Dati del paese

bandiera Federazione Russa Federazione Russa (RUS) - Europa/Asia

Capitale: MOSCA  
Popolazione: 143.000.000   
Superficie: 17.075.400 Km²

Lingue: il russo.  In russo (alfabeto cirillico) sono scritte tutte le informazioni pubbliche. La segnaletica stradale nelle principali città reca scritte in russo ed in inglese. La diffusione dell'inglese parlato è piuttosto limitata.

Religioni:prevalenza cristiana ortodossa; musulmana, cattolica etc. 

Moneta: Rublo - RUB

Prefisso telefonico dall'Italia:  007  (495 o 499 per Mosca)

 

Meteo

sereno Moscow / Sheremet'Ye, Russia
Temperatura 12°C

Aggiornato al 18/04/2014 10:00

 

Ambasciate e Consolati

AMBASCIATA D’ITALIA A MOSCA
Cancelleria Diplomatica
Denezhny Pereulok,5
121002 Mosca, Russia
Tel +7 (495) 796-96-91 / +7 (499) 241-15-33 / 241-15-34 / 2410224 (Centralino)
Fax +7 (499)  2410330
E-mail: embitaly.mosca@esteri.it

  1.  Vai al sito

 

Indirizzi utili

Telefoni utili 
Pronto soccorso: 02
Polizia: 02
Vigili del Fuoco: 001
Servizio Emergenza Gas: 04
Soccorso stradale:
495-7476666

Ufficio turistico

  1. vai al sito

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Federazione Russa

Avvisi particolari

Diffuso il 17.03.2014. Tuttora valido.

Si continuano a sconsigliare i viaggi nelle Repubbliche del Caucaso del Nord, del Daghestan, della Cecenia, dell’Inguscezia, e nei Distretti del Territorio di Stavropol prossimi al confine amministrativo con Daghestan e Cecenia, aree interessate da ricorrenti azioni di gruppi armati, scontri a fuoco con le Forze dell’Ordine ed atti terroristici. Si raccomanda la massima prudenza in caso di viaggi, da effettuarsi, solo se strettamente necessari, nelle Repubbliche di Kabardino-Balkaria, Karachaevo-Circassia e Ossezia del Nord, nelle quali si sono registrate negli ultimi anni attività di gruppi armati ed azioni terroristiche . (Si veda in proposito la sezione "Zone a Rischio" alla voce Sicurezza della Scheda).  Per i viaggi nelle zone più remote della Russia (ad esempio Kamchakta o alcune aree della Siberia) si raccomanda di dotarsi di telefono satellitare, comunicandone il numero alla partenza a familiari o persone di contatto.

Le Autorità locali mantengono elevate le misure di sicurezza del sistema del trasporto pubblico, degli aeroporti e in genere nei principali luoghi di assembramento, soprattutto nella capitale, alla luce degli attentati degli anni scorsi che hanno colpito negli anni scorsi la metropolitana di Mosca e l’aeroporto “Domodedovo” e del rischio di azioni di natura terroristica, legate alla situazione internazionale. Si consiglia, inoltre, di tenersi a distanza da eventuali manifestazioni popolari e luoghi di assembramento, informandosi su eventuali azioni in corso di svolgimento, in occasione delle quali possono verificarsi limitazioni di accesso ad alcune aree e disagi nella circolazione e nel trasporto pubblico.

Consultare voce “Sicurezza” e voce “Sanità” della Scheda.

Si invitano i connazionali a registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo. Si raccomanda altresì - una volta in loco - di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.).

Si ricorda che  è obbligatorio stipulare una assicurazione (che copra anche le spese sanitarie e l’eventuale trasferimento aereo in altro Paese o il rimpatrio del malato) da allegare alla richiesta di visto per l’ingresso nel Paese (si veda altresì il sito web dell’Ambasciata d’Italia a Mosca www.ambmosca.esteri.it e quello del Consolato Generale d’Italia a Mosca http://www.consmosca.esteri.it/Consolato_Mosca ).

Si ricorda, infine, l’opportunità di consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link.

 



 

Informazioni generali

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto: necessario,  con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Per  le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. È bene richiamare l’attenzione sul fatto che i passaporti devono essere sempre tenuti in ottime condizioni  al fine di non rischiare che le autorità russe facciano rilievi che potrebbero comportare il rifiuto di ingresso nel Paese.

Viaggi all'estero di minori:   si prega di consultare il Focus: “Prima di partire / documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto di ingresso: obbligatorio (si raccomanda vivamente di non arrivare in Russia sprovvisti di visto poiché "in loco" è impossibile regolarizzare la propria posizione nei confronti delle Autorità locali, con conseguente respingimento alla frontiera e ritorno in Italia a proprie spese e previo pagamento di una forte multa).  All'ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione. Per il rilascio ed informazioni specifiche sui vari tipi di visto, rivolgersi direttamente agli Uffici diplomatico-consolari russi presenti in Italia. Prima di ottenere il visto d’ingresso, si consiglia di verificare lo stato d’uso del passaporto, poiché le Autorità di frontiera possono negare l’ingresso del Paese ai possessori di passaporti eccessivamente deteriorati.
Si raccomanda di verificare scrupolosamente la correttezza dei dati del passaporto anche se si e’ già viaggiato e dei dati contenuti nel visto di ingresso rilasciato dalle Autorità consolari russe. A fronte di errori materiali nel passaporto o nel visto apposto dai Consolati della Federazione Russa, le Autorità di frontiera russe impongono il rimpatrio immediato con il primo volo disponibile. I passeggeri in transito nel territorio della Federazione Russa con qualsiasi vettore aereo e aventi come destinazione finale la Bielorussia o il Kazakhstan, pur se muniti dei visti di ingresso per i rispettivi Paesi, devono essere obbligatoriamente muniti di visto di transito per il territorio della Federazione Russa e ritirare e sdoganare il proprio bagaglio, anche se gia' etichettato per la destinazione finale del viaggio. In tali casi l'assenza del visto di transito per la Federazione Russa comporterà il respingimento alla frontiera e, conseguentemente, il rimpatrio tramite lo stesso vettore con cui si e' giunti sul territorio della Federazione russa.

Portare sempre con sé il passaporto ed il visto d'ingresso. Entro i primi 7 giorni lavorativi della permanenza in Russia, il passaporto deve essere vidimato dall’Ufficio del Servizio Federale di Immigrazione (UFMS, nuova denominazione del tradizionale OVIR), in base alla nuova procedura di registrazione degli stranieri, descritta oltre.

Si consiglia di controllare che la data del volo di rientro in Italia sia fissata entro il periodo di validità del visto, in particolare è molto importante ricordare che il visto termina alle ore 24.00 dell’ultimo giorno di validità. Le Autorità russe applicano tassativamente tale scadenza e non consentono la partenza con aerei notturni che decollino anche solo poche ore dopo la scadenza del visto. Si raccomanda di controllare con la massima attenzione tale aspetto all’atto dell’acquisto ed emissione del biglietto aereo, vista la frequenza di tali casi ed il notevole disagio che da essi ne può derivare. Ottenere una proroga del visto o un visto di uscita dal Paese è complesso e comunque, oltre al pagamento di una multa, non può estendersi oltre i 3 giorni. In tal caso occorre comunque avvisare con il dovuto tempismo il Consolato Generale durante gli orari di apertura al fine del rilascio di apposita nota verbale per appoggiare la richiesta di prolungamento del visto. Per tali richieste sono competenti gli uffici territoriali del Ministero degli Esteri Russo. Vi sono punti consolari russi nei principali aeroporti locali, ma essi garantiscono un riscontro solo nei normali orari di Ufficio.

Dal 14 gennaio 2007 è in vigore una nuova procedura per la registrazione dei cittadini stranieri che si recano temporaneamente in Russia, quale che sia il motivo del viaggio.
La registrazione è effettuata a cura della persona fisica o giuridica russa che ha invitato il cittadino straniero, indicata nel visto alla penultima riga.  Essa consiste in una notifica all’Ufficio UFMS (Servizio Federale Immigrazione) che rilascia un talloncino di avvenuta registrazione.
Durante il soggiorno, il talloncino costituisce la prova dell’avvenuta registrazione.  È consigliabile che il cittadino straniero invitato conservi con sé il talloncino per mostrarlo ad eventuali controlli. Il talloncino servirà infine alla stessa persona fisica/giuridica invitante per notificare la partenza dell’ospite straniero.
L’invitante deve registrare l’arrivo dello straniero entro 7 giorni e notificarne la partenza entro 2 giorni (giorni lavorativi). Resta immutato per il cittadino straniero l’obbligo di compilare e presentare all’arrivo in frontiera russa la Carta di Immigrazione, consegnata durante il viaggio o disponibile in aeroporto, conservandone la ricevuta durante il soggiorno in Russia.

Sono previste nei confronti dei soggetti russi che invitano lo straniero ammende di importo elevato per omessa registrazione di arrivo o notifica di partenza.  Per gli stranieri, la mancata registrazione e l’omessa  notifica di partenza possono comportare problemi sia al momento della partenza che all’atto di un eventuale successivo reingresso in Russia.
Per quanto concerne i turisti, la registrazione resta a cura degli alberghi nei quali alloggiano.  Rispetto alla procedura sinora applicata, gli alberghi non possono più apporre il proprio timbro sulla Carta di Immigrazione, ma devono effettuare la notifica all’UFMS tramite il modulo sopra indicato. In sostanza, si consiglia ai cittadini italiani di accertarsi che la persona fisica o giuridica russa che invita ed il cui nominativo/ragione sociale è indicato sul visto russo sia al corrente della nuova procedura ed assicurarsi che essa venga puntualmente rispettata.

Formalità doganali

Al momento dell’arrivo in Russia, il passeggero che abbia merci o valuta estera da dichiarare dovrà compilare il modulo di dichiarazione doganale in duplice copia, conservando l’esemplare che sarà vistato per poter regolarmente uscire dal Paese.  La dichiarazione deve essere consegnata agli addetti al “canale rosso” della Dogana.

Sono da dichiarare, oltre al possesso di valuta estera in misura superiore a 10.000 USD, oggetti preziosi, apparecchiature da ripresa professionali, oggetti d’arte.

L'acquisto in Russia di articoli di valore dà luogo al rilascio di una ricevuta, da conservare ed esibire all'uscita. Se si acquistano quadri, oggetti d’arte di valore (ciò vale in particolare per le icone) occorre farsi rilasciare un’autorizzazione all’esportazione da parte del Ministero della Cultura; senza la prescritta autorizzazione il bene è suscettibile di sequestro, e si può incorrere in ulteriori conseguenze (multa, arresto, detenzione, processo).

L'importazione di armi militari e di munizioni è vietata.  Un fucile da caccia può essere importato a condizione che sia accompagnato dall’attestazione di una partita di caccia organizzata da un'agenzia di viaggi ufficiale.

Formalità valutarie: in materia valutaria le disposizioni locali impongono l'obbligo di dichiarare sul modulo doganale - al momento dell'ingresso in Russia - il possesso di valuta estera (qualora superi l'ammontare di $ 10.000), indicando esattamente la valuta che si porta con sé.

Il cambio di valuta si effettua presso le Banche o presso gli uffici di cambio autorizzati. È opportuno conservare le ricevute del cambio effettuato nel caso di eventuali controlli di polizia. Le più diffuse carte di credito sono ormai accettate in quasi tutti gli esercizi commerciali dei centri urbani della Russia.

La copia della dichiarazione doganale d’ingresso con l’indicazione della valuta importata, debitamente timbrato, va conservato con cura. All'uscita dal paese esso va presentato, su richiesta, alle autorità di frontiera russe.

Il visitatore che all'uscita dalla Russia porti con sé somme superiori a quelle dichiarate all'ingresso è assolutamente tenuto a fornire la documentazione comprovante la provenienza delle somme in eccesso. In mancanza di documentazione giustificativa è previsto il sequestro del denaro e, a seconda dell'entità delle somme sequestrate, l'arresto per violazione delle norme in materia valutaria.

Esportazione di articoli  soggetti a limitazioni
Alcuni beni sono soggetti a limitazione tra i quali si annoverano:
- oggetti d'arte e d'antiquariato (salvo il permesso del Ministero della Cultura e dietro pagamento di una tassa);
- metalli preziosi e pellicce (salvo che detti articoli, dichiarati all'arrivo, siano di proprietà del visitatore);
- caviale (si possono esportare fino a 250 grammi per persona).

Viaggiatori con animali: per poter entrare nel Paese, cani e gatti devono essere accompagnati da un certificato veterinario ufficiale di buona salute, ove si dichiari l'assenza di malattie contagiose, rilasciato non più di 10 giorni prima dell'arrivo in Russia.  Parimenti l'importazione di altre specie di animali, uccelli o pesci è soggetta alla richiesta di un certificato veterinario ufficiale. L'importazione di colombi è vietata.


Sicurezza

Per quanto concerne la situazione della sicurezza in generale, le Autorità locali mantengono un'attenta vigilanza, in particolare presso le stazioni della rete dei trasporti pubblici, soprattutto a seguito degli attentati terroristici verificatisi nella citta’ di Mosca nel 2010 e 2011. Gli altri luoghi di assembramento, in particolare i sempre più numerosi ed affollati centri commerciali al coperto, sono normalmente sorvegliati da compagnie private.

L'utenza delle metropolitane e delle ferrovie e' sensibilizzata, mediante frequenti annunci, ai rischi di natura terroristica ed è invitata ad informare le Autorità dell'ordine pubblico su comportamenti ed oggetti sospetti.

Quanto agli spostamenti in automobile, la Polizia Stradale russa presidia permanentemente le strade urbane ed extraurbane ed e' molto assidua nel contestare infrazioni, oltre che nell'effettuare controlli di routine. E' pertanto consigliabile assicurarsi che la documentazione personale e del veicolo siano conformi alle norme. Si sconsigliano gli spostamenti stradali in ore notturne per la scarsità dell'illuminazione pubblica nelle zone extraurbane.

In caso di manifestazioni, si consiglia ai visitatori di evitare luoghi di assembramento, ed informandosi in loco su  eventuali azioni in corso di svolgimento. In tali circostanze si possono verificare limitazioni all’accesso in alcune aree, anche centrali delle principali città, oltre a disagi nel trasporto pubblico.


Zone a rischio

La situazione di sicurezza permane instabile nell’area del Caucaso settentrionale nonostante la riduzione nel numero complessivo di incidenti registrati negli ultimi due anni, in particolare nella Repubblica del Daghestan (teatro nel mese di maggio di due attentati terrosistici). Anche le Repubbliche di Cecenia di’Inguscezia, ed i Distretti del Territorio di Stavropol prossimi al confine amministrativo con Daghestan e Cecenia sono interessati da ricorrenti azioni di gruppi armati, scontri a fuoco con le Forze dell’Ordine ed atti terroristici.
Si continuano a sconsigliare tutti i viaggi in tali Repubbliche. Si raccomanda la massima prudenza in caso di viaggi, da effettuarsi, solo se necessari, nelle Repubbliche di Kabardino-Balkaria, Karachaevo-Circassia e Ossezia del Nord, nelle quali si sono registrate negli ultimi anni attività di gruppi armati ed azioni terroristiche.
La mobilita’ nell’intera regione puo’ essere soggetta a restrizioni e richiede talora speciali autorizzazioni. Intere aree possono essere temporaneamente bloccate qualora le Forze dell’ordine lancino delle operazioni anti-terrorismo (“counter-terrorism operations”).

L'attraversamento delle zone di confine con la Georgia e l'Azerbaijan e` soggetto a restrizioni.

Zone di cautela
Particolare cautela va adottata nelle regioni isolate in quanto le strade sono talvolta deserte per lunghi tratti e lo straniero può essere possibile preda del banditismo locale.

Zone sicure
In generale la capitale e le grandi città, anche se soggette ai rischi comuni alle altre città europee.

Avvertenze

Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare sul sito: DoveSiamoNelMondo.

In considerazione del fatto che la microcriminalitá (soprattutto scippi e furti) è sempre piú diffusa nelle zone più frequentate dei grandi centri urbani (Mosca, San Pietroburgo), quali mercati generali, metropolitane, stazioni ferroviarie etc., si raccomanda di adottare comportamenti ispirati alla massima cautela;  non mostrare in pubblico eccessive quantità di denaro o gioielli vistosi, non mettersi in condizioni di rischio frequentando posti o locali notoriamente malfamati, in particolare se non accompagnati da guide e gente del posto.

Si segnalano frequenti casi di raggiri nei confronti di turisti nei luoghi maggiormente frequentati da cittadini stranieri (per esempio: Piazza Rossa, Arbat, ecc.). I malintenzionati, fingendo di essere dei comuni passanti, fanno cadere pacchetti di denaro (di norma dollari USA) ai piedi dei turisti. Quando il turista cerca di recuperare il pacchetto per restituirlo al proprietario, viene avvicinato dal sedicente proprietario del denaro, munito dei numeri di serie, e da un poliziotto “compiacente”, che lo minaccia di arresto e può ottenere il pagamento di una “multa” per lasciar correre.

Ripetuti casi di truffa (“scamming”) sono stati denunciati da cittadini italiani che sono stati contattati da sedicenti agenzie matrimoniali che pubblicano annunci ingannevoli su Internet oppure da giovani russe che si dichiarano (a distanza) disponibili a relazioni. In molti casi, i nostri connazionali hanno preso contatto con le suddette agenzie ovvero con privati, talvolta versando le somme richieste per il viaggio in Italia, per il visto, etc… verificandone poi gli intenti meramente speculativi.

Si raccomanda pertanto di valutare con la massima attenzione l'attendibilità degli annunci e delle “amicizie” in questione. Si raccomanda di confrontare eventuali richieste di denaro attinenti il rilascio dei visti con i requisiti che vengono effettivamente richiesti dai Consolati Generali d’Italia nella Federazione Russa. Le informazioni in merito sono disponibili sui siti internet degli stessi Consolati.

Parimenti possono verificarsi casi di “scamming” ai danni di ditte contattate da false Società russe che chiedono cospicui anticipi di denaro per beni o servizi che poi non vengono forniti, proprio perché le Società sono inesistenti. Si raccomanda pertanto di valutare con attenzione l’attendibilità di queste richieste.

Le severe condizioni climatiche dei mesi invernali possono essere aggravate da perturbazioni che determinano abbondanti nevicate o rilevanti abbassamenti delle temperature, presentando rischi per la salute in caso di prolungata esposizione al freddo  e causando difficoltà nei trasporti.
Nel periodo invernale, il ghiaccio presente su strade e marciapiedi e' spesso causa di traumi: si sono verificati incidenti anche gravi a causa della caduta di neve e ghiaccio dai tetti degli edifici.
Si raccomanda di aggiornarsi in loco sulle previsioni meteorologiche (e' possibile anche consultare il sito del Centro Idro-meteorologico russo www.meteoinfo.ru), di adottare un abbigliamento adatto al clima e di moderare l'uso di bevande alcoliche.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti)
E' severamente vietata e sanzionata la guida dopo aver ingerito alcolici. Il tasso di alcool ammesso è, infatti, pari allo zero per cento. Si rischia il ritiro immediato della patente, la visita accompagnata dalla polizia in ospedale per le analisi del sangue e la contestazione del reato, sequestro dell'auto, sino all'eventuale rinvio in giudizio.

In caso di controlli personali o contestazioni di infrazioni da parte della polizia, è buona norma mantenere la calma e, nel caso non si parli la lingua, pretendere che sia fornito un interprete per evitare malintesi.

L'uso e lo spaccio di stupefacenti sono vietati e severamente puniti. Il locale sistema giudiziario è soggetto a lungaggini burocratiche.

Va ricordato che, coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione), secondo la legge italiana, vengono comunque perseguiti al rientro in Italia.

In caso di problemi con le Autorita’ locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata o il Consolato italiano presenti nel Paese per la necessaria assistenza.

 


Situazione sanitaria

 Strutture sanitarie: Il livello delle strutture sanitarie ed ospedaliere, soprattutto al di fuori dai principali centri urbani, è inferiore a quello occidentale, non tanto per la carenza di professionalità del personale medico, quanto per attrezzature e medicinali.

Malattie presenti: Saltuariamente, si registrano casi di difterite, epatite virale, colera, tubercolosi etc.
Si consigliano, previo parere medico, le vaccinazioni antidifterica e quelle contro l’epatite A e B.
Da statistiche del Ministero della Sanità, si evince una percentuale molto elevata di casi di AIDS e di malattie veneree.
Per maggiori informazioni, si consiglia di consultare il FOCUS “Situazione sanitaria -malattie infettive e vaccinazioni”, sulla home page del presente sito

Avvertenze: E' sconsigliabile bere acqua corrente, anche se ufficialmente potabile, per l'alta presenza di sali minerali ed altre sostanze chimiche (il sistema di depurazione e controllo, fra l'altro, in alcune zone non funziona in modo ottimale).

Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una adeguata assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Nessuna vaccinazione obbligatoria.


Viabilità

Patente

Necessaria la patente italiana accompagnata dalla patente internazionale emessa secondo la Convenzione di Ginevra del 1949 o Vienna del 1968.

Assicurazione auto

Dal 1/1/2009 la Russia fa parte del circuito della Carta Verde.  Sono valide solo le carte verdi in cui viene menzionata "Russia" nella  lista di paesi. Altrimenti
i visitatori  devono sottoscrivere una polizza a breve termine presso la compagnia di assicurazioni russa INGOSSTRAKH. Questa polizza è ottenibile in frontiera o presso qualsiasi altro ufficio Ingosstrakh  Altre informazioni alla pagina  www.ingos.ru 

Documenti per i veicoli importati temporaneamente
I veicoli privati possono essere importati temporaneamente senza documento doganale per la durata prevista dal visto di ingresso del detentore. Un'apposita autorizzazione viene rilasciata alla frontiera.  All'ingresso nel Paese, l'automobilista deve sottoscrivere un documento con il quale s'impegna a riesportare il veicolo al termine del soggiorno in Russia; all'uscita egli dovrà presentare la copia di  questo documento.

Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario, con firma autenticata .

Norme di guida
Casco di protezione per motociclisti: obbligatorio.

Cinture di sicurezza e seggiolino per bambini: obbligatorio indossare le cinture di sicurezza per il conducente e tutti i passeggeri che occupano un sedile che ne sia munito. Vietato far sedere un bambino minore di 12 anni su di un sedile anteriore che non sia equipaggiato di sistema di ritenuta adeguato alla sua taglia. Vietato trasportare in motocicletta un bambino minore di 12 anni. 

Estintore: obbligatorio.

Valigetta di pronto soccorso: obbligatoria. 

Fari: per le motociclette sono obbligatori i fari accesi sia di giorno che di notte; per i veicoli a 4 ruote è obbligatorio l'uso dei fari anabbaglianti anche di giorno, al di fuori degli agglomerati. Le autovetture devono avere a bordo un kit di lampadine di ricambio.

Tasso alcolemico legale = 0,03%
La guida in stato di ebbrezza o sotto l'influenza di narcotici è vietata.


Collegamenti aerei
Con l'Italia vi sono collegamenti diretti e quotidiani tramite le compagnie Alitalia ed Aereoflot. Nel periodo estivo sono frequenti anche voli charter da e verso le principali città italiane.