Focolaio epidemico ebola 2014 - Modalità di trasmissione

I Paesi attualmente interessati dall’epidemia sono Guinea, Liberia, Sierra Leone. Alcuni casi si sono recentemente verificati in Mali.

Senegal, Nigeria  e Repubblica Democratica del Congo sono state dichiarate  dall’OMS “Ebola free” (aree non più affetta da virus  Ebola), dopo che per 42 giorni non si sono registrati nuovi casi di contagio.

Modalità di trasmissione

Nella genesi di un focolaio, si ipotizza che il “paziente zero” si contagi a seguito di contatto diretto con animale infetto (fluidi corporei).  

  1. Per contagiare l'uomo il virus potrebbe aver infettato scimmie, o altri animali della foresta e poi l'uomo attraverso il fenomeno del consumo di “bushmeat” (carne di foresta) e il successivo trasporto di queste prede selvatiche (antilopi, scimpanzé, volpi volanti).Le lesioni causali determinate dalle propaggini o artigli di queste prede sanguinanti, trasportate a dorso nudo (a contatto diretto con la cute dei cacciatori), possono aver rappresentato la via di accesso del patogeno nell’uomo e il conseguente spread della patologia. Il fenomeno del “bushmeat” (illegale in Costa d’Avorio ma non in Liberia – non a caso è stato creato il mercato “ad hoc” di Daobly, al confine tra i due Paesi) si è esacerbato negli ultimi 20 anni in virtù dell’aumento dello sfruttamento industriale e minerario delle aree forestali: l’approvvigionamento  difficile di alimenti ha spinto gli abitanti dei singoli villaggi, nonché gli operatori locali delle prefate compagnie, a ricorrere a questa pratica determinando una riduzione, tra i soli primati, di oltre 9000 unità nel corso dell’ultimo anno.

  2. La trasmissione da persona a persona si verifica attraverso:
  • lo stretto contatto personale (contatto con fluidi corporei infetti) con un individuo contagioso, soprattutto durante la fase finale dell’infezione, correlata a massivi livelli di viremia, o con un cadavere infetto;
  • le infezioni nosocomiali attraverso il contatto con fluidi corporei infetti dovuti al riutilizzo o inoculo accidentale da siringhe non sterili, aghi, o altre apparecchiature medicali contaminate con questi fluidi. 
Dove siamo nel mondo

Registra i dati del tuo prossimo viaggio.
Darai all'Unità di Crisi della Farnesina la possibilità di raggiungerti più facilmente in caso di gravi emergenze.

Vai al sito Dove siamo nel mondo