Dati del paese

bandiera dell'Honduras Honduras (HN) - America centrale
mappa dell'Honduras

Capitale: TEGUCIGALPA  
Popolazione: 8.143.564   
Superficie:  112.492  Km2
Fuso orario: -7h rispetto all'Italia ( quando è in vigore l'ora solare)

Lingue:  spagnolo, inglese; alcune minoranze usano i dialetti indio e garifuna (afro-caraibico).  

Religioni: cattolica, protestante 

Moneta: Lempira.

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00504  

Telefonia: la rete mobile copre la maggior parte del Paese; le principali società sono Tigo, Claro, Digicel e Hondutel per la rete fissa.

 

Meteo

 Dati meteo non disponibili

 

Ambasciate e Consolati

AMBASCIATA D’ITALIA TEGUCIGALPA
 Torre Lafise – 3° piso – Col. San Carlos
Ave los Proceres. Centro Corporativo
Tegucigalpa
Telefono: (00504) 2221-4963/5774/5775
Fax (00504)2221-4953
Indirizzo e-mail: ambasciata.tegucigalpa@esteri.it

 

Indirizzi utili

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Honduras

Avvisi particolari

Diffuso il 25.08.2014. Tuttora valido.

SICUREZZA

A causa del continuo, costante aumento della criminalità e degli omicidi, si raccomanda la massima prudenza, al di fuori delle zone tipicamente turistiche di Roatan e dei Parchi Nazionali; recentemente a Copan, ove si trova il famoso parco archeologico Maya, si sono verificati alcuni gravi episodi criminali.

Ai connazionali che intendano recarsi in Honduras si consiglia di segnalare la propria presenza all’Ambasciata d’Italia a Tegucigalpa. Si consiglia – inoltre - di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo. Si raccomanda altresì - una volta in loco - di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.).


Consultare anche voci “Sicurezza” e “Sanità” della Scheda.



 

Informazioni generali

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto
: necessario, in corso di validità. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

VIAGGI ALL’ESTERO DEI MINORI:  si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.


Visto d’ingresso: non necessario per soggiorno turistico fino a 90 giorni.
Si richiama l'attenzione dei connazionali, che intendano recarsi in Honduras transitando per gli Stati Uniti,  sulla nuova normativa in materia di passaporto e visto d'ingresso negli USA. A tale riguardo, si consiglia di consultare il presente sito alla pagina Stati Uniti “Informazioni generali” o direttamente il sito Internet dell'Ambasciata americana  www.travel.state.gov/

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna. Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori  di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, con l’esclusione di Panama,  nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’ aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.
Il certificato internazionale di vaccinazione ha validità 10 anni a partire dal 10° giorno dalla vaccinazione. 

Formalità valutarie: nessuna.

 


Sicurezza

La situazione politica nel Paese, a seguito dell’insediamento del nuovo Presidente, si è normalizzata. Ai connazionali che si trovano nel Paese o che dovessero recarvisi si consiglia di adottare la massima prudenza, soprattutto nelle città di Tegucigalpa e San Pedro Sula, utilizzando per gli spostamenti sempre mezzi propri o radio taxi autorizzati ed evitando di uscire da soli dopo il tramonto a causa dell’aumento della criminalità particolarmente cruenta ed alimentata dal narcotraffico . Si consiglia, altresì, di mantenersi in contatto con l’Ambasciata d’Italia a Tegucigalpa, attenendosi agli eventuali suggerimenti forniti.
Il tasso di violenza in Honduras è uno dei più alti del continente americano, con un numero annuo di omicidi di 87 per centomila abitanti, con punte di 135 a San Pedro Sula, seconda città del Paese e di oltre 80 a Tegucigalpa. Si calcola che vi sia nel Paese circa un milione di armi leggere.
Molto diffusi, accanto alla microcriminalità, i sequestri di persona e le attività delle bande di delinquenti giovanili (“maras”).
Nella capitale e negli altri centri urbani dell’Honduras, la concentrazione dei reati riguarda principalmente le aree più povere e marginali, tra cui il centro di Tegucigalpa e la città “gemella” di Comayaguela.
 
Zone di cautela:
- la città di San Pedro Sula, principale centro industriale del Paese e tutta la costa atlantica, con l'esclusione del dipartimento di Gracias a Dios (la mosquitia), al confine con il Nicaragua, dove la violenza è molto diffusa ;
- le zone di frontiera con i Paesi limitrofi (El Salvador e Guatemala) dove è diffuso il  brigantaggio;
- il percorso tra l’aeroporto e la città di San Pedro Sula dove sono state segnalate, con una certa frequenza, anche rapine a mano armata a danno di viaggiatori.
Le isole della Bahia, Roatan, Utila e Guanaja si possono visitare, ma sempre prestando attenzione. 

Zone sicure:-  il complesso monumentale Maya di Copan e i grandi monumenti Maya;
- i parchi naturali di Cuero y Salado e di Lancetilla nei pressi delle città di Tela e di La Ceiba, le spiagge di Trujillo, i centri di Santa Rosa di Copan, di Yuscaran e di Comayagua possono essere visitati senza particolari  pericoli;

L’isola di Roatan e il distretto delle Isole è la zona più tranquilla e sicura del Paese. E’ raggiungibile con voli diretti provenienti dall’Europa, dagli Stati Uniti e dall’El Salvador, senza scali e dagli aeroporti di Tegucigalpa, San Pedro Sula e La Ceiba. Roatan. Le altre isole sono raggiungibili anche via nave dalla città costiera di La Ceiba.
Il Paese è a rischio sismico.

 Avvertenze:
Si consiglia di:
•  segnalare la propria presenza all’Ambasciata d’Italia a Tegucigalpa o al locale Consolato Onorario di San Pedro Sula all’arrivo nel Paese. Se ci si trova nelle isole della Bahia, si potrà, in caso di  necessità, contattare il Consolato Onorario (vedi voce “Ambasciata e Consolati”);
•  evitare il turismo individuale organizzando un viaggio di gruppo con  Agenzie turistiche affidabili;
• non portare con sè somme di denaro eccessive e non mostrare oggetti di valore (sono da considerarsi oggetti di valore anche cellulari di livello medio, computer portatili, palmari, macchine fotografiche, macchine fotografiche digitali, ecc.);
•  non circolare di notte in zone isolate o povere delle città;
• prestare attenzione al traffico automobilistico in quanto sono numerosi gli incidenti dovuti, in gran parte, alla guida indisciplinata e alla scarsità di segnaletica luminosa sulle arterie stradali di collegamento;
•  evitare l’autostop ed i campeggi;
• fare attenzione alle spiagge che, soprattutto nella stagione delle piogge, vengono infestate da insetti di vario genere, la cui puntura può provocare fastidiose reazioni allergiche.

Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel Paese sul sito Dove siamo nel mondo

A coloro che si recano nel Paese per motivi di lavoro (imprenditori, professionisti ecc.) si consiglia di essere prudenti nei contatti con le società locali, di selezionare con cura le amicizie, e di evitare stili di vita dispendiosi che potrebbero attirare l’attenzione e portare a sequestri di persona.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti):
In base all’ordinamento giuridico dell’Honduras, l’uso di stupefacenti viene considerato, per il momento, reato minore ed implica una pena di trenta giorni. Il possesso di stupefacenti ai fini del traffico di queste sostanze viene invece considerato un reato grave con procedimenti che possono durare anche diversi anni. E’ importante notare che il possesso di una quantità di droga - “pesante” o “leggera” - superiore ai 5 grammi dà luogo all’imputazione di “traffico di stupefacenti” con pene che variano da 15 a 20 anni di reclusione e multe da 125mila a 150mila Euro circa. Il limite dei 5 grammi non è sancito dalla legge ma viene desunto dalla pratica vigente. E’ tuttavia da tener presente che l’attribuzione all’imputato della quantità di droga posseduta è talvolta arbitraria. E’ bene rammentare che le condizioni di detenzione in un carcere locale sono particolarmente difficili. In considerazione del fatto che l’Honduras rappresenta una delle maggiori vie d’accesso agli Stati Uniti del traffico di droga proveniente dalla Colombia e che nel Paese sta aumentando il consumo di sostanze stupefacenti, le Autorità locali stanno esercitano un controllo sempre più severo ed attento sulle possibili violazioni .

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione)  vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di  informare l’Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

 


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: le condizioni sanitarie sono migliori nelle zone residenziali della capitale ed in quelle dei principali centri urbani, dove soprattutto nelle strutture private, esistono medici  formati  negli USA ed in Europa.

Malattie presenti: il Paese è il secondo di tutta l’America latina (Brasile in testa) per l’incidenza dei casi di AIDS. La presa di coscienza della necessità di una prevenzione in tal senso, non è ancora abbastanza diffusa tra la popolazione. Stime approssimative valutano l’otto per cento della popolazione come  affetto da HIV.
Sono stati segnalati in aumento i casi di dengue un po’ in tutto il territorio nazionale, e specialmente nelle province di Cortes, Atlantida e Colon, sulla costa atlantica.
Sono diffuse, in alcune aree del Paese, malaria, dengue emorragico, congiuntivite e varie parassitosi (cisticercosi, amebiasi, ecc.).
La minaccia di possibili epidemie è sempre presente in tutto il territorio.
La zona con maggior rischio di malaria e quella della “Mosquitia”, regione umida e paludosa situata nel Nord-Est del Paese.
La distribuzione dell’acqua è soggetta a razionamenti, soprattutto durante la stagione secca e ciò fa aumentare il rischio di contagi.

Avvertenze: si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Si consiglia inoltre di far bollire l’acqua per evitare rischio d’infezioni gastro-intestinali;
di non consumare cibi crudi;
di lavare con accuratezza e disinfettare verdura e frutta;
di bere soltanto acqua e bevande in bottiglia, senza l’aggiunta di ghiaccio;
di vaccinarsi, previo parere medico, contro l’epatite A e B;
di seguire la profilassi antimalarica, previo parere medico, se ci si reca nella zona della "Mosquitia".

Vaccinazioni obbligatorie: il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori  di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, con l’esclusione di Panama,  nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’ aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

Si ricorda, infine, l’opportunità di consultare sempre la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link, nonché di sottoscrivere – prima della partenza – una assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).

 


Viabilità

Patente
Italiana

Assicurazione auto
Rc vivamente raccomandata

Trasporti in generale. Quasi tutti i collegamenti tra le principali città vengono effettuati via terra oppure via aerea. I collegamenti aerei sono particolarmente cari. I collegamenti con le isole, oltre via aerea, sono assicurati anche dai traghetti .
Gli autobus che collegano tutti i centri abitati del Paese sono divisi in due categorie: normale e di lusso. Quelli normali si fermano ad ogni richiesta dei passeggeri mentre quelli di lusso viaggiano da capoluogo a capoluogo senza fermate intermedie. Quest’ultimi sono senz’altro da preferire, nel caso si voglia viaggiare via terra, sia per comodità che per sicurezza.
L’aeroporto Toncontin di Tegucigalpa, tuttora sprovvisto di radar, figura tra i più insicuri al mondo.
Più moderne e sicure sono le strutture del nuovo aeroporto internazionale di San Pedro Sula.

Collegamenti con l’Europa: non ci sono voli diretti con l’Italia, ad eccezione di un volo charter settimanale per l’Isola di Roatan. Varie linee aeree collegano l’Europa con il Guatemala, il Costarica, Miami, Houston o Panama.