Dati del paese

bandiera della Macedonia FYROM (ex Rep.Jugoslava di Macedonia) (MK) - Europa

mappa della Macedonia

Capitale: Skopje
Popolazione: stima 2.052 722 (fonte istituto di statistica della FYROM)
Superficie
: 25.713 km²
Fuso orario
: nessuna differenza oraria con l’Italia

Moneta: Denaro macedone (1€  = 61,6 denari macedoni circa)

Prefisso: dall'Italia: 00389 per  l'Italia: 0039

 

Meteo

sereno Skopje-Petrovec, FYROM
Temperatura 11°C

Aggiornato al 30/05/2015 05:30

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d’Italia Skopje
Villa Skaperda - Ulica Osma Udarna Brigada 22
Centralino: 0038923236500  
Fax Sede:  0038923236505
Fax della Cancelleria consolare: 0038923236515
Cellulare per emergenze e’ riservato ai cittadini italiani ed e’ sempre attivo al di fuori dell’orario di lavoro dell’Ambasciata: 0038970358553 
E mail: segreteria.skopje@esteri.it
Web: www.ambskopje.esteri.it 


Corrispondente consolare circoscrizione di Strumica
Sig. Stojan Vitanov
Ul. Kliment Ohridski, 84
2400 Strumica
Tel. 0038934344455
Fax 0038934330855
Email: skopje.strumcorrsons@esteri.it

 

 

Indirizzi utili

Polizia  (Tel: 192)
Vigili del Fuoco  (Tel: 193)
Pronto Soccorso (Tel: 194)
Soccorso stradale (Tel: 196)

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Macedonia, ex Rep. Jugoslava di

Avvisi particolari

Diffuso il 19.05.2015. Tuttora valido.

A seguito dell’aggravamento della situazione politica interna, che si aggiunge al protrarsi dello stato di tensione interetnica in tutto il Paese, disordini e scontri tra polizia e manifestanti, anche particolarmente violenti, si verificano con crescente frequenza. Si raccomanda di evitare assembramenti e/o manifestazioni di qualsiasi carattere politico, sia nella capitale Skopje, sia nelle altre regioni del Paese, indipendentemente dalla prevalenza etnica dell’area interessata.

I recenti avvenimenti che hanno riguardato sia la capitale Skopje sia le aree del Paese al confine con il Kosovo, inclusi i sanguinosi scontri a fuoco a Kumanovo, suggeriscono di prestare la massima attenzione negli spostamenti, evitando quelli in orari notturni, nelle aree di Kumanovo, Tetovo, Gostivar e Struga.

Si sconsigliano viaggi nelle zone di montagna al confine con il Kosovo a causa della strutturale situazione di precarietà che caratterizza quell’area e dove, fra l’altro, non sono infrequenti gli incidenti derivanti dall’uso di armi da fuoco nel corso di festeggiamenti.

Si attira l’attenzione di coloro che intendano viaggiare nel Paese in automobile, che la rete stradale macedone è molto carente sotto il profilo della sicurezza e che quindi è necessario adottare comportamenti di guida ispirati alla massima prudenza. Inoltre, nelle aree extraurbane è spesso problematico ottenere soccorso meccanico e sanitario.

A seguito di accurati controlli alle frontiere da parte delle autorità doganali macedoni sono stati registrati casi di arresti di connazionali e di cittadini europei per traffico di sostanze stupefacenti.
Si attira l’attenzione sulla particolare severità della normativa del Paese in materia - adottata in vista dell’adesione all’Unione Europea - e delle assai rigide condizioni delle carceri locali.

Nel ricordare che il Paese condivide con la più parte del resto del mondo il rischio di poter essere esposto ad azioni legate a fenomeni di terrorismo internazionale e tenuto altresì conto dell’alta sismicità del Paese, si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo, al fine di essere prontamente rintracciati ed assistiti.

Si invita a sottoscrivere, prima della partenza, una assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).    

Consultare voce “Sicurezza” della Scheda.



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA  PER L’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario il passaporto con validità residua di almeno tre mesi o la carta di identità valida per l’espatrio (dal 3 ottobre 2008 i cittadini dei Paesi UE e dei Paesi firmatari dell’Accordo Schengen possono entrare nel Paese con carta d’identità valida per l’espatrio). I cittadini UE all’ingresso nel Paese sono tenuti a registrarsi entro 48 ore presso un Ufficio di Polizia se alloggiano presso privati (in caso di hotel la registrazione e’ automatica).
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Si fa  presente che in passato sono state segnalate difficoltà d’ingresso per i possessori di carte di identità cartacee rinnovate con timbro nonché per i possessori di carte di identità elettroniche rinnovate con un certificato rilasciato dal Comune. Ove si riscontrassero dette difficoltà, si prega di contattare la Sezione Consolare dell’Ambasciata d'Italia a Skopje, ai recapiti riportati su questo sito.
Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si raccomanda di prendere visione del FOCUS “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero” sulla home page di questo sito.

VIAGGI ALL’ESTERO DEI MINORI:
Si prega di consultare il FOCUS “Prima di partire - Documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.
Ove i minori non fossero accompagnati da almeno un genitore, essi devono essere muniti anche di un documento autorizzativo (di affidamento) valido per l'uscita dall'Italia, corredato di traduzione in inglese.

Visti di ingresso: ai cittadini italiani non è richiesto il visto d'ingresso per turismo, purché il soggiorno non superi 90 giorni nell’arco di 6 mesi. Il visitatore deve recarsi, entro 48 ore dall'arrivo, presso l’'ufficio immigrazione del Ministero degli Interni o presso i Commissariati di Polizia e comunicare l'indirizzo di residenza temporanea (procedura automatica in caso di alloggio presso hotel).
Per tutti gli altri motivi d’ingresso (lavoro, studio...), il visto d’ingresso è obbligatorio.
Una volta ottenuto il visto, entro 8 giorni dall’entrata nel Paese, è necessario procedere alla richiesta di permesso di soggiorno presso l’Ufficio stranieri del Ministero dell’Interno.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Formalità valutarie doganali:
le somme in valuta superiori a € 2000 dovranno essere dichiarate alla dogana al momento dell'ingresso nel Paese. Al momento della dichiarazione i viaggiatori ricevono degli organi doganali un attestato che - al momento dell’uscita dal Paese - deve essere presentato alle medesime Autorità. La somma con la quale si esce dal Paese non deve essere superiore a quella dichiarata in entrata nell’attestato.

E’ indispensabile, invece, un permesso speciale per l’esportazione di oggetti di valore archeologico, storico, etnico, scientifico, e culturale.

Viaggiatori con animali (cani e gatti)

Ai fini dell'importazione di animali domestici (cani o gatti), è necessario quanto segue:
- passaporto dell'animale;
- microchip identificativo;
- caertificato internazionale di viaggio.

Caccia:

per l’ingresso nel Paese per la caccia è necessario avere i seguenti documenti:
- invito emesso da parte di un’Associazione di cacciatori o Concessionario per la caccia registrati nella Repubblica di Macedonia;
- porto d’armi rilasciato dalla competente Autorità dello Stato.
Il permesso per l’ingresso dell’arma da caccia verrà rilasciato a cura delle Autorità di frontiera della Repubblica di Macedonia e dovrà essere restituito a queste ultime al momento dell’uscita. Si ricorda inoltre che all’uscita si dovrà dichiarare in dogana l’eventuale cacciagione. Per quanto attiene alle munizioni, i limiti sono per armi con tubi scanalati fino a 100 pallottole e per quelle a tubi lisci fino a 500 pallottole.
Il permesso per il transito e/o trasferimento di armi da caccia e munizioni attraverso il territorio della Repubblica di Macedonia verrà invece rilasciato a cura delle Rappresentanze diplomatico-consolari macedoni presenti in Italia.


Sicurezza

Gravi episodi di criminalità comune sono rari. A Skopje, tuttavia, non sono infrequenti casi di rapine e borseggi da parte di bande di bambini nei luoghi di raduno di turisti e stranieri soprattutto nei pressi della Piazza principale (Plostad Makedonija), del Centro commerciale (Trgovski Centar), nella parte vecchia della città nonché vicino ai luoghi di intrattenimento sia di giorno che di sera. E’ pertanto consigliabile quindi lasciare in un luogo custodito il documento di viaggio utilizzato per l’ingresso nel Paese e portare con sé un altro documento di identità e in ogni caso le fotocopie di tutti i documenti di identità.
Nel corso del 2014 il riacutizzarsi delle tensioni interetniche tra le principali comunità del Paese (slava macedone e musulmana albanese) è sfociato in una serie di violente manifestazioni degenerate in scontri con le forze dell'ordine. Anche se la portata di tali eventi è stata circoscritta, il rischio di disordini su vasta scala, che nel 2001 hanno persino originato un conflitto civile armato, non può dirsi azzerato.
La Macedonia, al pari di altri Paesi dell'area balcanica, è infine esposta all'infiltrazione di elementi del radicalismo di matrice islamica (si pensi che un certo numero di guerriglieri jihadisti morti da ultimo nel conflitto siriano sono di etnia albanese con provenienza dalla Macedonia).
In particolare, le zone di montagna al confine con il Kosovo a causa della strutturale situazione di precarietà, che caratterizza tale area (dove non sono peraltro infrequenti gli incidenti derivanti dall’uso di armi di fuoco nel corso di festeggiamenti), presentano una maggiore criticità dal punto di vista della sicurezza. 
La rete stradale è molto carente sotto il profilo della sicurezza: è quindi indispensabile adottare comportamenti di guida ispirati alla massima prudenza. Inoltre, nelle aree extraurbane è spesso problematico ottenere soccorso meccanico e sanitario. Specialmente in caso di pioggia, il fondo stradale si presenta estremamente sdrucciolevole a causa dell’inquinamento atmosferico e dei residui della combustione dei veicoli, che depositano sull’asfalto sostanze oleose.

I numeri utili, in caso di necessità di soccorso sono i seguenti:
192 polizia
193 vigili del Fuoco
194 soccorso sanitario
196 soccorso stradale
+ 3870358553 (Ambasciata)

I cittadini italiani che si rechino nella Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia e quelli già presenti nel Paese devono controllare gli aggiornamenti della situazione di sicurezza in questo sito  ed è opportuno che segnalino all’ Ambasciata d’Italia a Skopje (segreteria.skopje@esteri.it) e/o consolare.skopje@esteri.it e al sito www.dovesiamonelmondo.it la propria presenza nel Paese e gli eventuali spostamenti.


AVVERTENZE

E’ obbligatorio tenere sempre accesi i fari anabbaglianti durante la guida. In caso di incidente, è opportuno non rimuovere l’autoveicolo e richiedere immediatamente l’intervento della Polizia. Il limite di tasso alcolemico consentito alla guida di autoveicoli è di 50 mg per 100 ml di sangue (0,5 per ml).
Tenere presente che nelle zone centrali delle maggiori città il parcheggio è a pagamento ed in caso di mancato pagamento del ticket la sanzione comporta anche il blocco o la rimozione dell’autoveicolo. Il ticket si può pagare con il telefono cellulare.

Fare attenzione all'uso di carte di credito ed al prelevamento di contanti dagli sportelli bancomat anche alla luce del recente aumento delle segnalazioni di frodi.

Il campeggio libero non è consentito.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga

L’uso personale di sostanze stupefacenti e psicotrope è disciplinato dall’art. 20 della Legge sull’Ordine Pubblico. Si tratta di un reato rientrante nella categoria delle contravvenzioni per il quale si è passibili di una ammenda che varia dai 200 ai 500 euro. Se il pagamento avviene entro 8 giorni dal fatto, l’ammenda è ridotta della metà del minimo (100 euro). In caso contrario sarà il giudice che determinerà l’ammontare della sanzione.

Lo spaccio, il possesso, la produzione, il traffico, la mediazione nella compravendita di sostanze stupefacenti e psicotrope, nonchè i reati commessi sotto l’effetto di queste ultime, sono tutte fenomenologie di reato sanzionate dagli artt. 215, 216 e ss. del Codice Penale macedone, con pene che variano da un minimo edittale di un anno di reclusione ad un massimo di 10.

Normativa per la prostituzione

Chi esercita la prostituzione commette un reato rientrante nella categoria delle contravvenzioni ed è passibile di una ammenda dai 200 ai 400 euro. I clienti non sono punibili, mentre chi fa da mediatore, sfrutta o procura ad altri prestazioni sessuali è punibile con una pena che va dai 6 mesi ai 5 anni di reclusione.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori

E’ un delitto punibile dai 6 mesi ai 5 anni di reclusione, se l’abuso non contiene l’elemento della violenza o della minaccia, in caso di violenza o minaccia, il delitto è punito con una pena minima di 3 anni di reclusione. Qualora il delitto sia stata commesso con particolare crudeltà o abbia provocato gravi lesioni alla vittima, la pena minima è di 5 anni di reclusione. Coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione)  vengono  perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

Normativa prevista per la violenza sessuale

Chi commette il delitto di violenza sessuale rischia una pena da 1 a 10 anni di reclusione.


In caso di fermo o arresto si consiglia di informare immediatamente l’Ambasciata per la necessaria assistenza, telefonando al numero + 38970358553. Si attira l’attenzione sulla particolare severità delle condizioni di detenzione nelle carceri.


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: le prestazioni dei servizi ambulatoriali e delle strutture ospedaliere pubbliche sono complessivamente scarse. E’ pertanto vivamente consigliato di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una polizza assicurativa che preveda anche il rimpatrio sanitario, in quanto le strutture private sono molto costose.

Malattie presenti: nulla da segnalare.

Avvertenze: alta incidenza di inquinamento atmosferico da smog nel corso dell’intero anno sulla capitale Skopje e nella altre zone industriali del Paese. Nel biennio 2013-2014 si sono susseguiti provvedimenti di Autorità statali e locali che sconsigliavano vivamente a donne, bambini ed anziani la circolazione in strada nelle ore diurne dei giorni feriali, prevedendo al contempo la sanzione della chiusura coatta di quegli impianti industriali che, a seguito di controllo, fossero stati ritenuti responsabili di aver aggravato il già alto livello d’inquinamento ambientale. Ciononostante Skopje - secondo quanto pubblicato dal quotidiano on line macedone in lingua inglese 'Independent.mk' - si è piazzata nel 2014 nel ranking della città europee più inquinate al secondo posto alle spalle di Sarajevo.
In particolare, a destare maggiore preoccupazione - come ampiamente documentato da uno studio dell'Istituto di Salute Pubblica - è la concentrazione media annuale di polveri PM10 attestatasi a 64 microgrammi per metro cubo. Tali livelli di inquinamento determinano nefaste conseguenze sanitarie alle vie respiratorie soprattutto di quelle fasce di popolazione maggiormente esposte, quali donne incinte, anziani e bambini.
A causa di un'eccessiva concentrazione di sostanze inquinanti, è fortemente sconsigliato il consumo di acqua corrente ed è comunque necessario prestare una certa attenzione anche nell'utilizzo per scopi domestici. Inoltre, si tenga presente che a Skopje (a differenza di altri centri minori del Paese) è assente un sistema per la raccolta e la trattazione delle acque reflue, che pertanto vengono sistematicamente sversate nei fiumi.
Si consideri inoltre l’assoluta vetustà del parco auto circolante e l’assenza di una normativa antinquinamento in linea con i parametri attualmente in vigore nell’Unione Europea, nonché il rischio inquinamento da eternit dovuto all'impiego dell’amianto in manufatti, tubature, coperture e pannelli fonoassorbenti di abitazioni e luoghi di lavoro.
Un’altra problematica ricorrente è costituita dall’incidenza del rischio sismico, che la Macedonia condivide con tutti gli altri Paesi dell’area balcanica; in particolare Skopje, che sorge lungo una faglia tettonica, è frequentemente colpita da scosse telluriche e – come noto – nel 1963 venne pesantemente devastata da un terremoto di magnitudo 6,9 della scala Richter, che rase al suolo l’ottanta per cento degli edifici, provocando più di mille morti e migliaia di feriti.

Nessuna vaccinazione obbligatoria.


Viabilità

Patente
Patente italiana accettata per 6 mesi.
 
Assicurazioni estere accettate
È necessaria la Carta Verde rilasciata in Italia.
 
Delega a condurre
Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata .
  
Norme di guida 
I rilevatori di radar sono vietati.

I neo patentati non possono guidare tra le 23.00 e le 05.00 salvo nel caso che vi sia sull'auto un patentato di 25 anni.
I neo patentati non possono gidare moto con una cilindrata superiore a 25 kW (34 HP) e veicoli superiori a 75 kW (102 HP).

Equipaggiamento obbligatorio
Casco di protezione per motociclisti: Obbligatorio. 
 
Cinture di sicurezza, seggiolino per bambini: È obbligatorio indossare le cinture di sicurezza sia che si viaggi sui sedili anteriori che su quelli posteriori (per questi ultimi l'obbligo sussiste se ne sono provvisti). I bambini al di sotto dei 12 anni possono viaggiare soltanto sui sedili posteriori. I bambini tra i 5 e i 12 anni possono utilizzare un riduttore con cintura di sicurezza normale.
 
Triangolo: Ogni veicolo a motore (a più di due ruote), compresi i veicoli immatricolati all'estero, deve avere in dotazione il triangolo di segnalazione di pericolo. I veicoli con rimorchio, nonché l'ultimo veicolo a motore di un convoglio, devono avere due triangoli. Quando un veicolo si trova immobilizzato sulla carreggiata, il triangolo deve essere posto dietro al veicolo ad una distanza minima di 50 m. 

Corda per il rimorchio del veicolo: obbligatoria.

Luci: Tutti i veicoli a motore in circolazione devono avere le luci accese sia di giorno che di notte. 
 
Set di lampadine di ricambio: Obbligatorio a bordo del veicolo.
   
Cassetta pronto soccorso: Obbligatoria a bordo di tutti i veicoli a più di due ruote. 

Giubbotto riflettente obbligatorio su strade extraurbane di notte o con scarsa visibilità.

Estintore: raccomandato.

Catene da neve
Ogni anno, fra il 15 novembre e il 15 marzo,  su strade extraurbane, tutti i veicoli a motore che non superano 3,5 t  devono essere dotati di equipaggiamento antineve, come segue: 
 - il veicolo deve essere dotato di pneumatici da neve su tutte le ruote con scanalature di almeno 4 mm;
- se il veicolo ha le catene a bordo, il veicolo può avere pneumatici estivi con scanalature di almeno 4 mm.

Tasso alcolemico

Il limite di alcolemia massimo consentito è 0,5% g/l. Per  conducenti con patente da meno di due anni, conducenti di taxi, autobus, ambulanza ecc., il limite è 0%.

Trasporto animali

Per entrare nel Paese cani e gatti devono avere  il passaporto europeo per gli animali domestici (rilasciato dalle competenti autorità sanitarie veterinarie italiane)  che deve contenere informazioni dettagliate circa la vaccinazione antirabbica dell’animale. Devono avere inoltre un microchip elettronico o un tatuaggio leggibile, applicato prima del 3 luglio 2011, con lo stesso codice riportato nel passaporto . Ulteriori informazioni alla pagina

http://europa.eu/youreurope/citizens/travel/carry/animal-plant/index_it.htm 


 
Autostrade
L'asse stradale principale E75 corre lungo la direttrice nord-sud Salonicco-Gevgelija (confine con la Grecia) - Skopje - Tabanovce (confine con Serbia-Montenegro) - Belgrado; il tratto che percorre la  FYROM è quasi per intero autostradale. L'altra via di collegamento importante corre lungo la direttrice est-ovest Sofia-Kriva Palanka (confine con la Bulgaria) - Skopje - Tetovo - Ocrida, in parte autostradale. Le condizioni delle strade asfaltate sono soddisfacenti, con qualche eccezione all'interno delle città.
Sui tratti autostradali (totale 145 km ca.) è dovuto un pedaggio, pagabile alle barriere, solamente in contanti.