Dati del paese

bandiera del Turkmenistan Turkmenistan (TM) - Asia
mappa del Turkmenistan

Capitale: ASHGABAT
Popolazione: 5.500.000
Superficie: 488.100 km²
Fuso orario: +4h rispetto all'Italia; +3h quando in Italia è in vigore l'ora legale.

Lingue: ufficiale il turkmeno; parlato anche il russo.

Religioni: musulmana e, in misura minore, cristiano ortodossa.

Moneta: Manat.
I dollari USA e, in misura minore, l'euro sono accettati nel Paese.

Prefisso per l'Italia: 81039
Prefisso dall'Italia: 00993
Prefisso Ashgabat: 12

Telefonia: È presente la rete di telefonia mobile.

 

Meteo

sereno Ashgabat, Turkmenistan
Temperatura 31°C

Aggiornato al 31/07/2014 06:00

 

Ambasciate e Consolati

L’ufficio dell’Ambasciata d’Italia, si trova temporaneamente presso l’Ufficio di Collegamento dell’Unione Europea

Liaison Office of the European Union
I proezd Myati Kosayeva, n. 8
Tel: +993 12 344677 Fax: +993 12 34 4678
Tel. cell. Ambasciata d’Italia: +993 61174271
Email: ashgabat.info@esteri.it

 

Indirizzi utili

Telefoni utili

Pronto soccorso: tel. 03
Polizia: tel. 02
Ente per il Turismo in loco 

Ufficio governativo del Turismo (Ulitsa Pushkina, 17 Ashgabat

Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Home > I Paesi > Turkmenistan

Avvisi particolari

Diffuso il 26.05.2014. Tuttora valido.

Nel ricordare che il Turkmenistan condivide con la più parte del resto del mondo il rischio di poter essere esposto ad azioni legate a fenomeni di terrorismo internazionale, si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo. Si raccomanda altresì - una volta in loco - di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo, etc.).

Consultare voce “Sicurezza" della Scheda.

Si ricorda, infine, l’opportunità di consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link, nonché di sottoscrivere – prima della partenza – una assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).

 



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto:   necessario, con validità residua di almeno tre mesi. Per  le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia (non e’ presente in Italia l’Ambasciata del Turkmenistan vedi sotto) o presso il proprio Agente di viaggio.


Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire/ documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.


Visto di ingresso: obbligatorio per tutte le tipologie di viaggio. In Italia non sono presenti Rappresentanze diplomatiche o consolari turkmene: il visto può essere richiesto all’Ambasciata turkmena a Parigi (Rue Picot, 13 75116 Parigi; tel. 0033147550536; fax 0033147550568) o presso qualsiasi Rappresentanza diplomatica turkmena presente all’estero. Il rilascio del visto e’ subordinato alla presentazione di una lettera di invito di una agenzia turistica turkmena.
E’ possibile ottenere il rilascio del visto all’aeroporto o alla frontiera, solo previo positivo completamento della procedura di invito (ad esempio, da parte di una agenzia turistica o Società presente in loco) con il rilascio dell’autorizzazione all’ingresso nel territorio turkmeno rilasciata dal “Servizio Statale per le Migrazioni del Turkmenistan”.
E’ possibile ottenere l’estensione della durata del visto in loco (previo pagamento).
Esistono aree del Paese (Dekhistan, Kerki, Gushgi, Saraghs, Riserva naturale di Badkhyz e di Kugitang) accessibili solamente previo rilascio di apposito permesso da parte del Ministero degli Esteri. La zona lungo il confine con l’Iran, con l’eccezione del valico di frontiera, e’ interdetta all’accesso.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Formalità valutarie e doganali: la valuta deve essere dichiarata all’ingresso nel Paese; non e’ permesso esportare valuta superiore a quella dichiarata in entrata. E’ vietato cambiare la valuta pregiata al mercato nero. Limitato l’uso delle carte di credito (solo negli alberghi internazionali).


Limitazione di esportazione: è vietata l’esportazione di tappeti antecedenti al 1970; ogni tappeto acquistato deve essere accompagnato da un certificato di esportazione rilasciato dal negoziante e comporta il pagamento dei diritti doganali. Dipinti o altri oggetti di antiquariato possono essere esportati solo previa autorizzazione del Ministero della Cultura (da richiedere con congruo anticipo rispetto alla partenza). Le ispezioni doganali del bagaglio sono particolarmente accurate.


Sicurezza

 Le condizioni di sicurezza nella capitale Ashgabat e nei principali centri urbani del Paese (Turkmenbashi, Merv) sono nel complesso accettabili. Si consiglia grande cautela negli spostamenti notturni e al di fuori dei centri urbani, anche per le difficoltà logistiche connesse alle cattive condizioni della rete stradale. E’ consigliabile, in ogni caso, servirsi di una guida locale, anche per la frequenza dei controlli da parte della polizia. Il paese registra bassi livelli di criminalità, ma si suggerisce prudenza nel frequentare i luoghi affollati (mercati) per il possibile rischio di borseggi. In generale, si suggerisce il rispetto di elementari regole di cautela quali: non portare indosso gioielli vistosi, non mostrare in pubblico grandi somme di denaro, non usare taxi non ufficiali, soprattutto di notte.
Si segnala infine che il Turkmenistan presenta un grado medio-alto di sismicità.
 
- Zone a rischio: sono sconsigliati i viaggi nelle zone di frontiera con l’Afghanistan.

- Zone di cautela: tutte le aree periferiche del paese, in particolare quelle in prossimità delle frontiere.
Alcune aree del Paese (Dekhistan, Kerki, Gushgi, Saraghs, Riserva naturale di Badkhyz e di Kugitang) sono accessibili solamente previo rilascio di apposito permesso da parte del Ministero degli Esteri locale. La zona lungo il confine con l’Iran, con l’eccezione del valico di frontiera, e’ interdetta all’accesso.

-  Zone sicure: Asghabat e immediati dintorni.

Avvertenze
Si consiglia di notificare sempre all’arrivo nel Paese la propria presenza e gli eventuali spostamenti all'Ambasciata d'Italia ad Ashgabat (vedi Recapiti).

Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare sul sito Dove siamo nel mondo

Si consiglia di:
-  avere un comportamento ed un abbigliamento consono alle sensibilità locali tenendo presente che il Turkmenistan è un Paese islamico;
- non avvicinare le donne locali e di non effettuare riprese fotografiche alle persone senza aver ottenuto il consenso degli interessati;
- non effettuare riprese e foto di edifici pubblici.  E’ vietato riprendere edifici pubblici, caserme di polizia e militari.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti)
La legge locale punisce severamente i reati connessi alla droga (compreso il consumo).

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori
Sono previste pene severe.

Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono  perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

La guida in stato di ebbrezza e’ severamente punita.

In caso di problemi con le autorità locali di Polizia  (stato di fermo o arresto) si consiglia di  informare l'Ambasciata d'Italia per la necessaria assistenza.


Situazione sanitaria


Strutture sanitarie: Le strutture sanitarie locali offrono standard qualitativi inadeguati.  Nella capitale è presente, per le emergenze, una clinica turca. In caso di grave patologia, si consiglia il rimpatrio o il trasferimento del malato in altro Paese.
La reperibilità di medicinali, al di fuori di quelli generici, è scarsa.
 
Malattie presenti: Si registrano saltuarie epidemie di tifo e paratifo. Si prega di consultare il Focus “Sicurezza sanitaria – Malattie infettive e vaccinazioni” sulla home page di questo sito.
 
Avvertenze: Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una adeguata assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese. Si raccomanda di non bere l’acqua della rete idrica e di non aggiungere ghiaccio nelle bevande. Le vaccinazioni consigliate, previo parere medico, sono quelle contro contro l’epatite (A e B) ed il tifo.

Nessuna vaccinazione obbligatoria


Viabilità

Patente
La patente di guida italiana viene accettata, se corredata dalla traduzione autenticata in lingua russa.

Assicurazione auto
non obbligatoria.

La guida in stato di ebbrezza è severamente punita.

Trasporti in generale:  Non esistono collegamenti aerei diretti con l’Italia. La capitale Ashgabat è collegata con voli regolari da Istanbul (Turkish Airlines), Francoforte (Lufthansa), Parigi, Londra, Kiev, e Minsk (), Mosca (con Turkmenistan Airlines e S7/Sibir Airlines).  Esistono collegamenti regolari anche con Dubai, Bangkok, Pechino, New Delhi, Abu DhabiAlmaty, e Baku.