Dati del paese

bandiera della Siria Siria (SYR) - Asia
mappa della Siria

Capitale: DAMASCO  
Popolazione: 20.178.485  
Superficie: 185.180 Km2   
Fuso orario: +1h rispetto all'Italia

Lingue:  arabo. La conoscenza dell'inglese e del francese è poco diffusa. 

Religioni: musulmana e, in minoranza, cristiana

Moneta: Lira siriana - SYP

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00963

 

Meteo

foschia Damascus Int. Airport, Syria
foschia
Temperatura 5°C

Aggiornato al 19/12/2014 07:00

 

Ambasciate e Consolati

A partire dal 14 marzo 2012, l’Ambasciata d’Italia a Damasco ha temporaneamente sospeso le proprie attività fino a nuovo avviso. Non è più possibile pertanto assicurare la consueta assistenza consolare a coloro che, nonostante il chiaro e reiterato sconsiglio delle Autorità italiane, siano ancora presenti in territorio siriano.
Per ogni esigenza i connazionali in Siria potranno comunque rivolgersi ai seguenti numeri: 00963113338338, 00963113332621, 00963932650060, 00963212214601, 0096341450561/2) e alla mail:
consolare.damasco@esteri.it.

AMBASCIATA D’ITALIA A DAMASCO:
Ata Al Ayubi street
Tel. 0096311 3332537, 00963113338338, 00963113332621
Fax.  00963 11 3320325
Cellulare per emergenze attivo ore di chiusura 00963932650060/00963992550555
E-mail: ambasciata.damasco@esteri.it; consolare.damasco@esteri.it

 

 

Indirizzi utili

Ufficio turistico

  1. vai al sito

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Siria

Avvisi particolari

Diffuso il 10.12.2014. Tuttora valido.

In considerazione dell’attuale situazione di elevato rischio e di grave pericolosità, si sconsiglia di recarsi in Siria e si ribadisce l’invito ai connazionali ancora in loco a lasciare il Paese. Si ricorda al riguardo di volersi sincerare della validità del proprio passaporto e di accertarsi sulla necessaria documentazione.

A partire dal 14 marzo 2012, l’Ambasciata d’Italia a Damasco ha sospeso le proprie attività fino a nuovo avviso. Non è più possibile pertanto assicurare assistenza consolare a coloro che, nonostante il chiaro e reiterato sconsiglio delle Autorità italiane, siano ancora presenti in territorio siriano.

Per ogni esigenza i connazionali in Siria potranno comunque rivolgersi ai seguenti numeri: 00963113338338, 00963113332621, 00963932650060 (cellulare di servizio), 00963992550555 (cellulare di servizio) 00963212214601, 0096341450561/2) e alla mail: consolare.damasco@esteri.it. Si invitano i connazionali ancora nel Paese a segnalare a tali contatti i propri movimenti, registrandosi anche sul sito Dove Siamo Nel Mondo.

Si invita ad evitare spostamenti all’interno delle città data la possibilità di trovarsi coinvolti in situazioni a rischio soprattutto in caso di cortei o assembramenti e si sconsiglia vivamente di intraprendere alcun viaggio all’interno del Paese, in particolar modo,  nelle ore notturne.

Elevatissimo è il rischio di rapimenti, attentati e violenze in tutto il Paese tra cui la Capitale.

Le aree periferiche della capitale e di Aleppo sono assolutamente da evitare a causa di violenti scontri tra l’esercito regolare e i gruppi armati degli oppositori, e comunque si raccomanda di mantenere comportamenti ispirati sempre alla massima prudenza anche nelle zone centrali. Attualmente le città che risultano essere meno coinvolte dagli scontri armati sono quelle di Lattakia a Tartous. Tuttavia è consigliabile prendere le dovute cautele, ed in ogni caso si invitano i connazionali a limitare al minimo gli spostamenti.

In generale, si esorta ad adottare sempre comportamenti di estrema cautela, astenendosi dal fotografare o riprendere (anche con i cellulari) formazioni militari, eventuali manifestazioni o scontri. Si raccomanda di adottare particolare attenzione e di evitare, nel limite del possibile, gli assembramenti (in particolare in prossimità delle moschee o altri luoghi di culto), specialmente durante i fine settimana e dopo la preghiera del venerdì e di tenersi costantemente aggiornati sulla situazione di sicurezza nel Paese. 

Si segnala, infine, l'estrema difficoltà di viaggiare in aereo da e per la Siria, a causa dell'interruzione dei collegamenti delle varie compagnie aeree. Attualmente, i voli da e per la Siria, sono assicurati, con notevoli difficoltà, soltanto dalla Syrian Air, la quale permette di raggiungere Mosca ed alcune  delle maggiori città del Medioriente, quali Beirut; Abou Dhabi; Amman, Algeri; Doha; Baghdad; Kuwait;  Il Cairo; Riad; Teheran; Jedda.
 
 
 



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L'INGRESSO NEL PAESE

Passaporto: necessario con una validità residua di almeno 6 mesi
al momento dell'arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata della Repubblica Araba Siriana a Vienna o presso il proprio Agente di viaggio.
Si raccomanda ai connazionali di verificare l’integrità del passaporto prima della partenza, al fine di evitare che le Autorità siriane – sospettando manomissioni – ne ostacolino l’ingresso o l’uscita dal Paese, e che, sullo stesso, non vi siano timbri di ingresso o di uscita, né di Israele, né di località di frontiera con Israele di Paesi ad esso limitrofi: si verrebbe immediatamente fermati o imbarcati sul primo volo utile per l’Italia.
Si potrebbe dunque correre il rischio di dover posticipare il rientro previsto.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il FOCUS “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero dei minori” sulla home page di questo sito.

Visto d'ingresso: necessario.
I visti vengono rilasciati dall’Ambasciata della Repubblica Araba Siriana a Vienna o dall’Ambasciata siriana a Beirut (Libano), non alla frontiera
, e di solito consentono un solo ingresso nel Paese. Se si programma una visita in più Paesi dell'area con reingresso in Siria (viaggi che comprendono visite anche in Giordania ed in Libano) è necessario chiedere un visto con "più ingressi". Si sottolinea che, vista la situazione bellica in cui versa il Paese, ottenere il visto d’ingresso in Siria sta diventando sempre più difficile.

Per i cittadini italiani provenienti dal Libano e muniti del visto d'ingresso libanese, il visto per la Siria va richiesto all’Ambasciata siriana a Beirut oppure all’Ambasciata siriana a Vienna (si sono, infatti, registrati frequenti casi di respingimento, in quanto il visto non è concesso direttamente alla frontiera tra i due Paesi). Le Autorità siriane hanno recentemente specificato che per i titolari di passaporti diplomatici e di servizio, è necessario ottenere preventivamente il visto presso la competente Ambasciata siriana .
Anche i giornalisti devono fare richiesta di visto d’ingresso tramite i consueti canali diplomatici. Per quanto riguarda la possibilità di ottenere in Siria un visto d'ingresso per il Libano, si fa presente che a Damasco vi è una Rappresentanza diplomatica libanese ove può essere richiesto e rilasciato il relativo visto d’ingresso, che può essere anche ottenuto in frontiera.

Nota bene: l'ingresso in Siria non verrà consentito dalle Autorità di frontiera siriane ai possessori di passaporto o di altro documento, dal quale risulti che il titolare sia stato in precedenza in Israele (Paese con il quale formalmente sussiste ancora lo stato di belligeranza). Ciò avviene anche se si è già in possesso di visto rilasciato da una Rappresentanza diplomatica/consolare siriana all'estero.

Si fa, inoltre, presente che i timbri egiziani e giordani - rilasciati ai posti di frontiera egiziani o giordani con Israele (quali: Taba, Rafah, King Hussein - ex Allenby Bridge, ecc.) - sono equiparati  dalle Autorità siriane al timbro israeliano e non permettono l'ingresso in Siria.
All'ingresso nel Paese viene fatta compilare una carta d'entrata, da conservare durante il soggiorno e da restituire in uscita alla frontiera.
Per soggiorni superiori a 15 giorni è necessario richiedere (entro i primi 15 giorni) alle locali Autorità per l'immigrazione siriane un "visto di residenza", che verrà controllato in aeroporto al momento dell'uscita dal Paese. In mancanza di tale "visto di residenza" le Autorità aeroportuali potrebbero effettuare alcuni accertamenti prima di consentire la partenza dal Paese.
La tassa d’uscita aeroportuale equivale a circa 11 Euro (2.500 Lire Siriane), da versare ai varchi dei controlli passaporti degli aeroporti di Damasco ed Aleppo. Mentre per quanto concerne le frontiere terrestri, la tassa d’uscita è pari a circa 5 Euro (1.100 Lire Siriane). Si segnala comunque l’estrema difficoltà di viaggiare in aereo da e per la Siria, non solo per l’interruzione dei collegamenti delle varie compagnie aeree, ma soprattutto per la non percorribilità dei tragitti che portano agli aeroporti di Damasco ed Aleppo a causa delle gravissime condizioni di sicurezza. A tale proposito, si sottolinea che, per il momento, il confine più sicuro resta quello siro-libanese.

Formalità valutarie e doganali.

Le somme in valuta estera superiori all'equivalente di 5.000 dollari Usa devono essere dichiarate all'ingresso nel Paese. Non sono consentiti acquisti in valuta estera salvo quelli effettuati in dollari (o euro) nei grandi alberghi. I viaggiatori dovranno, quindi, conservare le ricevute di cambio a dimostrazione che i loro acquisti siano stati effettuati con moneta locale regolarmente cambiata.
Non è consentito far uscire dal Paese le lire siriane, peraltro inconvertibili. Il servizio di prelievo (Bancomat) dagli sportelli automatici è garantito solamente in alcune zone relativamente piu’ sicure, e solamente in poche città.
A seguito dell’introduzione delle sanzioni europee e di nuove sanzioni americane nel corso del 2011, non è più possibile utilizzare carte di credito tipo Visa o Mastercard in Siria. Sarà necessario dunque avere sempre del contante disponibile. Si evidenzia altresi’ l’impossibilità di effettuare operazioni bancarie in Dollari a causa delle sanzioni, mentre i trasferimenti in Euro con bonifici dall’estero sono particolarmente lunghi e complessi, e molte volte non vanno a buon fine.

Limitazione di importazione
Armi da fuoco
L'importazione di armi da fuoco è consentita, ma è necessario ottenere preventivamente il permesso del Ministero dell'Interno:
Ministère de l'Intérieur
Place Marjeh Damas.

Pezzi di ricambio
Non è necessaria alcuna autorizzazione per l'importazione di pezzi di ricambio in quantità ragionevole se trasportati nel veicolo cui sono destinati (es.: candele, cinghia del ventilatore, pneumatico di ricambio).

Carne
Una piccola quantità di carne può essere importata dal visitatore per il proprio consumo personale.

Piante
E' consentita l'importazione di piante e di mazzi di fiori .

Divieto di importazione
L'importazione dei seguenti articoli è vietata:
-droghe e narcotici ;
-armi da fuoco e munizioni (se non accompagnate da autorizzazione del Ministero degli Interni siriano) ;
-walkie-talkies .

Gli articoli vietati o importati in quantità eccessiva vengono temporaneamente confiscati dalla dogana.  Essi vengono restituiti al visitatore al momento in cui lascia il Paese.
Negli ultimi tempi si registrano anche crescenti controlli sulle apparecchiature informatiche tipo PC portatili e macchine fotografiche. Le Autorità di frontiera potrebbero richiedere ispezioni o sequestrare i predetti beni.

Limitazione di esportazione
L'esportazione dei seguenti articoli è vietata:
-oro, argento e oggetti ricavati da tali metalli;
-oggetti di antiquariato, salvo nel caso in cui siano accompagnati da permesso rilasciato dalla:
Direction Générale des Musées et Antiquités
Rue Rida Said
Damas
tel.: 00963-112228566
fax: 00963-112247983

Ultimamente anche l’esportazione di prodotti alimentari in quantità eccessive è vietata vista la situazione di difficoltà socio-economica in cui versa il Paese.

Animali domestici
I cani e i gatti devono essere accompagnati da un certificato veterinario di buona salute rilasciato dalle Autorità dei Paesi d'origine.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna.

 


Sicurezza

In considerazione dell’attuale situazione di elevato rischio e di grave pericolosità, si sconsiglia di recarsi in Siria e si ribadisce l’invito ai connazionali ancora in loco a lasciare il Paese. Si ricorda al riguardo di volersi sincerare della validità del proprio passaporto e di accertarsi sulla necessaria documentazione.

A partire dal 14 marzo 2012, l’Ambasciata d’Italia a Damasco ha sospeso le proprie attività fino a nuovo avviso. Non è più possibile pertanto assicurare assistenza consolare a coloro che, nonostante il chiaro e reiterato sconsiglio delle Autorità italiane, siano ancora presenti in territorio siriano.

A coloro che decidessero di restare, comunque, in Siria, si raccomanda di tenersi informati sulla situazione attraverso i mass media locali ed internazionali, tenendo presente che il Paese risulta in questo momento particolarmente esposto anche al rischio di azioni legate a fenomeni di terrorismo internazionale.

Recentemente si sono verificati accresciuti fenomeni di violenza di ogni tipo in tutte le città del Paese ed un  contemporaneo aumento di attentati dinamitardi. Alcune zone della Siria sono sottoposte a continui bombardamenti da parte dell’aviazione dell’esercito regolare.

Di conseguenza, le principali vie terrestri di comunicazione nei pressi delle città ove si verificano le manifestazioni e gli scontri, vengono talvolta chiuse senza preavviso e l’accesso alle medesime città può essere difficoltoso o interdetto.

Le aree periferiche della capitale e di Aleppo sono assolutamente da evitare a causa dei violenti scontri tra l’esercito regolare e i gruppi armati degli oppositori, e comunque si raccomanda di mantenere comportamenti ispirati sempre alla massima prudenza anche nelle zone centrali. Attualmente le città che risultano essere meno coinvolte dagli scontri armati sono quelle di Latakia e Tartous. Tuttavia è consigliabile prendere le dovute cautele, ed in ogni caso si invitano i connazionali a limitare al minimo gli spostamenti.

Elevatissimo è il rischio di rapimenti, attentati e violenze in tutto il Paese tra cui la Capitale.

In generale, si esorta ad adottare sempre comportamenti di estrema cautela, astenendosi dal fotografare o riprendere (anche con i cellulari) formazioni militari, eventuali manifestazioni o scontri. Si raccomanda di adottare particolare attenzione e di evitare gli assembramenti (in particolare in prossimità delle moschee o altri luoghi di culto), specialmente durante i fine settimana e dopo la preghiera del venerdì e di tenersi costantemente aggiornati sulla situazione di sicurezza nel Paese. 

Si invita ad evitare spostamenti all’interno delle città data la possibilità di trovarsi coinvolti in situazioni a rischio soprattutto in caso di cortei o assembramenti e si sconsiglia vivamente di intraprendere alcun viaggio all’interno del Paese.

Molti sono i check points che controllano sia l’accesso alle principali città del Paese che l’interno delle stesse, nonché gli improvvisi blocchi stradali installati dalle Autorità di polizia e, in certe aree delle città, anche dalle forze di opposizione.

Nel caso si venisse fermati ad un check point o dalla polizia per controlli, si raccomanda sempre di essere collaborativi, di mostrare il proprio documento di identità e di attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle Autorità di polizia.

Si segnala inoltre che con il peggioramento della situazione di sicurezza in tutto il Paese, anche nella capitale e ad Aleppo, sono aumentati casi di furti, furti d’auto, rapine di fronte ad istituti bancari, rapimenti, ecc, determinando così un netto peggioramento del livello di criminalità comune, prima quasi inesistente.  Si invita vivamente a non effettuare spostamenti di notte e specie nelle zone periferiche di Damasco, Aleppo, nonché in tutto il Paese.

Per ogni esigenza i connazionali in Siria potranno comunque rivolgersi ai seguenti numeri: 00963113338338, 00963113332621, 00963932650060 (cellulare di servizio), 00963992550555 (cellulare di servizio) 00963212214601, 0096341450561/2) e alla mail: consolare.damasco@esteri.it.

Si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo, nonché di attenersi alle modalità sotto descritte.

Avvertenze

Data la situazione bellica in cui versa la Siria, si sconsiglia vivamente di recarsi nel Paese se non per motivi di estrema necessità.

Si raccomanda comunque di usare prudenza e di attenersi a norme di comportamento e linguaggio adeguati, evitando di svolgere attività non espressamente autorizzate che potrebbero determinare anche il fermo o l’arresto.

Evitare assolutamente di fotografare o riprendere siti interdetti (a volte esistono limitazioni in tal senso scritte solo in arabo) o eventuali manifestazioni o proteste. Si potrebbe essere subito fermati, e persino espulsi dal Paese previo sequestro del materiale (macchine fotografiche, telecamere, ecc.).

La legislazione locale è molto severa circa il rispetto del divieto di accesso alle aree militari o di interesse militare e del divieto di fotografare tali aree, specialmente nella situazione di estrema instabilità che sta attraversando la Siria.

In caso di incidente stradale è necessario richiedere l'intervento della polizia. Secondo la legislazione siriana, in caso di incidente stradale che abbia determinato lesioni, si è passibili di arresto. Per gli spostamenti, si suggerisce, quindi, di noleggiare un'auto con autista/guida, il cui costo non risulta essere particolarmente oneroso e di sincerarsi che il veicolo ed il conducente abbiano una valida copertura assicurativa. Sono oramai presenti diverse agenzie che offrono tali servizi a costi contenuti.

E' opportuno, in generale, mantenere un comportamento discreto nell'abbigliamento e rispettoso degli usi locali, soprattutto negli ambienti dove è forte l'influenza islamica come nei pressi delle moschee e nei villaggi dell'interno.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti):
Il possesso di droga, anche per uso personale, e lo spaccio sono reati puniti con sanzioni che variano dai 15 anni di carcere fino alla pena di morte.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:
Le pene per i reati di abuso di minori, di stupro (punito con la pena di morte) sono molto severe.
Va ricordato che coloro che commettono all'estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

 


Situazione sanitaria

Le strutture sanitarie pubbliche sono di livello inferiore alla media italiana. Alcune strutture private, tra cui un ospedale italiano a Damasco (Jesr El Abyad - Taliani - Damasco - tel 3326030) offrono servizi migliori, anche se sotto agli standard europei.
Le malattie endemiche del Paese sono: l’ameba e parassiti intestinali, epatite e tifo (a basso rischio). Dopo circa 2 anni e mezzo di guerra nel Paese, il rischio di epidemie è sempre più elevato.

Sono stati confermati nel Paese alcuni casi di poliovirus selvaggio di tipo 1 (WPV1). Il Poliovirus selvaggio non era stato rilevato nella Repubblica Araba di Siria dal 1999.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda che tutti i viaggiatori da e verso le aree colpite da poliovirus siano vaccinati contro la polio con una schedula completa.

Si consiglia di portare con sé le medicine comuni e di uso personale in quanto i farmaci di produzione europea sono di difficile reperibilità nel Paese.

Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’ assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario  o il trasferimento in altro Paese.

Avvertenze
Si consiglia di:
• non mangiare cibi crudi, di lavare accuratamente frutta e verdure;
• bere solo acqua in bottiglie sigillate senza aggiunta di ghiaccio nelle bevande e di bere solo latte pastorizzato;
• effettuare, previo parere medico, le vaccinazioni contro l'epatite A e B e il tifo.


Viabilità

Patente
Internazionale (modello Convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).

Importazione temporanea di veicoli: è necessario il Carnet de passage en Douane - ulteriori informazioni alla pagina www.aci.it/il-club/soci-in-viaggio/per-chi-va-allestero/carnet-de-passages-en-douane.html

Norme di guida

Circolazione : guida a destra, sorpasso a sinistra.

Cinture di sicurezza:obbligatorio allacciarle sui sedili anteriori

Tasso alcolico: La guida in stato di ebbrezza è severamente vietata


Aeroporti
Damasco, Aleppo, Kamishli, Latakia, Deir-ez-Zor.
A causa delle gravissime condizioni di sicurezza, la maggior parte delle compagnie aeree, europee e non, hanno interrotto i propri collegamenti con la Siria.

Trasporti interni
I trasporti urbani avvengono con minibus privati. I taxi sono, comunque, molto numerosi e abbastanza economici (una corsa di media lunghezza costa da 0,5 a 1 euro).
Gli autobus di linea collegano tutte le città della Siria. Nell’attuale situazione, sono frequenti le interruzioni dei servizi di trasporto terrestre fra le principali città del Paese.