Dati del paese

Kuwait (KUW) - Asia

Capitale: KUWAIT CITY
Popolazione: 3.700.000 circa, dei quali due terzi stranieri. 
Superficie: 17.820 km2
Fuso orario: +2h rispetto all'Italia, +1h quando in Italia è in vigore l'ora legale.

Lingue: arabo. L'inglese è tuttavia correntemente parlato da gran parte della popolazione.

Religioni: musulmana (religione ufficiale), consistenti minoranze cristiane ed induiste.

Moneta: Kuwait Dinar (KWD),   con tasso di cambio che oscilla tra i 2,60 e i 2,80 euro per dinaro

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00965

Telefonia: I gestori della telefonia mobile sono: Watanya, Zain e VIVA . Sono presenti numerosi operatori Internet ( ADSL, Wi-Fi,...).

 

Meteo

sereno Kuwait Internationalairport, Kuwait
Temperatura 28°C

Aggiornato al 22/10/2014 09:00

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d’italia in Kuwait
Indirizzo fisico: Jabriya, Block 9, Street 1, Villa n. 84, Al Kuwait
Indirizzo postale: P.O. Box: 4453 Safat, 13045 KUWAIT
Tel. (centralino):  00965 - 25356010/1/2 . Fax. 00965 – 25356030
Fax Sezione Consolare: 00965-25356090
Cellulare di reperibilità, operativo per i casi d'emergenza nelle ore di chiusura degli uffici: +965-99019353- .
E-mail: consolare.alkuwait@esteri.it
E-mail: ambasciata.alkuwait@esteri.it
Web: www.ambalkuwait.esteri.it

 

  1. vai al sito

 

Indirizzi utili

Pronto soccorso: 112 (sostituisce a partire dal 1 gennaio 2010 il precedente numero (777)
Polizia: 112

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Kuwait

Avvisi particolari

Diffuso il 10.09.2014. Tuttora valido.

Il Paese pare attraversare un periodo di relativa stabilità e, sul piano interno, appare oramai lontano il rumore delle manifestazioni antigovernative che avevano caratterizzato il Paese nell’autunno del 2012. L’accorta azione politica dell’Emiro ed i rimpasti di governo succedutisi hanno, infatti, contribuito a smorzare le frizioni in seno alle diverse componenti della comunità kuwaitiana.

Considerato inoltre il bassissimo tasso di criminalità, limitato tra l’altro ad alcune periferie e nelle ore notturne, il Paese è da considerarsi relativamente sicuro.

Tuttavia, in considerazione della complessità dello scenario regionale, pur non registrandosi al momento in Kuwait attività eversive e/o di supporto diretto al terrorismo internazionale, va ricordato che permangono - ancorché attenuati - fattori di criticità quali ad esempio le rivendicazioni dei bedun (apolidi arabi) per l’ottenimento della cittadinanza kuwaitiana, l’antagonismo religioso fra sunniti e sciiti, tentativi di ingerenza da parte dei Fratelli Musulmani sull’onda delle crisi che investe l’Egitto e la Siria, unitamente al rischio, comune a tutti i Paesi dell’area, di attentati anche contro interessi occidentali, per cui è opportuno tenersi costantemente informati sulla situazione del Paese, anche attraverso i mass media locali ed internazionali.

Si suggerisce di evitare di recarsi in aree periferiche o popolari, specie nelle ore notturne, ed alle donne che hanno necessità di spostarsi nelle ore notturne si raccomanda vivamente di muoversi con un accompagnatore o in gruppo.

Qualora si preveda una permanenza in aree periferiche del Kuwait, è consigliabile contattare l'Ambasciata d'Italia per una verifica della situazione di sicurezza nelle specifiche zone che si prevede di frequentare.

Ai connazionali che - a qualsiasi titolo - si trasferiscano in Kuwait (in via temporanea o per lunghi soggiorni) si consiglia di registrarsi presso l'Ambasciata d'Italia, segnalando i propri riferimenti in loco (telefono, cellulare, fax, e-mail, indirizzo di residenza o hotel) e di attenersi ad ogni eventuale suggerimento fornito dall'Ambasciata.

Si raccomanda inoltre di non adottare comportamenti offensivi per la morale islamica e di non reagire ad eventuali provocazioni.
Nel mese di Ramadan è severamente vietato e punito per legge il fumo ed il consumo di cibi o bevande in luoghi pubblici durante le ore del giorno, anche ai visitatori non musulmani.

Si consiglia inoltre ai connazionali di registrare i dati relativi al proprio viaggio in Kuwait sul sito DoveSiamoNelMondo



 

Informazioni generali

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese 

Passaporto:
necessario (che abbia una validità residua di almeno sei mesi al momento dell'ingresso nel Paese). Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Prima di mettersi in viaggio è consigliabile verificare che il proprio passaporto sia in buone condizioni: alcuni connazionali sono stati respinti a loro arrivo all’aeroporto internazionale di Kuwait City a causa di passaporti sgualciti o altrimenti deteriorati.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visti di ingresso: Per i cittadini di oltre 40 Nazioni, tra cui l’Italia, la normativa prevede il rilascio del visto di ingresso direttamente ai punti di frontiera del Kuwait (aerei, marittimi e terrestri). Il visto rilasciato ha validità di 90 giorni ed un costo di 3 dinari kuwaitiani (poco meno di 10 euro): si consiglia, tuttavia, di verificare il costo del visto con l’Ambasciata del Kuwait a Roma o con il Consolato del Kuwait a Milano. Non è più previsto il requisito della lettera di invito da parte di uno sponsor kuwaitiano: è, tuttavia, consigliabile poter mostrare un biglietto aereo di andata/ritorno e/o la conferma della prenotazione alberghiera.

Si segnala che il visto d’ingresso è stato rifiutato a cittadini italiani e di Paesi terzi che sono nati in Israele o i cui passaporti utilizzati per l'ingresso in Kuwait rechino visti/timbri israeliani.

Il Ministero degli Esteri del Kuwait raccomanda agli stranieri che intendano visitare il Paese con animali al seguito di munirsi dell'autorizzazione preventiva rilasciata dall’Autorità Generale per gli Affari dell'Agricoltura e Patrimonio Ittico kuwaitiano. Informazioni al riguardo si possono richiedere all'Ambasciata del Kuwait in Roma (CAP 00197- Via Archimede 124/126. Tel:06-8078415).

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Formalità valutarie e doganali: l'ingresso di bevande alcoliche di qualunque tipo e gradazione, anche acquistate nei “duty free” di aeroporti di transito, è severamente vietato. Riviste, libri e prodotti alimentari che possano essere identificati come contrari alla morale e ai precetti islamici possono essere sequestrati.

 Riviste, libri e prodotti alimentari che possano essere identificati come contrari alla morale e ai precetti islamici possono essere sequestrati


Sicurezza

Zone a rischio

- la zona a Nord del Paese (che nel periodo della guerra in Iraq ed in quello immediatamente successivo alla fine delle ostilità era stata dichiarata “zona militare interdetta” ai civili) è stata riaperta ai civili. Permangono ancora check-point militari e di polizia all’approssimarsi del confine Kuwait-Iraq, per il controllo del transito di persone e di veicoli.

Zone di cautela
A causa di proteste e manifestazioni, indette dalle opposizioni a seguito del boicottaggio delle elezioni politiche del 1° Dicembre 2012 da parte degli islamisti e liberali radicali, si consiglia di evitare:
- le aree di Sabahiya e Sabah Al-Nasser;
- la piazza di fronte al parlamento kuwaitiano;
- la zona dell’Ambasciata americana.
Si invitano i connazionali a consultare i media locali per tenersi aggiornati, a prestare particolare attenzione il venerdì dopo la preghiera delle dodici ovvero di evitare i luoghi di assembramento.

Inoltre si sconsiglia di evitare di recarsi in aree periferiche o popolari, specie nelle ore notturne. Si raccomanda di esercitare un elevato livello di vigilanza nei posti pubblici frequentati da stranieri, come scuole, hotel, ristoranti e centri commerciali. Si consiglia alle donne di evitare di muoversi a piedi nelle ore notturne, anche per brevi tragitti, se non in gruppo o accompagnate.

Avvertenze

Il Kuwait è un Paese islamico di stretta osservanza musulmana. E' vietata l'importazione di alcolici, di carne suina e di materiale che possa offendere la morale islamica. L'abbigliamento femminile deve essere decoroso. Bere, mangiare, fumare in pubblico durante il periodo del Ramadan può comportare rilievi negativi da parte dei passanti ed ha in alcuni casi portato a fermi di polizia.
Si sconsiglia l'utilizzo dei mezzi pubblici (spesso non in linea con gli standard internazionali di sicurezza e pulizia) nei trasferimenti urbani; il mezzo migliore per spostarsi nelle città è utilizzare un'auto a noleggio o un taxi.
Non può escludersi la possibilità di atti di terrorismo di matrice estremistico-islamica anche in Kuwait, che rappresenta una base logistica strategica per il transito e la sosta dei contingenti militari dei Paesi della Coalizione impegnati nello scacchiere del Golfo ed in Afghanistan.
Le Ambasciate occidentali (tra cui quelle dell’Unione Europea) in Kuwait continuano a raccomandare ai propri connazionali residenti in Kuwait o in visita di esercitare un elevato livello di vigilanza negli spostamenti e di adottare un “basso profilo” (evitare luoghi affollati da stranieri negli orari di punta, evitare la frequentazione dei quartieri più periferici, evitare comportamenti offensivi per la morale islamica).

Si raccomanda, in ogni caso, a tutti i cittadini italiani che giungano nel Paese di volersi registrare presso la Sezione Consolare dell’Ambasciata d’Italia, indicando i propri dati anagrafici, il luogo di temporanea residenza, nonché i propri recapiti telefonici, telefax, e-mail. Nel prendere contatto con i nostri Uffici consolari, si consiglia inoltre di attenersi durante la permanenza gli eventuali suggerimenti da essi forniti.

Si trascrivono qui di seguito, ad ogni buon fine, i riferimenti della Sezione Consolare presso l’Ambasciata d’Italia in Al Kuwait:

Jabriya, Block 9, Street 1, Villa n. 84
Al Kuwait. P.O. Box: 4453 Safat, 13045 KUWAIT
Tel.  +965 - 25356010/1/2.- Fax. +965 – 25356030
Cellulare di reperibilità, operativo per i casi d'emergenza nelle ore di chiusura degli uffici: +965-99019353- .
Fax Sezione Consolare: +965/25356090
E-mail:
consolare.alkuwait@esteri.it; ambasciata.alkuwait@esteri.it.   

Si consiglia, inoltre, di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel sito: Dove siamo nel mondo

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti): la normativa kuwaitiana punisce con sanzioni severe (carcere) sia l’uso che il traffico di droghe, sia leggere che pesanti. Per l’accusa di traffico di droga le Corti kuwaitiane possono decidere persino l’applicazione della pena capitale.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: sono previste pene rigorose per questo tipo di reati. Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare immediatamente l’Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: La situazione sanitaria è generalmente buona.
Le strutture e l’assistenza medica sono di buon livello. Non sono richieste né consigliate vaccinazioni particolari per il soggiorno nel Paese.
Non sussistono difficoltà per rimpatri sanitari, che comunque richiedono costi elevati.

Malattie presenti: Il clima caldo secco impedisce la presenza endemica di malattie tropicali. Nel 2007 si erano registrati alcuni casi isolati (animali e mai umani) di contagio dal virus H5N1 dell'influenza aviaria. Non risultano nuovi casi dopo il 2008.
Nel maggio 2009 il Kuwait ha adottato rigide misure di profilassi in aeroporto per limitare la diffusione del virus di ceppo H1N1 (Influenza di tipo A o "suina"), attenuate in autunno e dall'inizio del 2010 di fatto disapplicate.

Avvertenze: Si raccomanda di sottoscrivere una valida assicurazione internazionale  che copra anche le spese sanitarie e l’eventuale trasferimento aereo in altro Paese o il rimpatrio del malato.
Nel visitare Paesi caratterizzati da alte temperature è sempre bene adottare misure igienico-alimentari del caso. 

Nessuna vaccinazione obbligatoria
Si ricorda, infine, l’opportunità di consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link, nonché di sottoscrivere – prima della partenza – un'assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).
 


Viabilità

Patente
Internazionale ( mod.Convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).

Documenti doganali
È richiesto il carnet di passaggio in dogana per veicoli importati temporaneamente.Ulteriori informazioni sul sito www.aci.it/index.php?id=2090

Assicurazione auto
Poiché l'assicurazione italiana non è valida nel Kuwait, è necessario stipulare una polizza a breve termine alla frontiera di Al-Salmi o di Al-Nuwasseb.

Indirizzi utili:

Warba Insurance Co. S.A.K.
P.O. Box 24282 Safat
13103 Kuwait
Tél. : +965 2291 4471 (assurances automobile)
Fax : +965 2243 6275
e-mail : motor@warbaonline.com

Kuwait Insurance Co. S.A.K.
P.O. Box 769, Safat
13008 Kuwait
Tél. : +965 2242 0135 / 0021
Fax : +965 2242 8530
e-mail : info@kic-kw.com
Internet : http://www.kic-kw.com

Norme di guida
Circolazione
Senso di marcia: guida a destra.

Equipaggiamento obbligatorio
Si richiede il medesimo equipaggiamento, sia ai residenti che ai visitatori. 

È obbligatorio il casco di protezione per motociclisti . 

È obbligatorio l'uso delle cinture di sicurezza per il conducente e per i passeggeri che viaggiano sui sedili anteriori. I bambini devono viaggiare esclusivamente sui sedili posteriori.

E' obbligatorio avere un estintore a bordo del veicolo.

Tasso alcolemico nel sangue
Limite consentito: il consumo d'alcol è proibito nel Kuwait.

Test di rilevamento: il test del tasso alcolico può essere effettuato in clinica.

Trasporti in generale
Si sconsiglia l'uso del mezzo pubblico nei trasferimenti urbani: i mezzi pubblici sono scarsamente puntuali, obsoleti e spesso non dotati di impianti di condizionamento, il che provoca gravissimi disagi nei periodi di gran caldo. Il mezzo migliore per spostarsi nelle città è utilizzare un'auto a noleggio o un taxi. La quasi totalità delle autovetture in circolazione (comprese quelle a noleggio) sono alimentate a benzina e dotate di cambio automatico. A causa dei numerosi incidenti stradali con circa 400 morti e migliaia di feriti ogni anno, si invita ad una guida molto attenta, consigliata solo agli esperti, tenuto conto della vasta diffusione di taxi con tariffe inferiori a quelle italiane.
Va altresì segnalato l’inasprimento nei controlli e nell’applicazione delle norme della circolazione stradale: a titolo di esempio si sottolinea che passare con il rosso è considerato atto criminale e come tale – soprattutto in caso di recidività – punito con una vera e propria escalation della pena che, in rapido susseguirsi, passa dalle multe salatissime, al ritiro della patente, alla reclusione sino a tre mesi ed all’espulsione dal Paese