’Ambasciata d’Italia (info.amman@esteri.it), sia registrando i propri dati relativi al viaggio sul sito:  DoveSiamoNelMondo 

Non si ravvisano difficoltà nei principali siti turistici di Petra, Jerash, Madaba, Wadi Rum, Aqaba.

Il Paese è a rischio sismico. L’ultimo terremoto registrato di particolare entità è stato quello del 1995 ad Aqaba, con un’intensità di 5 gradi della Scala Richter.
 
AVVERTENZE
Si consiglia di:

- non frequentare luoghi particolarmente affollati quali mercati e moschee e non avvicinarsi ai luoghi di eventuali manifestazioni. Ciò non solo per non essere coinvolti in possibili scontri tra eventuali manifestanti e forze dell’ordine ma anche perché i luoghi affollati sono ormai un possibile bersaglio di atti terroristici;

- seguire scrupolosamente ogni indicazione o divieto posto dalle Autorità e dalla Polizia giordana. Prestare attenzione ai divieti, anche se spesso sono scritti solo in arabo;

- effettuare le escursioni in gruppi già organizzati, evitando spostamenti individuali in quanto vi sono ampi spazi desertici e poco popolati da attraversare per raggiungere le mète turistiche; 

- prestare la massima attenzione a valori ed oggetti personali. Si raccomanda altresì - una volta in loco - di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo, etc.).

Si ricorda inoltre che:
- è proibito fotografare palazzi governativi, ponti ed obiettivi militari;
- in caso di incidente automobilistico con il ferimento di un cittadino giordano, si è sottoposti ad un periodo di carcerazione che dura fino al momento in cui il ferito è dichiarato guarito dalle autorità sanitarie. Si consiglia pertanto di noleggiare un'automobile con autista, che possa fungere anche da guida, e il cui costo di norma è relativamente contenuto;
- la Giordania è un Paese musulmano ed è bene astenersi da atteggiamenti che potrebbero essere percepiti come provocatori od offensivi da parte della popolazione locale, quali: indossare calzoncini, minigonne o camicette senza maniche in estate o mangiare, bere, fumare in pubblico durante il mese di Ramadan (il Ramadan, come noto, è una festività mobile).

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti): per i reati legati all’uso e possesso di sostanze stupefacenti sono previsti da 3 mesi a 2 anni di carcere, con multe da 1000 a 3000 dinari giordani; per il reato di spaccio di stupefacenti sono previste pene fino a 15 anni di lavoro duro ed una multa che varia dai 10.000 ai 20.000 D.G.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:
Per il reato di stupro di minore al di sotto di 15 anni è prevista la condanna a morte per impiccagione. Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti anche al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

 


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: le strutture sanitarie e la reperibilità di medicinali risultano nel complesso adeguate.

Malattie presenti: tra le malattie endemiche si segnalano: ameba, parassiti intestinali, epatite (le Autorità sanitarie locali hanno segnalato in particolare il rischio di epatite comunemente conosciuta come epatite B), colera (basso rischio).
A tale riguardo è bene adottare le misure preventive del caso anche sotto il profilo alimentare:

In Giordania si sono riscontrati alcuni casi di infezione da Coronavirus (NCoV) : per un utile approfondimento al riguardo, si invita a consultare il Focus “Sicurezza Sanitaria - Coronavirus” sulla home page di questo sito, nonché il sito della WHO (World Health Organization – Organizzazione Mondiale della Sanità), alla pagina “Disease Outbreak News” http://www.who.int/csr/don/en/index.html”  

Avvertenze:
- vanno evitati cibi crudi e locali non affidabili sotto il profilo igienico, si consiglia di non bere acqua corrente ma acqua e bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio.
Si consigliano, previo parere medico, le vaccinazioni contro l’epatite A e B.

-si consiglia, inoltre, di stipulare prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori  di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia.

 


Viabilità

Patente
Internazionale (modello convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).

Assicurazione auto

La Giordania non fa parte del circuito della Carta Verde ed è quindi necessario munirsi di una polizza assicurativa sul posto.
È possibile acquistare in frontiera un'assicurazione a breve termine all'entrata nel paese.

Importazione di veicoli
Si raccomanda un carnet di passaggio in dogana (CPD)  per l'importazione temporanea di veicoli. Ulteriori informazioni sul sito
www.aci.it/index.php?id=2090
Se l'importatore non ha un CPD la descrizione del veicolo sarà iscritta sul suo passaporto; al momento di lasciare la Giordania, le autorità doganali annulleranno la descrizione e annoteranno sul passaporto la data in cui il veicolo ha lasciato il paese.

All'entrata in Giordania, in ogni caso, con o senza Carnet di passaggio in dogana, va pagata una tassa d'entrata di 20 JOD per un permesso di importazione temporanea

Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario, con firma autenticata dal notaio.

Norme di guida
Casco di protezione per motociclisti obbligatorio
Cinture di sicurezza:è obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza per  gli occupanti  dei sedili anteriori
I seggiolini per bambini non sono obbligatori
Estintore : obbligatorio a bordo del veicolo. 


Tasso alcolico nel sangue
Limite consentito: 0,08%. Se tale limite è superato, la patente ed il certificato di immatricolazione sono immediatamente confiscati e scatta l'immediato divieto di guida.