Dati del paese

bandiera del Qatar Qatar (Q) - Asia

mappa del Qatar

Capitale: DOHA
Popolazione: 2,04 milioni ab. (dati 2013)
Superficie: 11.437 km²
Fuso orario: +2h rispetto all'Italia; +1h quando in Italia è in vigore l'ora legale.

Lingue: la lingua ufficiale è l'arabo; largamente conosciuto l'inglese.

Religioni: Islamica (sunnita) di osservanza Wahhabita (come in Arabia Saudita).

Moneta: Rial del Qatar (QAR) 

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00974

Telefonia: E’ attivo il servizio di roaming. Il servizio è costoso, tenendo presente anche delle elevate tariffe locali. Nei giorni festivi e nella fascia oraria giornaliera che va dalle ore 19.00 alle ore 7.00, viene applicata una tariffa ridotta.

 

Meteo

 Dati meteo non disponibili

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d'Italia a DOHA
District 66, Street 913
Plot 83, Villa 31
P.O.Box 4188
Doha, Qatar
TEL. +974 44831 828 / 44831 803 / 44831 802
Numero fax: +974 44831 909
Cellulare per emergenza: +974 55513365, attivo nelle ore di chiusura degli uffici
E-mail: ambasciata.doha@esteri.it

 

Indirizzi utili

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Qatar

Avvisi particolari

Diffuso il 17.12.2014. Tuttora valido.

SICUREZZA
Il permanere di tensioni nella regione mediorientale e le proteste in corso nel mondo arabo portano a non escludere il rischio di possibili atti terroristici anche indiscriminati, per loro natura imprevedibili, e richiedono, da parte dei connazionali che risiedano o che intendano visitare il Paese, di adottare misure di prudenza e comunque non irriguardose degli usi e abitudini islamici locali, in particolare nel mese del Ramadan ed  in occasione delle altre ricorrenze religiose locali.
Si raccomanda di adottare particolare attenzione e di evitare, nel limite del possibile, gli assembramenti, specialmente durante i fine settimana e dopo la preghiera del venerdì, e di tenersi costantemente aggiornati sulla situazione di sicurezza nel Paese.  

Si consiglia di informarsi sulla situazione locale, contattando prima del viaggio l’Ambasciata d’Italia a Doha, di segnalare all’arrivo la propria presenza nel Paese all’Ambasciata stessa e di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.

SANITA’
Le Autorità sanitarie locali hanno segnalato casi di Coronavirus: per un utile approfondimento sull’infezione da Coronavirus, si invita a consultare il Focus “Sicurezza sanitaria – Coronavirus” sulla home page del presente sito, nonché il sito della WHO (World Health Organization – Organizzazione Mondiale della Sanità), alla pagina “Disease Outbreak News” http://www.who.int/csr/don/en/index.html, e il sito web del Supreme Council of Health dello stato del Qatar, nella sezione dedicata alla patologia all’indirizzo http://www.sch.gov.qa/sch/En/scontent.jsp?smenuId=91&CSRT=6423146896529988424.

I connazionali che intendano recarsi in Qatar - o che già vi risiedano - possono inoltre informarsi sulla situazione sanitaria locale tramite il numero verde della “Communicable Disease Control Section” del Ministero della Sanità del Qatar (Tel. +974 66740948/51) o tramite l’Ambasciata.



 

Informazioni generali

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese 

Passaporto:
  necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. I figli minori devono viaggiare con passaporto individuale, come previsto anche dalla normativa italiana (si veda, qui di seguito, voce “Viaggi all’estero dei minori”).
Per  le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire / documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto: obbligatorio. Per i cittadini italiani e’ possibile ottenere il visto turistico (con validita’ massima di un mese) direttamente in aeroporto pagandolo esclusivamente con carta di credito VISA o Mastercard.
Il visto per affari deve invece essere richiesto in precedenza da uno sponsor locale
e puo’ avere durata variabile. E’ anche possibile ottenere, sempre tramite sponsor locale, un visto per affari di validita’ annuale con entrate multiple, tenendo pero’ presente che generalmente ogni singola visita non puo’ superare i trenta giorni di permanenza.

Formalita’ valutarie: nessuna.

Formalità doganali: si ricorda che è vietato importare alcolici, prodotti alimentari derivati dal maiale,  materiale e pubblicazioni considerate offensive per la legge islamica. Le Autorità doganali esercitano un controllo accurato sull’importazione dei prodotti alimentari sopra menzionati nonche’ su pubblicazioni, videocassette, DVD, che vengono sottoposti a censura onde evitare rischi di offese per la morale locale.
 


Sicurezza

Nel complesso la situazione può considerarsi abbastanza soddisfacente.
Il permanere di tensioni nella regione mediorientale, e le proteste in corso nel mondo arabo richiedono di adottare misure di prudenza da parte dei connazionali che risiedono o che intendano visitare il Paese. Gli episodi di criminalità ordinaria sono circoscritti e limitati se rapportati agli standards occidentali.

Zone a rischio: nessuna in particolare .

Zone di cautela: zone militari segnalate normalmente con cartelli e le zone di frontiera. Si consiglia di evitare sconfinamenti  in Arabia Saudita.

AVVERTENZE
Si consiglia di
:

- essere vigili nella frequentazione di luoghi particolarmente affollati;
- prepararsi, nel caso si decida di guidare un veicolo sulle strade del Paese, ad uno stile di guida locale che può creare situazioni di insicurezza in particolare sulle arterie di scorrimento veloce;

- evitare luoghi di eventuali manifestazioni,  di assembramento e quelli di culto (soprattutto in occasione della preghiera del venerdì e durante il mese del Ramadan (dal 1^ al 28 luglio per il 2014);
- adottare un abbigliamento, sia femminile che maschile, adeguato che rispetti i canoni della religione islamica. . Una nuova campagna di sensibilizzazione al riguardo è stata lanciata da queste Autorità. Essa consiglia, mediante appositi cartelli iconografici, di ricoprire tutte le parti del corpo incluse tra collo e ginocchia. Spalle ed addome scoperti sono altresì sconsigliati.


. Il consumo di bevande alcoliche, carni suine e derivati, generalmente è vietato; è consentito agli stranieri il consumo nelle loro abitazioni oppure negli alberghi e nei circoli privati (alberghi e circoli non servono maiale e derivati e sospendono l’offerta di alcool durante il periodo del Ramadan). L’Islam condiziona alcuni comportamenti quotidiani e, onde evitare spiacevoli reazioni, è consigliabile informarsi ed attenersi ai suggerimenti dello sponsor, dell’ospite o dell’albergatore;
- astenersi sia da comportamenti che possano essere interpretati come irriguardosi degli usi e delle abitudini locali sia dall’intervenire o anche solo dall’essere coinvolti in situazioni ed eventi al di fuori della normalità;
-  utilizzare per gli spostamenti nelle zone desertiche un mezzo adeguato (es. fuoristrada)  avvalendosi anche di una guida locale esperta;
-   assicurarsi, prima di scattare fotografie od effettuare riprese video, dell’esistenza di eventuali divieti;
- chiedere sempre il permesso per fotografare o riprendere persone del luogo;
- registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel Paese sul sito: DoveSiamoNelMondo
Va, infine, sottolineata l’importanza dello “sponsor” (vedi voci “Visto”) che si assume la responsabilità per qualsiasi comportamento dello straniero che ha sponsorizzato. A tale riguardo si fa presente nel caso di rimpatri d’emergenza che:  per i turisti con visto ottenuto tramite l’hotel o direttamente dall’Ambasciata del Qatar a Roma o ottenuto con altre modalita’ previste dalla normativa locale, non vi sono particolari formalità per uscire dal Paese. Par quanto riguarda invece gli operatori economici, stabilmente attivi in Qatar, per lasciare il Paese occorre il permesso di uscita (exit permit) firmato dal proprio “sponsor”.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti)
Per i reati di possesso di stupefacenti le pene sono molto severe e comminate in base alla legge islamica (che prevede anche la pena capitale, anche se da tempo non applicata). Severamente punita anche la guida in stato di ebbrezza.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori
Per i reati di abuso sessuale e violenza contro i minori, le pene sono molto severe e comminate in base alla legge islamica.
Va, inoltre, ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le autorità locali di Polizia  (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata italiana presente nel Paese per la necessaria assistenza.
(numero di emergenza attivo 24 ore su 24: +974 5551 3365). 

 


Situazione sanitaria

La situazione è in generale soddisfacente. A Doha sono presenti tre strutture ospedaliere, l’ospedale generale, femminile e geriatrico e numerosi ambulatori pubblici e cliniche private. L’affidabilità delle apparecchiature mediche è generalmente buona, mentre è in fase di progressivo miglioramento il livello di professionalità del personale ospedaliero.
E’ tuttavia opportuno evitare che interventi chirurgici complessi avvengano in loco.
Si consiglia, pertanto,  di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese del malato.
Non si registrano in Qatar malattie endemiche.
Sono facilmente reperibili i farmaci di largo consumo.

AVVERTENZE

Si consiglia di:
-· bere acqua minerale in bottiglia sebbene l’acqua distribuita dalla rete idrica (acqua marina dissalata e purificata) sia potabile;
-·  bere con frequenza molti liquidi durante i mesi estivi (acqua, tè, succhi di frutta) per prevenire il rischio di disidratazione.

Nessuna vaccinazione è obbligatoria


Viabilità

Patente
È possibile guidare con la patente italiana per un periodo massimo di una settimana dall’arrivo nel Paese; è consigliabile munirsi di patente internazionale, sebbene la stessa consenta anch’essa di guidare esclusivamente veicoli a noleggio e per un massimo di 7 giorni dall’arrivo nel Paese. Si può ottenere anche una patente locale temporanea (generalmente rilasciata per lo stesso periodo di validità del visto), sulla base della patente italiana e previo esame della vista; tale possibilita’ e’ tuttavia esclusa per gli stranieri presenti in Qatar con semplice visto turistico di 30 giorni.

Documenti per temporanea importazione
E' richiesto un carnet di passaggio in dogana per veicoli importati temporaneamente. Ulteriori informazioni al sito: www.aci.it/index.php?id=2090

Collegamenti con l'Europa: la compagnia aerea di bandiera, Qatar Airways, ha dato negli ultimi anni grande impulso alla propria presenza nelle più grandi città europee.
I collegamenti da e per l’Italia (Milano, Roma e Venezia) sono  assicurati da piu’ voli giornalieri.
Per maggiori informazioni, consultare il sito: www.qatarairways.com/

Trasporti: il trasporto interno è quasi esclusivamente a gestione privata. Non esiste una rete ferroviaria. Un diffuso servizio di taxi (preferibile al servizio bus la cui rete urbana e’ ancora limitata) assicura la circolazione all’interno della capitale. E’ opportuno accertarsi che il tassista capisca l’inglese e conosca la destinazione.
La manutenzione delle strade, soprattutto di quelle poco frequentate e lontane dalla città, non è ottimale.
Il modo più comodo per spostarsi all’interno del Paese è quello di utilizzare un'auto presa a noleggio con autista i cui costi sono variabili a seconda del tipo di autoveicolo. In ogni caso essi sono mediamente elevati.