Dati del paese

  Cuba (CU) - America centrale
mappa di Cuba

Capitale: L' AVANA  
Popolazione: 11.217.100
Superficie in Km2: 110.922

FUSO ORARIO: – 6 ore; anche a Cuba vige l’ora legale (normalmente adottata una settimana prima rispetto all’Italia).

Lingua: Spagnolo 

Religioni: in maggioranza cattolica; è anche diffuso il culto di religioni animiste.

Prefisso per l'Italia: 11939 
Prefisso dall'Italia: 0053

 

Meteo

poco nuvoloso Aeropuerto Jose Marti, Rancho-Boyeros, Habana, Cuba
Temperatura 24°C

Aggiornato al 29/08/2014 04:55

 

Ambasciate e Consolati

 Ambasciata d'Italia a L’Avana
5ta Ave. N. 402 esq. 4, Miramar 
Tel: (00537) 2045615  r.a.. Fax: (00537) 2045659 - 2045661;
Cellulare di servizio: 005352805417
E-mail: ambasciata.avana@esteri.it
Home page: www.amblavana.esteri.it

Vai al sito

 

Indirizzi utili

Ufficio turistico Ministero del turismo:

  1. vai al sito

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Consulta le altre schede



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Cuba

Avvisi particolari

Diffuso il 20.06.2014. Tuttora valido.

Si consiglia  ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.

 



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’ACCESSO AL PAESE

Passaporto: necessario, con una validità residua di almeno tre mesi al momento dell’arrivo nel Paese e comunque con scadenza posteriore alla data di rientro in Italia qualora vengano superati i tre mesi di permanenza. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presenti in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Si ricorda ai connazionali, in possesso di cittadinanza cubana ed italiana, che devono viaggiare anche con il passaporto italiano. In caso contrario le Autorità cubane non permettono l’uscita dal Paese.

Visto d’ingresso: necessario. Il  tour operator presso cui si acquista il biglietto aereo in genere si occupa del visto d’ingresso; coloro che viaggiano individualmente, possono ottenerlo presso gli uffici consolari cubani in Italia.
Il visto d’ingresso viene concesso per un periodo massimo di trenta giorni, rinnovabile per ulteriori 30 giorni (per una durata complessiva di 60 giorni) dietro pagamento di una tassa statale presso i locali uffici delle autorità di immigrazione.

Qualora non si provveda al rinnovo del visto nei tempi previsti dalla legge, le Autorità cubane hanno la facoltà di rimpatriare il turista previo periodo di detenzione. Durante il suddetto periodo sono a carico del connazionale le spese di vitto e alloggio.
Le attività svolte durante il soggiorno a Cuba debbono essere coerenti con la tipologia di visto richiesta. In particolare, si rammenta che il visto turistico non consente lo svolgimento di alcuna attività lavorativa o di attività diverse da quelle prettamente legate al turismo (come, ad esempio, la professione giornalistica). In caso di violazione delle disposizioni migratorie cubane le sanzioni sono piuttosto severe e comportano la detenzione e l’espulsione dal Paese.

Al momento dell’uscita dal Paese è previsto il pagamento di una tassa pari a 25 CUC da versare in aeroporto

VIAGGI ALL’ESTERO DEI MINORI: si prega di consultare il FOCUS “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Minori nati in Italia da unioni miste italo-cubane: si ricorda che i minori nati da unioni miste in territorio italiano, benché cittadini italiani con regolare passaporto, nel caso in cui siano stati anche iscritti presso il pertinente Registro Civile cubano, sono considerati dalla Costituzione cubana, che non riconosce la doppia cittadinanza, cittadini cubani “jure sanguinis” e potrebbero essere sottoposti al momento di lasciare il Paese alle disposizioni previste dalla legislazione cubana in materia migratoria che impongono la presenza/l’assenso espresso di entrambi i genitori all’espatrio.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Formalità valutarie e doganali:
al momento dell’ingresso nel Paese è obbligatorio dichiarare la quantità di valuta estera se questa supera i 5.000 dollari USA. In assenza di tale dichiarazione ci si espone, al momento dell’uscita dal Paese, al sequestro dell'importo eccedente i 5000 dollari. Si ricorda che, a causa dell'embargo statunitense nei confronti di Cuba, l'ingresso di dollari nel Paese non è autorizzato dalle Autorità americane. Non è possibile, quindi, inviare tale valuta da e verso Cuba attraverso il sistema bancario internazionale, né utilizzare carte di credito emesse da istituti statunitesi o collegati a banche statunitensi, né travellers cheques in dollari USA. Un recente accordo tra il Governo cubano e Governo statunitense ha introdotto la possibilità per i residenti a Cuba di ricevere legalmente, attraverso l’impresa Western Union, pesos cubani convertibili (CUC) a fronte delle rimesse in USD realizzate da familiari e conoscenti dall’estero (mantenendo un’imposta del 10% applicata ad ogni transazione). 

Limiti alle importazioni a carattere non commerciale per i turisti: i viaggiatori diretti a Cuba possono portare nel bagaglio i propri effetti personali ed inoltre oggetti, nuovi od usati, fino ad un valore massimo di 1000 dollari. Fino a 50,99 dollari vi è completa esenzione da imposte, mentre per le importazioni fino ai 1.000 dollari si applica un’imposta progressiva (200 dollari da 51 a 250,99$, 250 dollari da 251 a 500,99$, 500 dollari da 501 a 1000$). Si è soggetti ad un’imposta di 1.575 dollari in caso di importazioni superiori ai 1.000 dollari in valore. Sono esenti da imposte anche i medicinali fino a 10 chili. E' autorizzata l'importazione temporanea con obbligo di riesportazione al termine del soggiorno di alcuni elettrodomestici ad uso personale (ad es. rasoi elettrici, radio, registratori, macchine fotografiche, ecc.). E’ ammessa altresì l’importazione temporanea di computer portatili e telefoni cellulari. E’ assolutamente vietato importare frigoriferi, freezer, condizionatori, cucine e forni elettrici, ferri da stiro e scaldabagni e tutto ciò che possa far incrementare il consumo elettrico nel Paese. Richiede una specifica autorizzazione del competente Ministero dell’Informatica e delle Comunicazioni cubano l’importazione di apparecchiature telefoniche e di trasmissione radiofonica e satellitare. Gli animali vivi e le piante, così come i prodotti di origine animale o vegetale (come i cereali e le paste alimentari) sono soggetti a previa autorizzazione da parte delle competenti Autorità veterinarie e fitosanitarie cubane.

Limiti alle esportazioni a carattere non commerciale per i turisti:

Possono essere esportati:
· fino a 100 pesos in moneta nazionale e 200 pesos in moneta convertibile;
· sigari fino a 23 unità sfuse (si consiglia, tuttavia, di munirsi di regolare fattura per evitare eventuali sequestri della mercanzia);
Non possono essere esportati:
· beni appartenenti al patrimonio culturale, anche quando siano stati acquistati in negozi o presso rivenditori privati autorizzati (ad esempio oggetti d'arte, libri, artigianato e oggetti antichi presenti in alcune delle zone a grande concentrazione turistica). L’esportazione dei suddetti beni è soggetta a norme doganali rigorose, pena il sequestro della merce.

Il sequestro avviene di norma quando:
· i beni appartengono al Patrimonio Nazionale e non si è in grado di esibire l'autorizzazione da parte del Ministero della Cultura che viene di norma rilasciata, ove pertinente, all’atto dell’acquisto (è comunque bene richiederla);
· quando si tratta di tutti quei beni che si trovano nelle collezioni dei musei della rete nazionale o che possiedono un valore archeologico, storico, letterario, educativo, artistico, scientifico e culturale in senso generale. Si raccomanda, soprattutto nel caso di quadri e libri vecchi, di richiedere e conservare la ricevuta verificando che vi sia apposta l'etichetta obbligatoria.

Acquisto di beni e servizi: si consiglia di pretendere sempre il rilascio di una ricevuta attestante l'avvenuto pagamento. Tale accorgimento vale in particolare nel caso di attività che possano comportare rischi di incidenti (es. attività sportive e nautiche) e per i quali sia prevista una copertura assicurativa. In assenza di tale ricevuta, non esiste alcuna garanzia che la polizza venga effettivamente stipulata dal venditore.

CARTE DI CREDITO: : Non vengono accettati “Travellers’ Cheques”, né Carte di Credito di circuiti statunitensi (American Express, Diners Club) e le carte del circuito MAESTRO. La Carta VISA e la Poste Pay sono generalmente accettate per prelevare contante e per effettuare pagamenti (in tale ultimo caso, il loro uso è limitato ai soli hotel e negozi statali, dove peraltro spesso il POS non risulta funzionante), mentre la Master Card non risulta sempre operativa.
Si ricorda altresì che a Cuba l’impiego delle carte di credito accettate è limitato a pochi esercizi (alberghi e ristoranti statali, NON i c.d. paladares), nelle principali città del Paese. Tutte le transazioni effettuate con carte di credito subiscono una sovrattassa del 3% circa rispetto al valore complessivo della transazione. Si suggerisce pertanto di viaggiare con denaro contante, possibilmente Euro, valuta che presenta un cambio più favorevole rispetto al Dollaro USA.


Sicurezza

Cuba non presenta particolari condizioni di pericolo per i viaggiatori.
Tuttavia sono aumentati negli ultimi anni episodi di microcriminalità a danno di turisti, (furti, scippi ed alcuni casi di aggressione a mano armata) registrati in particolare nella capitale e nelle maggiori città. Si consiglia di non opporre resistenza in caso di aggressione.

Zone di cautela
Soprattutto nelle ore notturne è opportuno spostarsi con cautela evitando strade non illuminate. Sono frequenti i black out dovuti a risparmio energetico. Cautela va anche adottata nelle strade del centro delle città e in quelle fuori del centro dell'Avana (Avana Vecchia), nei quartieri più popolari ivi compreso il quartiere "Centro Avana" ed in alcune località turistiche alla periferia della capitale come Guanabo.

Zone sicure
Quartieri residenziali della capitale e zone turistiche. Nel visitare i centri urbani si consiglia di osservare le normali precauzioni di sicurezza evitando di ostentare gioielli, denaro ed apparecchi fotografici.

Avvertenze
Si raccomanda, in caso di perdita di documenti e soldi, per furto o smarrimento, di presentare denuncia all’Autorità di Polizia locale e di rivolgersi tempestivamente all’Autorità consolare italiana che provvederà al rilascio di un documento di viaggio per il rientro in Italia. Per quanto riguarda gli aiuti economici, si veda quanto suggerito in merito in fondo al paragrafo.

Si segnala inoltre al riguardo che lo straniero che venisse trovato privo di documenti di riconoscimento e di mezzi di sussistenza è soggetto al fermo di polizia fino al momento del rimpatrio.

Si raccomanda ai visitatori di prestare la massima attenzione nel condurre veicoli o motocicli. Le precarie condizioni della rete stradale, la scarsa visibilità notturna e le frequenti infrazioni al codice della strada da parte di pedoni e di autoveicoli locali, possono mettere in grave pericolo i conducenti nel corso del proprio soggiorno turistico.

Si raccomanda vivamente di evitare viaggi notturni attraverso il Paese.

Gli stranieri coinvolti in incidenti stradali con vittime o morti, o anche solo danni a persone,  non possono lasciare il Paese durante tutta la durata dell'inchiesta e del processo, che possono protrarsi per mesi.

Si raccomanda inoltre di prestare particolare attenzione ai rischi che si possono correre qualora si circoli con autoveicoli noleggiati in loco. Spesso le agenzie di noleggio cubane non sono all'altezza degli standards di sicurezza ed assistenza europei.

Si suggerisce di:
- riporre gli oggetti di valore nel bagaglio a mano durante il viaggio aereo;
- custodire in luogo sicuro documenti di viaggio, denaro e valori in generale;
- girare con la copia del documento di riconoscimento e con il denaro necessario per la giornata;
- non opporre resistenza in caso di aggressione;
- utilizzare esclusivamente taxi autorizzati;
- non dare passaggi a persone sconosciute, specie lungo la rete autostradale;
 - usare prudenza soprattutto sulle spiagge, in particolare nella zona di S.Maria Playas del Est, dove si sono verificati numerosi furti ed aggressioni.

Infine, qualora si dovesse rimanere sprovvisti di denaro, si fa presente che la facoltà di erogare prestiti da parte dell’Ambasciata in favore di connazionali bisognosi è, per legge, limitata e che, in ogni caso, prevede l’obbligo della restituzione del prestito. Pertanto si consiglia di:
1) mettersi direttamente in contatto con l'ente cubano Asistur, (www.asistur.cu) Paseo del Prado 254, L'Avana, numero di conto 026299, tel. 338527, 338920 - fax 338087.
2) chiedere ad una persona in Italia di emettere un bonifico presso la Banca Nazionale del Lavoro (BNL) o la Banca Popolare Antoniana Veneta (BPAV), in Euro o altra moneta, (esclusi i dollari USA), a favore dell’ente Asistur sul conto corrente n. 000769 presso il Banco Financiero Internacional dell'Avana delegato a ricevere bonifici dall'estero. Copia sarà inoltrata dalla Banca via fax all'ente e il beneficiario, potrà, in tempo reale, ritirare la somma e cambiarla in dollari USA con una detrazione del 10% a titolo di commissione.
3) chiedere ad una persona in Italia di far trasferire una somma, in Euro o altra moneta (esclusi i dollari USA), da una delle seguenti banche: Banco de Credito y de Comercio, Banco Popular de Ahorro o Banco Metropolitano (che opera, però, solo all'Avana). Si ricorda che questa possibilità prevede tempi di attesa un po' più lunghi rispetto alla prima soluzione (circa 4 giorni).
4) prendere accordi con la propria banca affinché consenta prelievi di contanti a mezzo carta di credito per l’ammontare necessario.

Soggiornare in abitazioni private comporta costi notevolmente inferiori rispetto a quelli alberghieri. La legge locale autorizza l'alloggio presso abitazioni private all'uopo abilitate, con l'obbligo da parte del locatore di registrare il locatario in apposito registro presso gli uffici di Polizia. La permanenza in abitazioni private non autorizzate è illegale e può esporre il turista a sanzioni di varia natura e, in certi casi, all'espulsione dal Paese. Si ricorda che alloggiare presso abitazioni private non abilitate espone il turista ad un maggiore rischio di furti o di altri episodi criminosi e impedisce od ostacola la formulazione di una denuncia alla Polizia.
Infine, in caso di minaccia ciclonica, si consiglia di alloggiare presso le infrastrutture alberghiere di Stato, dotate di generatori di corrente e di migliori condizioni di sicurezza.

Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel sito:  DoveSiamoNelMondo

http://www.dovesiamonelmondo.it/Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga:
il fenomeno della droga è in notevole crescita sia per quanto riguarda il traffico di stupefacenti sia per il consumo personale. La normativa locale in materia prevede condanne assai severe e per i casi più gravi di narcotraffico, persino la pena capitale. All’introduzione della nuova normativa hanno fatto seguito numerosi arresti anche di stranieri e gli ultimi processi per tali reati hanno dato luogo a sentenze pesantissime.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:
Particolarmente grave viene considerato il reato di abuso su minori. La normativa in materia approvata nel febbraio 1999 prevede pene severe sia contro i reati di induzione e sfruttamento della prostituzione, sia contro la corruzione di minori (fino a 30 anni di reclusione). Alcuni connazionali sono al momento detenuti per reati di tale tipo con condanne tra i venti ed i venticinque anni di reclusione. Inoltre la figura della corruzione di minori rientra, secondo la dottrina e la giurisprudenza cubana prevalente, nella categoria dei "reati formali", per i quali è sufficiente la dichiarazione della presunta parte lesa - anche in assenza di altre prove - per la formalizzazione dell'accusa e l'instaurazione del giudizio penale, con la conseguenza di una sorta di "inversione dell'onere della prova" che obbliga di fatto l'accusato a provare la propria innocenza.
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata.  


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie:  Al di fuori dell'Avana l'assistenza medica non rientra nei parametri europei. Le strutture ospedaliere presentano precarie condizioni igienico-sanitarie e risultano spesso prive di materiale sanitario e di medicinali. Si consiglia, pertanto. di munirsi di una scorta di medicinali di prima necessità e di quelli di pronto soccorso soprattutto se si intende viaggiare fuori della capitale e delle principali località turistiche.

Si ricorda che le spese ospedaliere e mediche, secondo la gravità dei casi, sono molto elevate, devono essere pagate in valuta e l’Ambasciata, ai termini di legge, non può anticiparle, né sostenerle per conto dei connazionali. Le amministrazioni degli ospedali richiedono allo straniero la liquidazione puntuale di tutte le spese sostenute per autorizzarne la dimissione; il mancato pagamento può determinare il diniego al rimpatrio da parte delle Autorità locali.

A decorrere dal 1 maggio 2010 tutti i viaggiatori, stranieri e cubani residenti all’estero, al momento dell’ingresso nel Paese, devono obbligatoriamente essere titolari di una polizza assicurativa che copra anche le eventuali spese mediche da sostenere sull’Isola. La polizza dovrà essere emessa da entità assicuratrici riconosciute a Cuba (vedi elenco compagnie pubblicato sul sito www.asistur.cu) e potrà comunque essere acquistata anche in frontiera, attraverso compagnie di assicurazione cubane.

Sono stati segnalati casi in cui all’uscita dal Paese le persone inadempienti sono state soggette al pagamento di una tassa ed hanno altresì subito notevoli disagi.

Le medesime regole valgono anche per gli stranieri titolari di un permesso di residenza temporanea a Cuba. La polizza dovrà coprire l’intero periodo della loro permanenza nel Paese e potrà essere acquistata sia presso compagnie straniere riconosciute a Cuba sia presso compagnie cubane.
E’ bene controllare sempre che l’assicurazione preveda il rimborso delle spese mediche e/o garantisca i costi ospedalieri in caso di malattia o infortunio all’estero. Questo è fondamentale, per evitare di dover pagare fatture ospedaliere che possono raggiungere importi significativi.
Accertarsi che la polizza assicurativa abbia una sufficiente copertura, che non abbia sottolimiti di spesa troppo bassi e che includa anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.
In proposito si fa rilevare che l’Ente cubano deputato all’assistenza al turismo, con particolare riguardo all’aspetto medico-sanitario, è ASISTUR che opera normalmente in maniera puntuale ed efficiente. Tuttavia, giova precisare che la celerità e la qualità del servizio fornito da ASISTUR dipendono dal rapporto che questo stesso ente ha con la compagnia assicuratrice prescelta, dal tipo di polizza sottoscritto e dalla tempestività con cui quest’ultima garantisce all’ente il rimborso delle spese da sostenere.

Malattie presenti: Occorre segnalare che, pur non esistendo malattie endemiche, negli ultimi tempi si è registrata una grave recrudescenza di alcune patologie epidemiche, come il dengue e la congiuntivite emorragica. Si consiglia, pertanto, di seguire attentamente le norme igienico/sanitarie previste, proteggendosi ove possibile con repellenti ed abiti che coprano il corpo per non esporsi alle punture di insetti e zanzare. Per maggiori informazioni al riguardo si prega di consultare il Focus “Sicurezza sanitaria – Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara” sulla home page di questo sito.
Sono stati altresì accertati casi di colera sia nelle regioni orientali del Paese che nella stessa Capitale ed è pertanto necessario osservare scrupolosamente le pertinenti raccomandazioni igienico-sanitarie. Si richiama altresì l’attenzione sul fatto che continuano ad essere frequenti i casi di virus gastrointestinali, curabili farmacologicamente, ma i cui sintomi possono essere confusi con quelli del colera. In caso di comprovato dubbio, si consiglia si sottoporsi ad accertamento sanitario.
Sin dallo scorso anno, il Ministero della Salute Pubblica cubana ha inoltre reso noto che il sistema di vigilanza clinico epidemiologico locale ha constatato un incremento delle patologie intestinali acute in varie Province, inclusa l'Avana.  Secondo le autorità sanitarie cubane, un gruppo dei pazienti affetti dalla malattia presenta sintomi tipici dell'infezione da colera. Ciò ha determinato l'attivazione delle misure previste nel piano anticolerico, per il cui compimento le stesse Autorità locali dichiarano di disporre dei mezzi necessari.

Avvertenze: In considerazione delle caratteristiche climatiche dell'isola e del deteriorarsi del sistema idrico e fognario, si consiglia  in ogni caso di: bere acqua imbottigliata senza l’aggiunta di ghiaccio; fare uso dell’acqua corrente solo se preventivamente bollita.

Nessuna vaccinazione obbligatoria



Viabilità

In base alla normativa cubana, in caso di incidenti mortali o arrecanti lesioni alla persona, il cittadino straniero può essere sottoposto a lunghe misure restrittive della libertà (arresto e detenzione con pene che variano da 1 a 10 anni di reclusione in caso di omicidio colposo). In attesa del processo non gli è consentito di lasciare il territorio cubano. Qualora infine condannato deve obbligatoriamente scontare un periodo minimo di detenzione presso gli istituti di pena cubani.

Trasporti: la circolazione automobilistica, specie fuori città, è abbastanza disordinata, con frequenti inosservanze delle norme del codice stradale. Molti incidenti sono causati dalla circolazione di numerose biciclette mancanti di qualsiasi dispositivo di segnalazione luminosa o catarifrangente e per questo poco visibili. Poiché le amministrazioni degli ospedali richiedono la liquidazione puntuale in valuta delle spese sostenute, si rinnova il consiglio volto a stipulare da parte del turista un'apposita assicurazione che preveda anche il coinvolgimento di terzi in incidente automobilistico.

Limite di velocità su tutte le strade e autostrade: 90 Km (in autostrada è 100 Km), salvo nei casi dove è espressamente indicato diversamente.
Si raccomanda vivamente di fare attenzione alla guida di veicoli o motocicli. In base alla normativa cubana, infatti, in caso di incidenti mortali o arrecanti lesioni alla persona, il cittadino straniero può essere sottoposto a lunghe misure restrittive della libertà (arresto e detenzione) e nell'attesa del relativo processo non gli è consentito lasciare il territorio cubano.
Qualora il cittadino straniero venga condannato, deve obbligatoriamente scontare un periodo minimo di detenzione presso gli istituti di pena cubani. Le pene variano da 1 a 10 anni di reclusione per omicidio colposo.

Il trasporto pubblico, a causa della situazione economica, è molto penalizzato. Il servizio urbano non è frequente e gli autobus sono molto affollati; per usufruire dei collegamenti interprovinciali occorre riservare un posto con anticipo.

Normalmente anche per i reati minori è necessaria un'assistenza legale. Il difensore viene fornito dalle Associazioni degli Avvocati di Stato cubani (c.d. Buffete) con i quali e’ necessario stipulare un contratto in valuta, come pure in valuta deve essere pagata l'eventuale cauzione. E' opportuno segnalare che, in casi che prevedono un accertamento di responsabilità e un’istruttoria, l’imputato non può lasciare il Paese. Situazione questa che - dati i tempi di celebrazione del processo - può protrarsi per svariati mesi. In tali casi, il connazionale in attesa di giudizio non può esercitare alcuna attività lavorativa, essendo entrato nel Paese con visto turistico, ciò che rende ancora più gravosa, sul piano economico, la sua permanenza forzata.

Assicurazione
E.S.E.N. (impresa di assicurazione statale) www.esen.com.cu/ 

Patente: Italiana

Rete stradale ordinaria: 34.000 km.
Limite di velocità su tutte le strade e autostrade: 90 Km (in autostrada è 100 Km), salvo nei casi dove è indicato diversamente.
Rete ferroviaria: 15.000 km.

Porti principali:
L’Avana, Santiago de Cuba, Cienfuegos. 

Aeroporti:
il principale aeroporto internazionale è il Jose Marti dell’Avana. Vi sono poi aeroporti a Varadero, Santiago, Santa Clara, Ciego de Avila, Holguin, Cayo Largo e Camaguey.

Autonoleggi:
vi sono numerose società operanti nel settore. Si raccomanda a coloro che intendano noleggiare – durante la permanenza nel Paese - un autoveicolo, di accertarsi dello stato di usura dei pneumatici. Per maggiori informazioni si rimanda al sito cubano: http://www.cubaweb.cu
Si raccomanda inoltre di accertarsi sempre che i veicoli noleggiati siano coperti da assicurazione. Al momento di mettersi in viaggio si consiglia di mantenere una condotta di guida rigorosamente rispettosa del codice e dei segnali stradali. Lungo le strade cubane sono, infatti, frequenti i controlli di polizia, sempre particolarmente minuziosi. In caso di incidenti stradali dolosi o anche soltanto colposi le pene irrogate, anche di natura detentiva, possono essere molto severe.

Carburanti: benzina super costo: 1.40/1.50 Cuc ( pari al dollaro USA)
Diesel costo: 1.20 Cuc circa.

Alberghi:
per un elenco delle strutture alberghiere si può fare riferimento al sito cubano http://www.cubaweb.cu