Dati del paese

bandiera della Macedonia FYROM (ex Rep.Jugoslava di Macedonia) (MK) - Europa

mappa della Macedonia

Capitale: Skopje
Popolazione: stima 2.052 722 (fonte istituto di statistica della FYROM)
Superficie
: 25.713 km²
Fuso orario: nessuna differenza oraria con l’Italia

Moneta: Denaro macedone

Prefisso: dall'Italia: 00389 per  l'Italia: 0039

 

Meteo

pioggia e lampi Skopje-Petrovec, FYROM
temporale
Temperatura 26°C

Aggiornato al 31/07/2014 10:00

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d’Italia Skopje
Villa Skaperda - Ulica Osma Udarna Brigada 22
Centralino: 00389 23236500  
Fax Sede:  00389 23236505
fax cancelleria consolare: 00389 23236515
Cellulare per emergenze riservato ai cittadini italiani e sempre attivo al di fuori dell'orario di lavoro dell'Ambasciata: 00389 70358553  
E mail: segreteria.skopje@esteri.it

  1. vai al sito

 

Indirizzi utili

Polizia - Tel. 192
Vigili del fuoco - Tel. 193
Pronto soccorso -Tel. 194
Soccorso stradale AMSM -Tel. 196

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Macedonia, ex Rep. Jugoslava di

Avvisi particolari

Diffuso il 09.07.2014. Tuttora valido.

A seguito del recente riacutizzarsi del rischio di tensioni interetniche in tutto il Paese, che sono anche sfociate in disordini e scontri tra la polizia e manifestanti di etnia albanese, si raccomanda vivamente di evitare assembramenti o manifestazioni di carattere politico, con particolare attenzione alle zone della Capitale a prevalenza etnica albanese e alle aree a maggioranza albanese del Paese; le Autorità locali segnalano la possibilità di ulteriori disordini nei prossimi giorni.

Si sconsigliano viaggi nelle zone di montagna al confine con il Kosovo a causa della strutturale situazione di precarietà che caratterizza quell’area e dove, fra l’altro, non sono infrequenti gli incidenti derivanti dall’uso di armi da fuoco nel corso di festeggiamenti.

Si attira l’attenzione di coloro che intendano viaggiare nel Paese in automobile, che la rete stradale macedone è molto carente sotto il profilo della sicurezza e che quindi è necessario adottare comportamenti di guida ispirati alla massima prudenza. Inoltre, nelle aree extraurbane è spesso problematico ottenere soccorso meccanico e sanitario.

A seguito di accurati controlli alle frontiere da parte delle autorità doganali macedoni sono stati registrati casi di arresti di connazionali e di cittadini europei per traffico di sostanze stupefacenti.
Si attira l’attenzione sulla particolare severità della normativa del Paese in materia - adottata in vista dell’adesione all’Unione Europea - e delle assai rigide condizioni delle carceri locali.

Si raccomanda di lasciare in un luogo custodito il documento di viaggio utilizzato per l’ingresso nel Paese e di portare con sé un altro documento di identità e in ogni caso le fotocopie di tutti i documenti di identità.

Nel ricordare che il Paese condivide con la più parte del resto del mondo il rischio di poter essere esposto ad azioni legate a fenomeni di terrorismo internazionale e tenuto altresì conto dell’alta sismicità del Paese, si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo, al fine di essere prontamente rintracciati ed assistiti

Si invita, infine, a consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link, nonché di sottoscrivere, prima della partenza, una assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).
                       

Consultare voce “Sicurezza” della Scheda



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA  PER L’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio.   
E’ necessario il passaporto con validità residua di almeno tre mesi o la carta di identità valida per l’espatrio (dal 3 ottobre 2008 i cittadini dei Paesi UE e dei Paesi firmatari dell’Accordo Schengen possono entrare nel Paese con carta d’identità valida per l’espatrio). I cittadini UE all’ingresso nel Paese sono tenuti a registrarsi entro 48 ore presso un Ufficio di Polizia se alloggiano presso privati (in caso di hotel la registrazione e’ automatica).
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Si fa tuttavia presente che in passato sono state segnalate difficoltà d’ingresso per i possessori di carte di identità cartacee rinnovate con timbro nonché per i possessori di carte di identità elettroniche rinnovate con un certificato rilasciato dal Comune. Ove si riscontrassero dette difficoltà, si prega di contattare la Sezione Consolare dell’Ambasciata d'Italia a Skopje, ai recapiti riportati su questo sito.

Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si raccomanda di prendere visione del FOCUS “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero” sulla home page di questo sito.

VIAGGI ALL’ESTERO DEI MINORI: Si prega di consultare il FOCUS “Prima di partire - Documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.
Ove i minori non fossero accompagnati da almeno un genitore, essi devono essere muniti anche di un documento autorizzativo (di affidamento) valido per l'uscita dall'Italia, corredato di traduzione in inglese.

Visti di ingresso: ai cittadini italiani non è richiesto il visto d'ingresso per turismo, purché il soggiorno non superi 90 giorni nell’arco di 6 mesi. Il visitatore deve recarsi, entro 48 ore dall'arrivo, presso l’'ufficio immigrazione del Ministero degli Interni o presso gli Uffici di Polizia e comunicare l'indirizzo di residenza temporanea (procedura automatica in caso di alloggio presso hotel).
Per tutti gli altri motivi d’ingresso (lavoro, studio...), il visto d’ingresso è obbligatorio.
Una volta ottenuto il visto, entro 8 giorni dall’entrata nel Paese, è necessario procedere alla richiesta di permesso di soggiorno presso l’Ufficio stranieri del Ministero dell’Interno.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Formalità valutarie doganali:
le somme in valuta superiori a € 2000 dovranno essere dichiarate alla dogana al momento dell'ingresso nel Paese. Al momento della dichiarazione i viaggiatori ricevono degli organi doganali un attestato che - al momento dell’uscita dal Paese - deve essere presentato agli stessi organi doganali. La somma con la quale si esce dal Paese non deve essere superiore a quella dichiarata in entrata nell’attestato.

E’ indispensabile, invece, un permesso speciale per l’esportazione di oggetti di valore archeologico, storico, etnico, scientifico, e culturale.

Viaggiatori con animali (cani e gatti)
Ai fini dell’importazione di animali domestici (cani o gatti), è necessario quanto segue:
- Passaporto dell’animale
- microchip identificativo
- certificato internazionale di viaggio.
-  vaccino contro la rabbia minimo 14 giorni prima e al massimo 12 mesi prima del loro arrivo nel Paese.   L'importazione di cani e gatti di meno di 2 mesi è vietata.

Caccia:
per l’ingresso nel Paese per la caccia è necessario avere i seguenti documenti:
- invito di un’associazione di cacciatori
- permesso di porto d’armi (nazionale o europeo)
- all’ingresso gli interessati dovranno pagare 20 € (nell’ufficio postale o in banca in frontiera) per il rilascio del permesso di caccia. All’uscita lo stesso dovrà essere restituito alle autorità di frontiera.
Si ricorda che all’uscita, in dogana, si dovrà dichiarare la cacciagione.


Sicurezza

La rete stradale è molto carente sotto il profilo della sicurezza e quindi è necessario adottare comportamenti di guida ispirati alla massima prudenza. Inoltre, nelle aree extraurbane è spesso problematico ottenere soccorso meccanico e sanitario. Specialmente in caso di pioggia, il fondo stradale si presenta estremamente sdrucciolevole a causa dell’inquinamento atmosferico e dei residui della combustione dei veicoli che depositano sull’asfalto sostanze oleose.

Si consiglia di evitare i luoghi di manifestazioni e di assembramento e si sconsigliano viaggi nelle zone di montagna al confine con il Kosovo a causa della strutturale situazione di precarietà che caratterizza quel’area e dove, fra l’altro, non sono infrequenti gli incidenti derivanti dall’uso di armi di fuoco nel corso di festeggiamenti.

La situazione generale di sicurezza non presenta motivi particolari di attenzione. Gravi episodi di criminalità comune sono rari. A Skopje, tuttavia, non sono infrequenti casi di rapine da parte di bande di bambini nei luoghi di raduno di turisti e stranieri soprattutto nei pressi della Piazza principale (Plostad Makedonija), del Centro commerciale (Trgovski Centar), nella parte vecchia della città nonché vicino ai luoghi di intrattenimento sia di giorno che di sera. E’ consigliabile quindi lasciare in un luogo custodito il documento di viaggio utilizzato per l’ingresso nel Paese e portare con sé un altro documento di identità e in ogni caso le fotocopie di tutti i documenti di identità.

In tutte le zone isolate e lontane dai centri abitati principali occorre tener presente che è molto precaria l`assistenza di primo soccorso sia sanitario che meccanico e di polizia. 
I numeri utili, in caso di necessità di soccorso sono i seguenti:
192 polizia
194 soccorso sanitario
196 soccorso stradale
+ 3870358553 (Ambasciata)

I cittadini italiani che si rechino nella Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia e quelli già presenti nel Paese devono controllare gli aggiornamenti della situazione di sicurezza in questo sito  ed è opportuno che segnalino all’ Ambasciata d’Italia a Skopje (segreteria.skopje@esteri.it) e al sito www.dovesiamonelmondo.it la propria presenza nel Paese e gli eventuali spostamenti.

 

AVVERTENZE

E’ obbligatorio tenere sempre  accesi i fari anabbaglianti durante la guida. In caso di incidente, non muovere l’autoveicolo e richiedere sempre l’intervento della polizia. Il limite di tasso alcoolico consentito alla guida di autoveicoli è di 50 mg per 100 ml di sangue (0,5 per millilitro).
Tenere presente che in tutta la zona centrale delle maggiori città il parcheggio è a pagamento e in caso di mancato pagamento del ticket la sanzione comporta anche il blocco o la rimozione dell’autoveicolo. Il ticket si può pagare con il telefono cellulare.

Fare attenzione all'uso di carte di credito in quanto sono state segnalate frodi.

Il campeggio libero non è consentito.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga:

E’ proibito l’uso di ogni tipo di sostanza stupefacente

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:

I reati sessuali contro i minori sono puniti con la reclusione da 3 mesi a 5 anni ed oltre a seconda dei casi. Coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione)  vengono  perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

Non si registrano particolari problemi con le Autorità di Polizia locali. In caso di fermo o arresto si consiglia di  informare l’Ambasciata per la necessaria assistenza, telefonando al numero + 3870358553
 


Situazione sanitaria

 Strutture sanitarie: L’assistenza sanitaria pubblica è molto carente.

Malattie presenti: nulla da segnalare.

Avvertenze: L'inquinamento atmosferico a Skopje è elevato a causa dei gas di scarico non filtrati. La mancanza di depuratori per gli scarichi nei fiumi e le discariche insufficienti determinano il rischio di un possibile inquinamento delle falde acquifere in buona parte del Paese. In considerazione della limitata frequenza dei collegamenti aerei, si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario od il trasferimento in altro Paese del malato.

Nessuna vaccinazione obbligatoria.


Viabilità

Patente
Patente italiana accettata per 6 mesi.
 
Assicurazioni estere accettate
È necessaria la Carta Verde rilasciata in Italia.
 
Delega a condurre
Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata .
  
Norme di guida 
I rilevatori di radar sono vietati.

I neo patentati non possono guidare tra le 23.00 e le 05.00 salvo nel caso che vi sia sull'auto un patentato di 25 anni.
I neo patentati non possono gidare moto con una cilindrata superiore a 25 kW (34 HP) e veicoli superiori a 75 kW (102 HP).

Equipaggiamento obbligatorio
Casco di protezione per motociclisti: Obbligatorio. 
 
Cinture di sicurezza, seggiolino per bambini: È obbligatorio indossare le cinture di sicurezza sia che si viaggi sui sedili anteriori che su quelli posteriori (per questi ultimi l'obbligo sussiste se ne sono provvisti). I bambini al di sotto dei 12 anni possono viaggiare soltanto sui sedili posteriori.
 
Triangolo: Ogni veicolo a motore (a più di due ruote), compresi i veicoli immatricolati all'estero, deve avere in dotazione il triangolo di segnalazione di pericolo. I veicoli con rimorchio, nonché l'ultimo veicolo a motore di un convoglio, devono avere due triangoli. Quando un veicolo si trova immobilizzato sulla carreggiata, il triangolo deve essere posto dietro al veicolo ad una distanza minima di 50 m. 

Corda per il rimorchio del veicolo: obbligatoria.

Luci: Tutti i veicoli a motore in circolazione devono avere le luci accese sia di giorno che di notte. 
 
Set di lampadine di ricambio: Obbligatorio a bordo del veicolo.
   
Cassetta pronto soccorso: Obbligatoria a bordo di tutti i veicoli a più di due ruote. 

Giubbotto riflettente obbligatorio su strade extraurbane di notte o con scarsa visibilità.

Estintore: raccomandato.

Catene da neve
Ogni anno, fra il 15 novembre e il 15 marzo,  su strade extraurbane, tutti i veicoli a motore che non superano 3,5 t  devono essere dotati di equipaggiamento antineve, come segue: 
 - il veicolo deve essere dotato di pneumatici da neve su tutte le ruote con scanalature di almeno 4 mm;
- se il veicolo ha le catene a bordo, il veicolo può avere pneumatici estivi con scanalature di almeno 4 mm. 
 
Autostrade
L'asse stradale principale E75 corre lungo la direttrice nord-sud Salonicco-Gevgelija (confine con la Grecia) - Skopje - Tabanovce (confine con Serbia-Montenegro) - Belgrado; il tratto che percorre la  FYROM è quasi per intero autostradale. L'altra via di collegamento importante corre lungo la direttrice est-ovest Sofia-Kriva Palanka (confine con la Bulgaria) - Skopje - Tetovo - Ocrida, in parte autostradale. Le condizioni delle strade asfaltate sono soddisfacenti, con qualche eccezione all'interno delle città.
Sui tratti autostradali (totale 145 km ca.) è dovuto un pedaggio, pagabile alle barriere, solamente in contanti.