Meningite meningococcica

Che cosa è?

E’ una malattia molto grave causata da un’infezione batterica ad opera del batterio Neisseria meningitidis, detto anche meningococco. Esistono 5 sierogruppi, A, B ,C, Y e W135, che sono in grado di generare la malattia nell’uomo.
Il meningococco può essere trasmesso attraverso contatto stretto con una persone infetta, attraverso le secrezioni respiratorie e la saliva. La malattia meningococcica ha un tempo di incubazione di 1-10 giorni e si presenta come meningite in più del 50% dei casi.  Se vi è il sospetto di malattia bisogna immediatamente richiedere assistenza medica.
I sintomi più comuni includono l’improvvisa comparsa di febbre, cefalea e rigidità nucale. Spesso questi sintomi si associano a nausea, vomito, ipersensibilità alla luce e confusione. I bambini possono mostrare sintomi diversi come inattività, irritabilità, vomito e diminuzione dei riflessi.

Chi è a rischio?

Il meningococco è presente ovunque nel mondo. La più alta incidenza di malattia si ha nella cosiddetta “cintura (o fascia) della meningite” dell’Africa sub sahariana (vedi mappa). Il meningococco è iperendemica in questa regione e vi sono epidemie stagionali durante la stagione secca (dicembre-giugno) che possono raggiungere anche i 1000 casi per 100.000 abitanti (stime WHO) . Al contrario, negli USA, Europa, Australia e Sud America l’incidenza varia tra 0.3 e 3 casi ogni 100 abitanti per anno.  Il sierogruppo A predomina nella fascia della meningite. Al di fuori della fascia della meningite, i bambini sono più a rischio. Il pellegrinaggio Haji in Arabia Saudita è stato associato con epidemie di meningite da meningococco.

Importante segnalare recenti epidemie di meningite meningococcica da sierogruppo C attraverso trasmissione sessuale tra maschi omosessuali in Germania, Belgio e Francia e nel nelle settimane scorse negli Stati Uniti.

Che si può fare per prevenirla?

E’ disponibile un vaccino. Il vaccino è indicato per l'immunizzazione attiva degli adulti e dei bambini di età superiore ai due anni contro la meningite da meningococco causata da sierogruppi A, C, W135 e Y. La vaccinazione è particolarmente indicata per le persone maggiormente esposte al rischio perchè in aree dove la meningite causata da gruppi A, C, W135 e Y è endemica o epidemica (viaggiatori, soccorritori, etc.). E' efficace per 3 anni negli adulti, mentre nei bambini piccoli l'efficacia ha durata minore. In caso di epidemia o di contatto con paziente affetto da meningite meningococcica è anche possibile fare una chemioprofilassi con rifampicina o con ciprofloxacina o Ceftriaxone.